Ultimo aggiornamento: 27.09.22

 

Le chitarre per mancini sono molto comuni sul mercato degli strumenti musicali, scopriamone di più. 

 

Se siete mancini e volete imparare a suonare la chitarra, probabilmente state cercando una buona chitarra per mancini. Oppure volete fare un bel regalo ad un ragazzo o bambino abituato ad usare la mano sinistra. In entrambi i casi potrete trovare diverse chitarre per mancini sul mercato.

Ma quali sono le differenze con le chitarre per destrorsi? In realtà nessuna, a parte che la cassa e il ponte sono orientati a destra, in modo da permettere ai mancini di ritrovare le corde nel giusto ordine, ovvero E-A-D-G-B-E. Vi state chiedendo qual è il significato di destrorsa? Semplice, una persona che usa la mano destra, sebbene sia un termine dotto che negli anni è stato sostituito semplicemente con ‘destro’. 

In linea di massima, i mancini si troveranno meglio a suonare le corde con la mano sinistra e a premere i tasti con la destra, sebbene questa regola non sia universale. Ci sono molti chitarristi mancini che hanno imparato a suonare le chitarre normali, abituandosi al design classico. 

Ad ogni modo, se avete una vecchia chitarra a casa e volete trasformarla in una versione per mancini non dovrete fare altro che cambiare l’ordine delle corde. Sostituite le corde vecchie con una muta nuova, poi girate la chitarra in modo che la tastiera sia orientata verso destra e cominciate a montare le corde in modo da ottenere l’ordine E-A-D-G-B-E (Mi, La, Re, Sol, Si, Mi cantino). Una volta fatto, avrete completato la trasformazione della vostra chitarra, senza aver speso un soldo. 

Chiaramente, sulla chitarra elettrica mancina con ponte mobile, dovrete fare un minimo di attenzione nel cambio delle corde, cambiando il settaggio del ponte per non far tirare troppo le corde e ottenere la giusta accordatura. Ovviamente, se volete comprare una chitarra nuova e siete mancini, vi conviene comunque puntare ad una chitarra elettrica per mancini prodotta dalle migliori marche come Fender, Gibson, ESP e Musicman, oppure affidandovi a qualche valida sottomarca come Epiphone, Squire ed LTD se volete risparmiare. 

Se invece state cercando una chitarra per bambini allora vi consigliamo di puntare su una chitarra mancina in modo da far abituare subito i bambini alla posizione giusta. Per i bambini vi consigliamo di scegliere una chitarra classica con corde in nylon più morbide, mentre per quelli più cresciuti e per i ragazzi potete anche puntare su una chitarra acustica mancina.

E per quanto riguarda la tecnica? Chi suona la chitarra con la mano destra è avvantaggiato rispetto a chi ha una mano mancina? Assolutamente no, gli accordi per destri si riproducono ugualmente sulle tastiere per mancini. Le difficoltà per i primi tempi saranno uguali per tutti, d’altronde la chitarra è uno strumento che non perdona, specialmente nei primi mesi di apprendimento.

Perché risulta così ostico? Semplice, prima di tutto il modo in cui sono disposti toni e semitoni sulla tastiera può risultare confusionale, così come le intricate posizioni degli accordi, anche di quelli maggiore e minore. Il largo uso della posizione barrè può scoraggiare i neofiti, inoltre le mani (specialmente quella della tastiera) verranno sottoposte ad uno stress notevole. La formazione dei calli e lo stretching della mano possono risultare molto fastidiosi e sono tra i principali motivi che portano i principianti a mollare lo strumento ancora prima di aver imparato i primi due accordi del giro di DO. 

Ovviamente non scriviamo questo per scoraggiarvi, solo per farvi capire che non importa quale chitarra utilizziate per iniziare, dovrete munirvi di un po’ di pazienza e venire alimentati dalla vostra passione per la musica al fine di poter riuscire a superare il muro iniziale posto dalla chitarra. Dopo la formazione dei calli e dopo che avrete raggiunto una discreta coordinazione tra le due mani, vedrete che studiare i brani vi sembrerà più semplice. L’ostacolo successivo è suonare a tempo, ma per quello è bene aiutarsi con un metronomo e fare molto esercizio.

Essere mancini quindi non impedisce di suonare bene la chitarra, non è un caso che molti chitarristi leggendari lo siano. 

Tony Iommi dei Black Sabbath è mancino. Uno dei più grandi chitarristi della storia dell’hard rock e dell’heavy metal che con i suoi riff ha influenzato e continua ad influenzare band su band. Un altro chitarrista mancino che vale la pena nominare è Albert King, bluesman magari poco conosciuto ai più, ma che molti ritengono è l’unico vero ‘King’ del blues e fonte di ispirazione per altri chitarristi leggendari come Stevie Ray Vaughan e Robben Ford. 

Volete una vera leggenda? Jimi Hendrix era mancino, proprio lui infatti suonava la chitarra  girata e con le corde invertite. Così come Kurt Cobain dei Nirvana e il mitico Paul McCartney dei Beatles. Infine, tra i chitarristi mancini più famosi, troviamo Dick Dale. Se il nome non vi dice niente, probabilmente il film Pulp Fiction vi darà qualche indizio. Dale è stato tra i primi a suonare la chitarra elettrica usando il tremolo picking, tecnica di plettrata adottata nel heavy metal e nei suoi sottogeneri più estremi.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI