Ultimo aggiornamento: 26.10.20

Diamonica – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Strumento semplice e in molti casi economico, la diamonica trova un impiego principalmente didattico. Solitamente è l’alternativa al flauto che i giovani studenti delle scuole medie usano per la parte pratica delle lezioni di musica. Pur avendo i tasti simili a quelli di una tastiera musicale o, se preferite, del pianoforte, è un aerofono ad ance. Considerato che vostro figlio potrebbe non avere simpatia per il flauto vediamo come individuare una diamonica adatta al suo percorso di studi. A tale scopo, per facilitare la scelta dei nostri lettori, abbiamo preparato una guida che affianca a consigli di carattere generale, le recensioni di alcuni strumenti come questi due: la Bontempi 33 3250 Diamonica 32 note con voci in metallo ha due ottave  e mezzo, è adeguata alle esigenze dei giovanissimi che imparano le prime nozioni musicali a scuola. Un discorso analogo possiamo parlo per la Angel Amex32k diamonica a 32 toni gamma F C3 che, tra le varie caratteristiche convincenti, ha un bocchino con la giusta angolazione.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 migliori diamoniche del 2020

 

Prendete spunto dalla nostra classifica per individuare la diamonica più adatta a voi. Per i modelli venduti online abbiamo scritto una recensione dettagliata ma tenete conto anche dei pareri di altri consumatori, confrontate i prezzi e ricordate che i nostri link suggeriscono dove acquistare a prezzi bassi il nuovo strumento dei vostri sogni.

 

 

 

Diamonica Bontempi

 

1  Bontempi 33 3250 Diamonica 32 note con voci in metallo

 

Potremmo definire la diamonica Bontempi un grande, anzi, un grandissimo classico del resto parliamo di uno dei marchi leader in fatto di strumenti/giocattolo o comunque per principianti. Questo modello ha due ottave e mezzo con estensione da FA a DO per un totale di 32 tasti. 

È sicuramente un valido strumento per gli studenti di scuola media che fanno pratica musicale. È leggera anche perché, diciamoci la verità, la qualità dei materiali è discutibile ma è altrettanto vero che non ci aspettavamo di meglio. 

Il tubo attraverso il quale si immette l’aria è molto sottile e dà l’impressione che si possano formare delle crepe da un momento all’altro. Che dire della custodia, non è rigida ma comunque elegante e funzionale, è certamente un buon accessorio, a proposito c’è anche un piccolo panno per la pulizia.

 

Pro

Tasti: La diamonica ha una buona estensione in termini di ottave, che sono 2 e mezzo, è adatta per i giovani studenti durante l’ora di musica.

Custodia: Per l trasporto dell strumento c’è una bella custodia che pur non essendo rigida, è comunque ben fatta e sufficientemente resistente.

Costo: Il prezzo lo giudichiamo positivamente, magari non state facendo un affare ma è comunque una richiesta economica in linea con la qualità della diamonica.

 

Contro

Materiali: La qualità è abbastanza scarsa, in particolare ci lascia perplessi il tubo, molto sottile, non crediamo debba passare molto prima che si danneggi.

Acquista su Amazon.it (€18,04)

 

 

 

Diamonica Angel

 

2. Angel Amex32k diamonica a 32 toni gamma F C3

 

La diamonica Angel è uno strumento per principianti, come tutti gli altri strumenti di questo tipo è realizzata interamente in plastica. Ha un’estensione di due ottave e mezzo, il tubo è sufficientemente lungo per suonare in tutta comodità anche quando si appoggia lo strumento su un tavolo. 

Non meno comoda è la posizione che si assume nel suonare la diamonica senza tubo in quanto il bocchino ha una buona inclinazione. Ad ogni modo lo strumento è un po’ pesante come fatto notare da alcuni utenti. 

Nel prezzo, un po’ alto secondo noi, è compresa una custodia rigida che secondo noi è molto affidabile, riteniamo che al suo interno la diamonica sia ben protetta da eventuali urti. In conclusione è certamente uno strumento meritevole di essere preso in considerazione e confrontato con altre possibili scelte.

 

Pro

Bocchino: Indubbiamente ben realizzato, con una inclinazione che favorisce l‘assunzione di una postura corretta per suonare.

Custodia: La diamonica quando non è in uso trova posto in una custodia rigida, questa è abbastanza robusta da garantire allo strumento la protezione necessaria.

 

Contro

Peso: Non è uno strumento leggerissimo e quindi potrebbe non essere adatto per i piccolissimi che potrebbero avere delle difficoltà a maneggiarlo.

Prezzo: La somma di denaro richiesta per l’acquisto, pur non essendo nulla di esorbitante, è nostra opinione che sia comunque alta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Diamonica professionale

 

3. Hohner Student 32 Negro

 

Il marchio Hohner è tra i leader del settore, questo modello non è esattamente una diamonica professionale ma sicuramente è adatta a chi vuole studiare lo strumento con una certa serietà e impegno. Chiaramente costa qualcosa in più rispetto alle diamoniche che potete comprare persino in cartoleria per i vostri figli che frequentano la scuola media e anzi, è uno strumento eccessivo per uno scopo del genere secondo noi. 

Le ottave sono due e mezzo, i tasti sono comodi e precisi. La qualità dei materiali è buona e crediamo adeguata al prezzo dello strumento che è accompagnato da una custodia in plastica. Utili i piedini d’appoggio per chi predilige suonare seduto tenendo la domenica su un tavolo. 

A tale proposito segnaliamo che il tubo ha un po’ deluso, per qualità non lo riteniamo allo stesso livello dello strumento. Un altro punto sfavorevole è il sistema di drenaggio della saliva che non è adeguato considerato il prezzo dello strumento.

 

Pro

Tasti: Sicuramente da apprezzare i tasti della diamonica, questi sono comodi ovvero di dimensioni sufficienti e soprattutto offrono una buona precisione.

Materiali: La qualità è sicuramente buona e soprattutto adeguata al prezzo di vendita della diamonica.

 

Contro

Drenaggio: econdo noi il sistema di drenaggio della saliva non è dei migliori o almeno non lo è per una diamonica di questo livello.

Tubo: Ci lascia un po’ perplessi, la sua qualità non è dello stesso livello della diamonica e secondo noi è fragile.

Acquista su Amazon.it (€49)

 

 

 

Diamonica elettrica

 

4. Casio SA-46 Mini Tastiera Elettronica Polifonica ad 8 Voci e 32 Tasti

 

Anche se la diamonica non richiede grandi polmoni, un bambino potrebbe avere difficoltà a insufflare aria. Che ne dite, allora, di provare con una diamonica elettrica? In particolare abbiamo pensato alla Casio SA-46 che ha un centinaio di toni e 32 tasti senza dimenticare i 50 ritmi selezionabili. Il tutto è completato da cinque drum pad. 

Chiaramente la risposta dei tasti non è delle migliori ma stiamo parlando di una tastiera che si avvicina più a un giocattolo che ad uno strumento vero. Quanto appena detto, naturalmente, vale anche per la qualità dei suoni.

La SA-46 può essere alimentata con alimentatore che, attenzione, non è presente nella confezione, oppure a batterie che neanche sono comprese. Dobbiamo dire che l’assenza dell’alimentatore ha generato più di un malcontento.

 

Pro

Compatta: Le dimensioni contenute dello strumento agevolano il trasporto da parte del piccolo che può così portare la tastiera anche a scuola senza difficoltà.

Toni: La tastiera ha una gran quantità di toni e ritmi che faranno sicuramente divertire il piccolo musicista, senza dimenticare che ci sono anche cinque drum pad.

 

Contro

Alimentatore: Preparatevi con l’occorrente in tempo perché nella confezione non troverete né il cavo di alimentazione né le batterie.

Suoni: No aspettativa molto dalla fedeltà dei suoni che è piuttosto scarsa, del resto il problema era intuibile.

Acquista su Amazon.it (€71)

 

 

 

Diamonica Bontempi scolastica 25 tasti

 

5. Bontempi Organo Elettronico C25 Musicali Tastiere

 

Tra gli strumenti più venduti c’è la diamonica bontempi scolastica 25 tasti, parliamo dunque di uno strumento a due ottave che è pensato per i bambini e l’uso a scuola durante le lezioni di musica, oltretutto la tastiera è molto comoda da trasportare, sta in uno zaino senza difficoltà.

Inutile girarci intorno, è un giocattolo quindi le attese devono essere necessariamente basse. È dotata di octave transposer nel caso si abbia l’esigenza di suonare note più alte. I suoni sono solo tre e purtroppo tra questi non figura il piano che probabilmente era quello più necessario. La qualità dei tasti lascia parecchio a desiderare, sono fragili e sovente è capitato si rompessero oppure continuassero a suonare la stessa nota per un tempo prolungato. 

I materiali, lo avrete capito, non sono di buona qualità anche se in linea con il prezzo che tutto sommato è basso. Non aspettatevi di trovare accessori: niente custodia, alimentatore o batterie.

 

Pro

Trasporto: Per chi ha l’esigenza di portare uno strumento a scuola la tastiera Bontempi si presenta come un’ottima soluzione per le sue dimensioni ridotte che ne favoriscono il trasporto anche nello zaino.

Prezzo: Se l’esigenza è spendere poco, la Bontempi è la risposta giusta, è venduta a un prezzo accessibile.

 

Contro

Scarsa robustezza: Male i tasti che sono fragili, tendono a rompersi e persino a incepparsi pregiudicando la suonabilità della tastiera.

Accessori: Segnaliamo la totale assenza di accessori. Non c’è una custodia che fa sempre comodo ma neanche un cavo di alimentazione o delle batterie.

Acquista su Amazon.it (€38)

 

 

 

Diamonica a fiato Yamaha

 

6. Yamaha P37D02  Melodica/pianica colore marrone

 

La diamonica a fiato Yamaha si è dimostrata essere un buono strumento semi professionale a 3 ottave. Non costa poco, questo è un dettaglio che è bene chiarire fin da subito ma d’altro canto è vero che stiamo parlando di uno strumento che va ben oltre le esigenze di uno studente delle scuole medie. 

La diamonica offre una risposta immediata alla minima immissione di aria. Buona anche la risposta dei tasti. Da segnalare qualche lieve problema di intonazione che però è difficilmente tollerabile considerato il prezzo dello strumento. 

Un giudizio decisamente positivo lo esprimiamo per i materiali la cui qualità ci sembra essere buona e più che adeguata. Ottima la custodia rigida che ci spinge a pensare che possa assolvere al meglio al suo compito di salvaguardare lo strumento.

 

Pro

Tasti: Garantiscono una buona risposta al tocco, oltretutto non è da sottovalutare l’altrettanto immediata risposta all’emissione d’aria, anche se minima.

Materiali: Indiscutibile la qualità di quelli scelti e impiegati da Yamaha per la costruzione di questa diamonica semi professionale.

Custodia: Non di meno sotto il profilo qualitativo è la custodia che è molto solida, resistente, in altre parole, svolge alla grande il suo compito.

 

Contro

Intonazione: Sarebbe bastato davvero poco per rendere questa diamonica perfetta, un esempio è l’intonazione che non è precisissima.

Acquista su Amazon.it (€129,32)

 

 

 

Kit diamonica

 

7. Melodica 32 Tasti Tastiera Stile Pianoforte

 

Qui abbiamo un kit diamonica venduto a un prezzo a dir poco interessante. Stiamo parlando di uno strumento per dilettanti, sia chiaro ma tra le mani di un ragazzino fa sicuramente il suo dovere. Ci sono due tubi e due boccaglio così da avere i ricambi all’occorrenza. La custodia è morbida ma comunque ben realizzata. 

Un plus è lo strap posto lateralmente dove si infila la mano per una presa salda. Non manca il sistema di drenaggio per la salita. Veniamo al suono che è quello tipico di una diamonica economica. 

Lo stesso discorso vale per la sensibilità dei tasti ma sono cose che sebbene rientrano pur sempre nella categoria dei difetti o comunque degli aspetti sfavorevoli, ci possono stare per strumenti economici. Secondo noi per la lezione di musica a scuola questa è una valida soluzione.

 

Pro

Accessori: La diamonica porta in dote ben due tubi e due bocchini così da poterli sostituire all’occorrenza, questo è uno degli aspetti più interessanti.

Strap: Per una presa più agevole e comoda quando si suona in piedi c’è uno strap dove si infila la mano.

Prezzo: Il costo della diamonica è buono secondo noi, lo diciamo tenendo conto anche degli accessori inclusi nella confezione.

 

Contro

Tasti: Come molti avranno immaginato, i tasti sono di modesta fattura, non sono molto sensibili al tocco.

Suono: La qualità del suono è tipica di uno strumento molto economico, un discorso che possiamo tranquillamente estendere anche ai materiali.

Acquista su Amazon.it (€20,99)

 

 

 

Accessori

 

Custodia per diamonica

 

Bontempi Tubo Flessibile e Custodia per Diamonica MP, 65 2500

 

Molto spesso i tubi delle diamoniche economiche lasciano a desiderare per la qualità dei materiali, infatti tendono a rompersi, ecco perché un accessorio come questo che vi proponiamo torna di grande utilità. La qualità è buona, non si tratta della classica plastica sottilissima inoltre è inclusa anche una custodie pieghevole. È un prodotto che ha soddisfatto del tutto i clienti che ne sono entrati in possesso come emerge dalle loro recensioni positive pubblicate in rete e che in buona parte coincidono con le nostre conclusioni.

Acquista su Amazon.it (€7,06)

 

 

 

Come scegliere una buona diamonica

 

Abbiamo fatto una comparazione tra tutte le offerte disponibili in rete e abbiamo determinato una selezione di quelle che secondo noi sono le migliori diamoniche del 2020. Sul mercato la scelta è ampia, si va dalla migliore marca a quella meno nota ma in ogni caso parliamo di buoni strumenti che siamo certi saranno approvati anche dagli insegnanti di musica dei vostri figli.

La chiamano melodica

Sebbene chiamare questo strumento diamonica sia molto comune, è noto anche con altri nomi a cominciare da melodica (che poi sarebbe quello principale), pianica e clavetta. Il fatto che sia uno strumento principalmente didattico non significa che non ci siano musicisti che la usino professionalmente. 

Ma a chi si deve l’invenzione della migliore diamonica? Oggi la producono in tanti ma il primo che la lanciò sul mercato fu la Hohner (azienda tedesca di Trossingen attiva fin dal 1957) che è nota anche e soprattutto per la costruzione di fisarmoniche e armoniche a bocca, anzi, proprio per quest’ultimo tipo di strumento la Hohner ha portato diverse e interessanti innovazioni. Ma non stiamo qui a parlare di armoniche delle quali trovate comunque informazioni in abbondanza sempre sulle nostre pagine.

 

Una variante dell’armonica a bocca

C’è un filo conduttore tra la diamonica e l’armonica a bocca e la fisarmonica. La diamonica si compone di due elementi: una tastiera e una imboccatura. Possiamo anche individuare un terzo elemento ma il suo uso non è tassativo, si tratta di un tubo di plastica che serve ad insufflare l’aria. Questo tubo è utile, per esempio, se si vuole tenere la diamonica appoggiata su un tavolo mentre si suona. 

I tasti ricordano quelli di una fisarmonica, i modelli più diffusi hanno due ottave ma ce n sono anche da due ottave e mezzo. Per quanto riguarda la produzione del suono (anche in questo caso noterete le similitudini con la fisarmonica), all’interno dello strumento ci sono delle ance che sono controllate da valvole che si trovano collegate ai tasti; al vibrare le ance emettono il suono.

Caratteristiche

Come scegliere una buona diamonica? Beh, di certo ci sono un paio di caratteristiche che orientano la scelta. Una di queste è sicuramente il numero di ottave. Come abbiamo visto la diamonica può essere di s oppure due ottave  e mezzo. Se non ci sono particolari esigenze legate allo spazio (magari si preferisce una diamonica da due ottave perché più comoda da mettere nello zaino di vostro figlio), noi suggeriamo di prendere il modello con maggior estensione. Tenete comunque presente che nella maggior parte dei casi la diamonica è accompagnata da una custodia di plastica pertanto anche il trasporto a mano non costituisce un grosso problema. 

L’altra questione riguarda i materiali, la qualità costruttiva. Abbiamo detto che si tratta di uno strumento in uso per le lezioni di musica all scuole medie, in questo caso la qualità dei materiali non deve essere eccelsa, il discorso cambia se volete suonare la diamonica ad alti livelli. Qui la qualità costruttiva deve necessariamente avere standard più alti e di conseguenza anche i materiali. Nel primo caso sarà sufficiente un budget di pochi euro perché è uno strumento più economico mentre nel secondo parliamo di qualche centinaio di euro. Sono questi i principali aspetti da valutare prima di decidere quale diamonica comprare.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come suonare la diamonica?

Fondamentalmente ci sono due possibili modi per suonare la diamonica. Potete decidere di tenerla adagiata su una superficie, in questo caso dovrete necessariamente collegare l’apposito tubo, oppure tenendola in mano quindi servendovi del bocchino. In entrambe i casi bisogna sempre soffiare aria all’interno dello strumento e contemporaneamente premere i tasti per emettere le note desiderate. 

Bisogna controllare la respirazione e soffiare piano per ottenere note “leggere” o forte per avere l’effetto contrario. Tenete le mani rilassate, controllate soprattutto che le dita non siano rigide. Se lo strumento non si trova appoggiato su di un pano, il pollice va sotto la base dello strumento.

 

Come pulire il tubo della diamonica?

La pulizia del tubo della diamonica non è complicata. Nella maggior parte dei casi è sufficiente un po’ d’acqua corrente che si può far scorrere all’interno del tubo. Per una maggiore igiene ma anche per eliminare eventuali cattivi odori si può usare qualche goccia di sapone per i piatti; è importante risciacquare bene. Prima di sistemare il tubo nella custodia, controllate che sia perfettamente asciutto. 

Per lo sporco più ostinato, chiaramente visibile a occhio nudo, è possibile attuare il seguente metodo. Mettete sufficiente acqua in una bacinella, aggiungete qualche goccia di candeggina e mettete il tubo in ammollo per una decina di ore. Trascorso questo tempo, sciacquate con acqua e fate asciugare il tubo.

 

La mia diamonica non suona più come prima, perché?

Se notate che il suono della vostra diamonica è cambiato, per non dire peggiorato, escludendo qualche danno alle lamelle, sempre possibile soprattutto nel caso di strumenti economici, è molto probabile che la diamonica sia sporca. Una accurata pulizia dovrebbe risolvere il problema.

 

La melodica va intonata?

Nella diamonica il problema di intonazione è sicuramente minore rispetto ad altri strumenti, però si presenta. Molti non ci danno peso ma è chiaro che chi ha bisogno di un suono perfetto sotto tutti i punti di vista deve necessariamente intervenire. L’operazione non è alla portata di tutti, bisogna limare leggermente parte delle lamelle che non sono intonate con della carta abrasiva fine. Se non si sa dove mettere le mani è meglio rivolgersi a un professionista.

 

 

 

Come utilizzare una diamonica

 

Molto spesso il primo incontro con questo strumento a fiato avviene a scuola, le medie per essere precisi. La diamonica è l’alternativa al flauto per eseguire la parte pratica delle lezioni di musica quando si impara anche a leggere gli spartiti. In molti casi la diamonica è vista come uno strumento giocattolo ma in vero ne esistono anche modelli professionali che costano centinaia di euro ma probabilmente voi che siete giunti fin qui avete speso una cifra ragionevole e adesso volete capire cosa farci. Vi aiutiamo noi.

Tecnica di respiro

Come per tutti gli strumenti a fiato anche nel caso della diamonica la respirazione è importante, bisogna imparare a controllarla. In linea generale possiamo dire che ci sono diversi metodi per ottenere differenti toni ma per sintetizzare possiamo dire che un respiro leggero permette di emettere note dolci mentre un suono forte richiede maggiore aria spinta con più pressione. 

Per ottenere particolari effetti si può usare la lingua, un po’ come per il flauto. È da tenere presente che quando si premono due o più note in contemporanea sarà necessario suonare più forte per un volume adeguato.

 

La mano sulla tastiera

C’è più di un approccio per la mano che tocca i tasti, l’importante è che questa, così come le dita, siano rilassate. Il pollice va sotto la diamonica. Anche per questo strumento è possibile eseguire dei bending, serve un po’ di pratica ma l’esecuzione non è complicata. In pratica si suona la nota e mentre lo si continua a fare si solleva lentamente il dito dal tasto allentando così la pressione e ottenendo un calo di intonazione.

 

Eliminare la condensa

Dopo aver suonato è opportuno eliminare la condensa e la saliva che inevitabilmente si formano all’interno dello strumento. L’operazione è semplice, basta premere il pulsante che si trova all’estremità della diamonica e soffiare dal bocchino come se si volesse suonare.

Pulizia approfondita

Lo sporco pregiudica il suono della dinamica, in casi estremi è necessaria una pulizia all’interno dello strumento. Capovolgete la diamonica e  svitate le viti. Sotto ai tasti c’è una parte metallica, tamponatela con della carta assorbente, strofinate leggermente nei punti dove è accumulato lo sporco. 

La scocca può essere pulita internamente con un panno imbevuto di alcol. Aiutandovi con un cottonfioc imbevuto di alcool pulite l’imboccatura. Rimontate lo strumento e sempre con un panno imbevuto di alcol, pulite i tasti. Asciugate bene con della carta. Per la pulizia tra lo spazio che intercorre tra un tasto e l’altro potete usare cotton fioc e alcool.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments