Ultimo aggiornamento: 23.08.19

 

Batteria elettronica – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

La batteria elettronica è al momento l’unica soluzione economica per poter imparare o praticare lo strumento senza rischiare di far infuriare il vicinato. Sebbene il feeling non sia assolutamente paragonabile a quello di una batteria acustica, le nuove tecnologie in campo audio hanno permesso alle diverse ditte produttrici di creare dei modelli elettronici con samples sempre più autentici. In questa guida vi proponiamo le batterie elettroniche più apprezzate dagli utenti per il loro rapporto qualità-prezzo tra le quali troverete il modello Yamaha Dd 75 Transport ables Drum Set, una batteria elettronica portatile ideale per allenarsi prima di un concerto o per suonare in casa senza ingombrare. La seconda è Roland TD4KP – TD 4 KP, una vera e propria batteria elettronica composta da percussioni, piatti e una comoda centralina.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori batterie elettroniche

 

Prodotti raccomandati

 

Batteria elettronica Yamaha

 

Yamaha Dd 75 Transport ables Drum Set

 

Tra le migliori batterie elettroniche del 2019 questo modello di Yamaha si distingue per la sua estrema praticità e per le dimensioni compatte. Si tratta di una batteria elettronica da tavolo ideale per tutti i batteristi che non riescono proprio a fare a meno di suonare, ovunque si trovino.

È ideale per chi suona spesso dal vivo e vuole avere dei pad di buon livello sempre a portata di mano per potersi allenare. Grazie alle sue misure ridotte la si potrà portare ovunque senza ingombrare spazio, inoltre si potrà collocare facilmente su un tavolo o su una scrivania.

Dispone di otto tamburi e 105 tracce sulle quali potersi allenare, inoltre è possibile collegare dispositivi portatili come smartphone o tablet per esercitarsi sui propri brani preferiti. L’unico neo riportato dagli utenti sta nei pedali un po’ troppo sensibili e mobili.

Nonostante questo difetto, La batteria elettronica Yamaha rimane tra i modelli più venduti, quindi se siete interessati cliccate sul link del negozio qui di seguito per acquistarlo a prezzi bassi.

 

Pro

Compatta: La batteria elettronica Yamaha si rivela pratica e facile da trasportare e consente a tutti i musicisti di potersi allenare e suonare in diversi contesti.

Suono: Gli utenti hanno commentato positivamente il suono espresso dallo strumento e la sensibilità delle otto diverse percussioni.

Tracce: Per allenarsi sarà possibile scegliere tra le 105 tracce diverse presenti, in più collegando dispositivi come smartphone o tablet si potrà suonare sui propri brani preferiti.

 

Contro

Pedali poco stabili: La cassa e il charleston sono gestiti da due pedali da posizionare a terra che risultano poco stabili e troppo sensibili.

Acquista su Amazon.it (€219)

 

 

 

Batteria elettronica Roland

 

Roland TD4KP – TD 4KP

 

Se non sapete quale batteria elettronica scegliere e cercate un prodotto che non occupi troppo spazio, potete optare per questo modello prodotto da Roland.

È composta da tre tom, un rullante, un charleston, crash e una cassa. Le percussioni sono state realizzate in gomma per dare naturalezza al tocco e per emulare il feedback dei modelli acustici. Il vantaggio principale del prodotto sta nelle sue dimensioni estremamente compatte che consentono di sistemarlo anche in una piccola stanza o sala prove.

La batteria elettronica Roland è adatta per principianti e musicisti intermedi che vogliono allenarsi in casa senza disturbare.

Il montaggio semplice consente di prepararla velocemente, mentre grazie alla centralina si potranno selezionare diversi suoni e collegare la batteria al PC per registrare con dei programmi appositi. Vediamo quali sono i suoi lati positivi e negativi nella nostra consueta tabella. Se siete convinti, ma non sapete dove acquistare il prodotto, potete cliccare sul link del negozio.

 

Pro

Dimensioni: Il kit si presenta con delle misure compatte che permettono di posizionarlo in una stanza o in una saletta di pochi metri quadri.

Feeling: I tom e il rullante sono rivestiti in gomma al fine di dare al musicista il giusto feeling e il feedback durante le sessioni allenamento e l’esecuzione dei brani.

Centralina: Utilizzando la centralina sarà possibile selezionare i suoni, avviare basi musicali e collegare la batteria al PC per registrare.

 

Contro

Suoni del rullante: Sono davvero pochi quelli a disposizione, cosa che rende la batteria elettronica Roland poco versatile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Batteria elettronica Alesis

 

Alesis Nitro Mesh Kit

 

Sebbene il prezzo sia abbastanza alto, la batteria elettronica Alesis merita un posto nella nostra classifica per la sua qualità davvero eccelsa. Si presenta con un set di percussioni e piatti da montare su un pratico e resistente rack. La configurazione da otto pezzi consente a utenti intermedi e avanzati di cimentarsi in diversi brani o generi musicali, senza porsi troppi limiti.

Le pelli in mesh restituiscono una risposta realistica che permette di sfruttare il proprio tocco nell’esecuzione dei brani. Dalla centralina sarà possibile selezionare fino a 350 suoni diversi da provare su 60 tracce, tra le quali non manca il metronomo per gli esercizi.

Per facilitare ulteriormente l’apprendimento, la batteria dispone di un ingresso aux per dispositivi portatili e un registratore. Se volete fare una comparazione tra i vantaggi e gli svantaggi del prodotto allora continuate la lettura della nostra tabella dei pro & contro.

 

Pro

Qualità: Le pelli in mesh delle percussioni sono in grado di restituire una risposta realistica e un feeling molto simile a quello delle batterie acustiche.

Resistente: I materiali solidi delle aste e del rack consentono di montarla saldamente e di suonare senza porsi limiti.

Centralina: Si potranno selezionare fino a 350 suoni e suonare su 60 tracce di accompagnamento, inoltre la centralina si potrà collegare con diversi dispositivi per registrare.

 

Contro

Pedale: Quello del charleston non è collegato ad alcuna asta, cosa che lo rende poco preciso e poco stabile, specialmente durante l’esecuzione di brani particolarmente veloci.

Acquista su Amazon.it (€399)

 

 

 

Batteria elettronica per bambini

 

Simba Toys 106835639

 

Se siete in cerca di una buona batteria per bambini, allora potete puntare su questo modello prodotto da Simba Toys. Tra le offerte è probabilmente quella con il prezzo più conveniente, inoltre si presenta con un design accattivante che non mancherà di attirare l’attenzione dei piccoli musicisti in erba. Una delle caratteristiche più apprezzate di questa batteria è la possibilità di collegarvi un lettore MP3 che consente ai bambini di suonare sulle loro canzoni preferite.

Il prezzo molto conveniente è un altro punto di forza insieme alle dimensioni compatte che consentono ai bambini di suonare anche appoggiati ad un tavolo.

I pareri positivi degli utenti si sprecano, sebbene ci sono state un po’ di critiche sui materiali utilizzati non proprio di altissima qualità. Tra le offerte dei modelli per bambini venduti online, la batteria di Simba è probabilmente quella con il miglior rapporto qualità-prezzo. Per acquistarla cliccate sul link del negozio situato dopo la tabella dei pro & contro.

 

Pro

Dimensioni: Compatta e leggera, la batteria si potrà posizionare su un tavolo o su qualsiasi altra superficie per permettere ai bambini di suonare ovunque.

MP3: Nell’apposito spazio sarà possibile collegare un lettore MP3 per permettere ai bambini di suonare sulle loro canzoni preferite.

Prezzo: Il prodotto risulta più economico rispetto ad altre batterie giocattolo, ideale per chi ha un budget o vuole provare a vedere se i bambini si possono interessare allo strumento.

 

Contro

Materiali: Visto il prezzo non ci si poteva aspettare dei materiali eccelsi. La plastica utilizzata infatti non si rivela particolarmente resistente.

Acquista su Amazon.it (€26,11)

 

 

 

Batteria elettronica da tavolo

 

Alesis CompactKit 4

 

Le batterie elettroniche da tavolo sono molto pratiche e permettono di allenarsi ovunque ci si trovi senza aver bisogno di troppo spazio. Per questo sono in molti i musicisti a cercarle, facendo di conseguenza aumentare la produzione da parte delle marche più famose. Il modello di Alesis dispone di 4 pad sensibili al tocco e alla velocità, ideali per musicisti intermedi che hanno già imparato a gestire la potenza dei colpi nelle loro esecuzioni.

Il kit dispone di 70 voci impostabili per le diverse percussioni, 10 effetti e ben 50 brani di accompagnamento ideali per sbizzarrirsi in diversi generi musicali. Degna di nota sono le funzioni ‘Game’ e ‘Coach’ che permettono di divertirsi e imparare grazie a delle sfide interattive con delle note mostrate sul display LCD.

Il prodotto si presenta con un prezzo molto interessante, se volete acquistarlo nuovo basterà cliccare sul link qui di seguito che vi porterà sulla pagina del negozio online.

 

Pro

Prezzo: Il vantaggio di questa batteria sta proprio nel suo costo di vendita molto conveniente, ideale per chi vuole divertirsi e imparare un po’ di basi senza spendere troppo.

Funzioni: Le diverse modalità di apprendimento permettono di imparare qualche ritmo base tramite dei semplici esercizi guidati, rappresentati graficamente sul display LCD.

Effetti: Nonostante il prezzo conveniente, la batteria si presenta con un buon numero di effetti grazie ai quali sarà possibile cimentarsi in diversi generi.

 

Contro

Materiali: Le bacchette, i pad e la scocca lasciano un po’ a desiderare in quanto a materiali.

Acquista su Amazon.it (€69)

 

 

 

Batteria elettronica Medeli

 

Medeli DD60

 

La batteria elettronica Medeli è particolarmente indicata ai principianti che hanno iniziato a prendere lezioni e non hanno spazio in casa per poter montare una batteria elettronica con rack e pedali. Oltre ai principianti, la batteria da tavolo può essere una buona idea regalo per dei bambini, in modo da farli divertire picchiando sui pad e vedere se possono appassionarsi allo strumento.

Il modello dispone di quattro pad sensibili al tocco grazie ai quali si potrà trovare il ‘feeling’ adeguato per ciascun brano o genere musicale.

Non manca la possibilità di selezionare fino a 80 effetti e 20 tracce demo per l’allenamento e di utilizzarla con le cuffie in modo da non disturbare il vicinato. Confrontiamo i pro e contro del prodotto nella tabella sottostante, dopo la quale troverete un link che vi porterà alla pagina del negozio online.

 

Pro

Pratica: La batteria potrà essere posizionata comodamente su un tavolo o su una scrivania per suonare ovunque. Le dimensioni compatte la rendono particolarmente adatta ai bambini.

Suoni: Con 80 effetti da utilizzare su 20 tracce demo non mancherà la possibilità di divertirsi, allenandosi allo stesso tempo sul ritmo e sul groove.

Pad: Sensibili al tocco, permettono al musicista di allenarsi ed eseguire i brani dando il giusto feeling e intensità ai colpi.

 

Contro

Poco resistente: I materiali lasciano abbastanza a desiderare, infatti secondo alcuni utenti la batteria si può rompere facilmente dopo una caduta.

Acquista su Amazon.it (€62,99)

 

 

 

Accessori

 

Cuffia per batteria elettronica

 

Alesis DRP100

 

Le cuffie per batteria elettronica di Alesis sono indispensabili per poter suonare a qualsiasi orario del giorno senza dare fastidio a nessuno.

Il design curato permette di indossarle senza alcun fastidio e di tenerle stabili durante l’utilizzo. La fascia in silicone impedisce al sudore di disturbare il musicista, inoltre si rivela molto robusta.

La risposta in frequenza si attesta su ottimi livelli, così sarà possibile suonare lo strumento e sentire con precisione tutti i colpi, anche su una base musicale.

Per funzionare le cuffie devono essere attaccate alla centralina della batteria tramite un cavo mini jack stereo (3.5 mm). Nella confezione si troverà anche un adattatore jack 6.3 mm.

Acquista su Amazon.it (€47,02)

 

 

 

Amplificatore per batteria elettronica

 

Subzero DR-30 Amp per batteria

 

Un amplificatore per batteria elettronica può tornare molto utile in contesti live dato che può facilmente aumentare il volume del suono dello strumento e propagarlo per l’ambiente.

Il modello di Subzero si presenta con una cassa e un preamplificatore integrato dal quale sarà possibile regolare il volume ed equalizzare alti e bassi.

Si presenta con una forma rettangolare e quindi si potrà utilizzare anche come monitor spia per i musicisti sul palco. Ha un suono ben bilanciato, inoltre il prezzo di vendita molto conveniente lo rende accessibile anche a chi ha un budget limitato.

 

Acquista su Amazon.it (€128,9)

 

 

 

Pad per batteria elettronica

 

Gear 4 Music Pad percussivo digitale a doppia zona per batteria elettronica

 

Avete picchiato così tanto dal rompere una percussione? O magari ne volete aggiungere un’altra per i vostri esercizi più complessi?

Con questo pad per batteria elettronica potrete facilmente sostituire quelli danneggiati o montarlo sul rack e configurarlo come se fosse un tom.

È compatibile con la maggior parte delle batterie elettroniche ed è prodotto in gomma, un materiale che lo rende silenzioso e reattivo ai colpi.

Va collegato alla centralina tramite un cavo jack incluso nella confezione e si può fissare comodamente a un’asta o al rack grazie alla chiavetta che permette di allentarlo o stringerlo.

 

Acquista su Amazon.it (€59,4)

 

 

Come scegliere una buona batteria elettronica

 

Avete il desiderio di imparare a suonare la batteria, ma abitate in un condominio? Non c’è problema, sul mercato ci sono tantissime batterie elettroniche che potrete suonare senza dare fastidio a nessuno. Certo, il feeling non sarà quello della batteria acustica, ma per tenersi allenati nei fondamentali e imparare nuovi ritmi o pattern un modello elettronico va più che bene. Per capire come scegliere una buona batteria elettronica continuate pure la lettura, altrimenti potete dare un’occhiata alle nostre opinioni sui prodotti più apprezzati dagli utenti.

Da tavolo o completa?

La migliore batteria elettronica si presenta solitamente con un kit di 8 pad tra i quali troviamo un rullante, tre tom, tre piatti, un charleston e una cassa. Con una configurazione simile si potranno suonare diversi generi musicali e praticare ritmi o pattern senza alcuna limitazione. I principianti però dovrebbero orientarsi verso un modello più compatto, magari con un tom o un piatto in meno, in modo da poter studiare i fondamentali senza alcuna distrazione da percussioni superflue.

Sul mercato esistono anche comodissime batterie elettroniche da tavolo, degli strumenti composti da pochi pad sistemati direttamente su una centralina che consentono di praticare ovunque e con il minimo ingombro. Questi modelli sono solitamente consigliati a musicisti intermedi o avanzati che devono tenersi allenati durante un tour e non hanno molto spazio a disposizione. Di questa tipologia esistono anche dei modelli progettati per i bambini che si potranno divertire a picchiare sui pad, sviluppando il senso del ritmo.

 

Centralina

La centralina è il cuore pulsante della batteria elettronica, infatti è la parte che si occupa di gestire il suono di ogni percussione, di amplificarlo o di mandare il segnale alle cuffie. Utilizzando la centralina sarà possibile selezionare i diversi suoni o far partire le basi musicali a disposizione. A seconda del prezzo e della tipologia di batteria elettronica si potrà trovare un determinato numero di campioni per i pad e i piatti, utili per divertirsi a suonare diversi stili musicali.

I principianti possono optare per un prodotto con meno suoni, mentre musicisti intermedi o avanzati vorranno una scelta più ampia per poter trovare la configurazione più adatta ai loro gusti. Per quanto riguarda le basi musicali, queste possono tornare molto utili, sebbene conviene cercare una batteria alla quale sia possibile collegare dispositivi portatili o il laptop per potersi esercitare sui propri pezzi preferiti.

Qualità del suono

La batteria elettronica ha degli svantaggi notevoli rispetto ai modelli acustici di cui tenere conto prima dell’acquisto. Non si può pensare di imparare a suonare la batteria praticando solo ed esclusivamente su un modello elettronico, perché si tratta di due mondi completamente diversi. A livello di suono però sono stati fatti molti passi avanti, con batterie elettroniche capaci di emulare in modo soddisfacente rullanti, cassa e tom.

Vi avvisiamo però che la qualità del suono fa aumentare notevolmente il prezzo del prodotto, inoltre i piatti avranno sempre poca profondità e saranno quelli meno realistici. Il feeling con la batteria elettronica sarà ‘semplificato’ dalla gomma sui pad che devono essere prodotti con un buon materiale in grado di dare il giusto rimbalzo alle bacchette.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come amplificare una batteria elettronica?

Amplificare una batteria elettronica è molto semplice, basta acquistare una cassa con pre-amplificatore da collegare alla centralina. Questa invierà il segnale allo speaker dal quale usciranno i suoni di tutte le percussioni. Il pre-amplificatore integrato vi consentirà di gestire il volume in uscita e di regolare le frequenze base, ovvero gli alti e i bassi. Amplificare una batteria elettronica conviene in due casi: se il suono della centralina non è abbastanza potente o se dovete suonare dal vivo e in sala prove insieme ad altri strumenti. Se suonate a casa potete sempre optare per un paio di buone cuffie in modo da allenarsi senza disturbare.

 

Come montare una batteria elettronica?

Dipende dal tipo di batteria. Ci sono i modelli da 8 o più pezzi che solitamente si presentano con un rack sul quale montarli facilmente. Il rack altro non è che una lunga asta orizzontale dove poter sistemare i vari pad. Nel caso i pad siano di meno noterete che ognuno di loro dispone di un’asta al quale dovranno essere fissati. Tenete sempre conto che il rullante e il charleston dovranno essere vicini, la cassa al centro e i tom a destra del rullante. Per quanto riguarda i piatti, tenete il crash sui tom o se preferite sopra il rullante.

 

Come si suona la batteria elettronica?

La batteria elettronica si suona esattamente come quella acustica, ovvero con un paio di bacchette che solitamente si trovano in dotazione. La batteria è uno strumento molto complesso che richiede un bel po’ di pratica nei fondamentali, ma allo stesso tempo risulta anche intuitivo. Se avete un buon senso del ritmo e siete coordinati potreste trovarvi subito a vostro agio, sebbene dovrete comunque fare un po’ di esercizio per gestire bene il pedale del charleston e della cassa. Ci sono anche diversi pattern e ritmi base da imparare, con regole precise che vi invitiamo a seguire, almeno nei primi anni di apprendimento.

 

Come pulire la batteria elettronica?

La batteria fa sudare e anche parecchio! Nei generi musicali più veloci si trasforma quasi in esercizio atletico, quindi munitevi di pazienza e preparatevi a pulirla. Per la manutenzione dello strumento non usate prodotti disinfettanti, perché potreste rovinare l’elettronica. Per rimuovere il sudore o la polvere sarà sufficiente una pezza asciutta da passare sulla centralina e sui vari pad. Potete anche smontarla per una pulizia più accurata, inoltre per tenere lontana la polvere vi consigliamo di coprirla con un lenzuolo o una coperta.

 

Qual è la differenza tra una batteria elettronica e una acustica?

Tra le due tipologie c’è davvero tanta differenza. Contate che la batteria acustica produrrà un suono autentico e avrà una dinamica impossibile da riprodurre a livello elettronico, anche con il miglior campionamento. Inoltre la batteria acustica da al musicista la possibilità di esprimersi con il tocco e il feeling, risultando allo stesso tempo molto più ‘difficile’ da suonare dato che si dovrà imparare a dosare la forza e l’intensità.

La batteria elettronica però è un buon modo per avvicinarsi allo strumento, specialmente per i bambini che per forza di cose sono dotati di poca forza fisica. Inoltre la batteria elettronica può essere suonata in silenzio, con l’ausilio delle cuffie, mentre la batteria acustica dev’essere montata per forza in un luogo insonorizzato.

 

 

 

Come utilizzare una batteria elettronica

 

Come approcciarsi

Avete appena comprato una nuova batteria elettronica, ma non sapete proprio da dove cominciare. Persi tra tutti quei pad e piatti, state pensando che forse avreste dovuto pensarci due volte prima di acquistarla. Niente paura! Come tutti gli strumenti, la batteria all’inizio può mettere in soggezione, ma il trucco è affrontare lo studio con pazienza. Non possiamo certo dirvi come suonare la batteria ma vi daremo qualche utile consiglio per potervi avvicinare nel modo giusto.

 

 

Gestione dei pad

Se vi piace la musica probabilmente sapete più o meno come è composta una batteria. Fondamentalmente il ritmo principale viene prodotto dalla combinazione tra rullante, charleston e cassa, mentre dei ‘fill’ se ne occuperanno i tom. I piatti servono per dare accenti alla fine di ogni battuta. La difficoltà principale dello strumento sta nel gestire bene tutte le percussioni e sapere quando e come utilizzarle.

Partite dal pad che funge da rullante e sentite il feeling, poi passate al pedale per il charleston e alla cassa. I pedali all’inizio saranno la parte più ostica con la quale familiarizzare, nonché la più faticosa. Provate a divertirvi dando qualche colpo ai piatti e a giocare con i tom e il rullante. In seguito vi consigliamo di seguire qualche manuale o video sul web per poter iniziare a fare pratica con i fondamentali.

 

Bacchette

Senza le bacchette non potete suonare la batteria, a meno che non vogliate emulare Jon Bonham dei Led Zeppelin. Impugnate le bacchette correttamente, tenendole dalla parte inferiore. Per suonare dovrete colpire i pad e i piatti con la parte rotonda della bacchetta, ma non preoccupatevi se all’inizio ‘steccate’ perché fa parte del processo di apprendimento. Cercate di mantenere una posizione comoda sullo sgabello, senza piegare la schiena troppo in avanti o indietro al fine di evitare dolori muscolari alla fine dell’allenamento.

Non stringete le bacchette con tutta la vostra forza e cercate di tenere il polso rilassato. Quando vi sarete stancati o iniziate ad avvertire qualche doloretto smettete subito e prendetevi una lunga pausa. Ricordate che le pause da un allenamento all’altro consentono al corpo e alla mente di immagazzinare gli esercizi e di creare memoria muscolare.

 

 

Autodidatta o maestro?

Ogni strumento può essere imparato senza ricorrere ad un maestro, soprattutto la batteria. Trattandosi di uno strumento ritmico, la batteria si basa molto sull’istinto e quindi permette al musicista di esprimersi subito senza alcuna nozione. Ovviamente a meno che non vogliate picchiare a casaccio su piatti, rullanti e tom come dei cavernicoli, fareste bene a provare ad emulare i ritmi base dei vostri pezzi preferiti o trovare dei video su Youtube che vi illustrano come eseguirli.

Una volta afferrati i fondamentali potrete benissimo continuare da soli, imparando pattern e ritmi seguendo i vostri batteristi preferiti. L’allenamento con un maestro vi può dare dei grandi vantaggi specialmente all’inizio, inoltre vi permetterà di proseguire gli studi nei generi musicali più avanzati. Solitamente i maestri di batteria sono abbastanza costosi, questo perché in Italia non sono tantissime le persone che suonano questo strumento.