Ultimo aggiornamento: 27.09.21

 

Uno dei brani più movimentati e allegri dei Queen che mette subito il buonumore, infondendo una grande carica. Qui di seguito trovate il testo di Don’t Stop Me Now e qualche interessante curiosità. 

 

Tonight I’m gonna have myself a real good time

I feel alive and the world I’ll turn it inside out – yeah

And floating around in ecstasy

So don’t stop me now don’t stop me

‘Cause I’m having a good time having a good time

I’m a shooting star leaping through the sky

Like a tiger defying the laws of gravity

I’m a racing car passing by like Lady Godiva

I’m gonna go go goThere’s no stopping me

I’m burnin’ through the sky yeah

Two hundred degrees

That’s why they call me Mister Fahrenheit

I’m trav’ling at the speed of light

I wanna make a supersonic man out of you

Don’t stop me now I’m having such a good time

I’m having a ball

Don’t stop me now

If you wanna have a good time just give me a call

Don’t stop me now (‘Cause I’m having a good time)

Don’t stop me now (Yes I’m havin’ a good time)

I don’t want to stop at all

Yeah, I’m a rocket ship on my way to Mars

On a collision course

I am a satellite I’m out of control

I am a sex machine ready to reloadLike an atom bomb about to

Oh oh oh oh oh explode

I’m burnin’ through the sky yeah

Two hundred degrees

That’s why they call me Mister Fahrenheit

I’m trav’ling at the speed of light

I wanna make a supersonic woman of you

Don’t stop me don’t stop me

Don’t stop me hey hey hey

Don’t stop me don’t stop me

Ooh ooh ooh, I like it

Don’t stop me don’t stop me

Have a good time good time

Don’t stop me don’t stop me ah

Oh yeah

Alright

Oh, I’m burnin’ through the sky yeah

Two hundred degrees

That’s why they call me Mister Fahrenheit

I’m trav’ling at the speed of light

I wanna make a supersonic man out of you

Don’t stop me now I’m having such a good time

I’m having a ball

Don’t stop me now

If you wanna have a good time (wooh)

Just give me a call (alright)

Don’t stop me now (’cause I’m having a good time – yeah yeah)

Don’t stop me now (yes I’m havin’ a good time)

I don’t want to stop at all

La da da da daah
Da da da haa
Ha da da ha ha haaa
Ha da daa ha da da aaa
Ooh ooh ooh

Contenuta nell’album dei Queen Jazz uscito nel 1978, Don’t Stop Me Now è una delle canzoni più movimentate della band, dove Freddie Mercury si scatena in un testo decisamente liberatorio. Il brano è stato scritto proprio dal frontman della band e pubblicato anche come singolo nel 1979. 

La canzone è un ottimo connubio tra il rock’n’roll di stampo più classico e il pop, con un accompagnamento ritmico gestito dal basso di John Deacon e dalla batteria di Roger Taylor, sul quale si snodano note di pianoforte e la voce magnetica di Freddie Mercury. Non mancano le armonizzazioni vocali tipiche dei Queen, registrate su più tracce per il ritornello. Don’t Stop Me Now dei Queen è probabilmente uno dei brani più conosciuti in assoluto, nonché tra i più utilizzati in film, serie TV e pubblicità. Il motivo è da ricercare proprio nella struttura immediata del brano, costituito da una forma canzone facilmente memorizzabile, ma non banale. 

Il testo è un inno alla libertà, Freddie Mercury si vuole scatenare e magari vivere apertamente la sua omosessualità, dichiarata nel 1976. Una vera e propria celebrazione dell’edonismo e della gioia di vivere senza alcun limite che in realtà risuona con qualsiasi tipo di persona. Tutti d’altronde possiamo passare dei momenti nei quali desideriamo ardentemente fare ciò che più ci piace, senza che nessuno possa fermarci. Forse Mercury nel testo si rivolge proprio alla band, infatti ogni tanto Brian May, Roger Taylor e John Deacon cercavano un po’ di frenarlo, magari per evitare che facesse qualche ‘mattata’ negli incontri importanti della band. Lo stesso Brian May ammise di non gradire particolarmente ne la canzone ne il testo, perché esaltava troppo l’edonismo esagerato di Freddie Mercury, con il quale non si era mai trovato proprio a suo agio. 

I brani di Jazz dei Queen sono molto variegati, basta pensare a Fat Bottomed Girls, una sorta di brano southern rock che sembra uscito dritto da un disco degli Allman Brothers. Anche il brano Bicycle Race dal carattere quasi ‘progressive’ si rivela un allegro esperimento di Mercury, molto complesso, ma allo stesso tempo orecchiabile. Fun it vede invece lo zampino di Taylor che oltre alla batteria diventa cantante su questo brano funk che anticipa la più famosa Another One Bites The Dust scritta da Deacon. 

All’uscita Jazz incontrò pareri positivi e negativi da parte della critica e del pubblico, alcuni infatti lo ritennero quasi ‘commerciale’, un lavoro poco ispirato e addirittura monotono. Chiaramente alla fine degli anni ‘70 la scena musicale inglese era piena di band che si cimentavano in diversi generi, alcuni ancora in procinto di ‘nascere’ come l’heavy metal. Non sorprende quindi che Jazz sia stato rivalutato più positivamente nel corso degli anni (anche perché la musica ‘commerciale’ è decisamente peggiorata) e tuttora rimane uno dei dischi più piacevoli dei Queen.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI