Ultimo aggiornamento: 24.11.20

 

Console DJ – Consigli d’acquisto Classifica e Recensioni 

 

Il mondo del DJing è molto complesso, sia per quanto riguarda la conoscenza della musica, sia per lo studio del suono in tutte le sue sfaccettature. Lo strumento principale di ogni buon DJ è la sua fida console, dove è possibile gestire il mix delle tracce in maniera precisa e usarla anche per produrre loop o basi musicali. Se siete dei DJ in erba e volete acquistare una nuova console  allora siete arrivati sulla pagina giusta. Qui potrete trovare utili consigli d’acquisto che vi aiuteranno a trovare quella giusta per le vostre. Tra i modelli più venduti troviamo Numark Party Mix particolarmente adatta ai principianti grazie al suo ottimo rapporto qualità-prezzo. In alternativa potete puntare sul modello Pioneer DJ DDJ-200 Smart Controller dal costo leggermente più alto, una buona soluzione per allenarsi a casa e mixare con controlli precisi e responsivi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori console DJ – Classifica 2020

 

Qui di seguito troverete i nostri pareri sui modelli più venduti e apprezzati per il loro rapporto qualità-prezzo. Leggendo le recensioni potrete farvi un’idea delle diverse offerte online, inoltre potrete trovare una tabella con il confronto tra i pregi e i difetti di ogni singolo prodotto. Buona lettura!

 

 

1. Numark Party Mix – Console DJ a 2 Canali

 

La migliore console DJ per rapporto qualità-prezzo, tra i modelli venduti online la Numark è quella che più si adatta alle esigenze dei principianti. Si presenta con un layout intuitivo, costituito da pad luminosi e da due canali ben divisi grazie ai quali potrete cominciare a praticare sui vostri missaggi senza fare confusione. 

Il crossfader responsivo vi consente di passare da un canale all’altro con precisione, mentre le due jog wheel si possono usare sia per gestire le tracce, sia per fare un po’ di scratching e personalizzare le proprie playlist. Il controller dispone anche di luci colorate intermittenti con le quali potrete dare vita alla vostra postazione da DJ quando partecipate alle feste. 

Nella confezione è incluso un software Serato DJ con il quale creare le playlist, ma si tratta di una versione demo con funzioni limitate, quindi non potrete usarlo per la produzione musicale.

 

Pro

Intuitiva: Il layout della console si rivela molto semplice da utilizzare, ideale quindi per imparare le basi del DJing con più facilità.

Pratica: Il peso e le dimensioni ridotte vi permettono di portarla ovunque senza fare troppa fatica, inoltre non occupa troppo spazio nel vostro zaino

Divertente: Le luci colorate vi permettono di personalizzare la vostra postazione da DJ quando suonate per eventi o feste private. 

 

Contro

Software: Si tratta di una versione demo che si potrà usare solo per la creazione delle playlist. Per attivare le altre funzioni è necessario comprare quella completa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Pioneer DJ DDJ-200 Smart Controller per DJ 

 

Le console di Pioneer sono tenute in ottima considerazione dai DJ per l’alta qualità dei componenti e per la precisione dei controlli. Non a caso questo modello ha un prezzo leggermente più alto rispetto agli altri controller per principianti, ma se avete un buon budget allora non possiamo far altro che consigliarla. 

Il design compatto vi permette di usarla ovunque siate e di portarla facilmente in uno zaino senza occupare spazio. Per quanto riguarda le funzioni, avrete a disposizione due canali con crossfader, jog wheels e pad per poter personalizzare i vostri missaggi. 

La console si presta molto bene sia per i principianti, sia per gli utenti intermedi in cerca di un prodotto più solido, costruito con materiali altamente resistenti e durevoli nel tempo. Si può interfacciare sia con PC e MAC, sia con smartphone, sebbene per questi ultimi la configurazione via Bluetooth non è proprio semplicissima da effettuare.

 

Pro

Materiali: I componenti di alta qualità la rendono resistente e durevole nel tempo, ideale per un utilizzo prolungato sia in studio sia dal vivo. 

Layout: Molto intuitivo e allo stesso tempo versatile, potrete effettuare missaggi precisi passando da un canale all’altro grazie al crossfader. Non mancano le jog wheels e i pad per arricchire le playlist con scratche e loop. 

Compatibilità: Potrete usare la console sia con PC sia con MAC, in modo da poter creare playlist velocemente grazie al software incluso nel prezzo. 

 

Contro

Bluetooth: Si utilizza per usare la console con gli smartphone, ma la connessione non sembra essere troppo stabile, inoltre le app dedicate si rivelano complicate da usare. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Hercules 4780882 DJControl Inpulse 200

 

Pratica e facile da usare, la console DJ Hercules è un ottimo modello per cominciare a praticare. Il suo costo di vendita molto conveniente vi permette di acquistarla senza spendere troppo, ideale se volete provare un po’ di missaggi per vedere se il mondo del DJing può appassionarvi o meno. 

Le dimensioni compatte vi consentono di usarla in casa senza occupare troppo spazio sulla scrivania, inoltre potrete portarla con voi ovunque sistemandola comodamente nello zaino o in una borsa. Il layout a due canali si rivela molto semplice e intuitivo, con tutte le manopole e pad posizionati in modo chiaro per permettervi di imparare le basi senza fare confusione. 

Non mancano le funzioni di aiuto per principianti come ENERGY e il Beat Align che vi guideranno passo passo sulla selezione delle tracce e sulle tecniche di missaggio. L’unico neo del prodotto sono i componenti che non promettono molto bene in quanto a resistenza e durevolezza. 

 

Pro

Costo basso: Il controller si rivela più economico rispetto ad altri sul mercato, una scelta ideale per poter cominciare a praticare i missaggi senza spendere troppo.

Intuitivo: Il layout semplice vi permette di imparare le varie funzioni di base senza fare confusione, inoltre la console è dotata di guide luminose, Beat Align e Energy che vi danno avvisi su come effettuare i missaggi in modo ottimale. 

Pratica: Leggera e compatta, potrete usarla in casa o dal vivo senza occupare troppo spazio sulla scrivania o nello zaino per il trasporto.

 

Contro

Materiali: I componenti della console lasciano a desiderare, specialmente l’ingresso jack per le cuffie che in molti modelli si è rivelato difettoso. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Roland DJ-202 Controller DJ a 2 Canali

 

Roland è una marca molto cara agli amanti dell’elettronica e delle tastiere digitali, conosciuta per la qualità dei suoi prodotti. La console DJ proposta ha un prezzo abbastanza alto, quindi ve la consigliamo solo se avete già un po’ di esperienza nel DJing e state cercando un modello intermedio. 

Salta subito all’occhio il layout molto elegante e futuristico, ma allo stesso tempo un filo più complesso di quello delle console per principianti. Oltre alle funzioni per il missaggio delle tracce, la Roland si distingue per la presenza del drum kit integrato che presenta i suoni storici del Roland T-808, Tr-909 e TR-606. 

Grazie al drum kit potrete creare loop di batteria per la produzione musicale oppure per inserirli nei vostri missaggi e personalizzare così il vostro stile di DJing. Notevole anche la qualità audio dell’hardware che arriva a 24-bit/48 khz, una frequenza ottima per la riproduzione da speaker di diverse dimensioni. 

 

Pro

Layout: Il design spettacolare della console la rende molto bella da vedere, inoltre avrete a disposizione due jog wheels, otto pad ed un crossfader per rendere i vostri missaggi sempre interessanti.

Drum kit: Roland è una marca famosa per le sue batterie elettroniche che ha voluto inserire anche in questa console. Grazie a questa funzione potrete creare loop di batteria da usare per la produzione musicale o per personalizzare le playlist. 

Qualità audio: I componenti di alto livello la rendono durevole nel tempo e assicurano una riproduzione audio di ottimo livello.

 

Contro

Per intermedi: Sebbene la console si presenti come modello per principianti, in realtà le sue svariate funzioni possono generare un po’ di confusione per chi è alle prime armi. Il prezzo abbastanza alto la rende più adatta ad utenti intermedi. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Magma DJ Controller Workstation DDJ SR

 

Una volta cominciato a suonare in giro per locali, potreste considerare l’acquisto di una buona custodia per la vostra console, in modo da poterla portare ovunque senza il rischio di danneggiarla. Questo modello di Pioneer è stato progettato per le console DDJ-SR o DDJ-RR della stessa marca e si presenta con materiali davvero resistenti. 

Il rivestimento rigido della struttura è stato realizzato in compensato laminato e vinile da 9 mm, reso ancora più solido da parti in alluminio massiccio. Le chiusure a molla vi permettono di aprire e chiudere la valigetta con facilità, inoltre avrete a disposizione un ripiano scorrevole dove poter sistemare la console per suonare, in modo da avere sempre tutto l’occorrente sulla vostra postazione. 

Dispone anche di una piattaforma removibile dove piazzare il proprio laptop. L’interno della custodia è completamente imbottito, quindi potrà tenere al sicuro sia la console sia il laptop. 

 

Pro

Resistente: La custodia si presenta con materiali di alta qualità come l’alluminio e il compensato laminato che la rendono estremamente solida, in modo da tenere console e laptop al sicuro.

Imbottita: L’interno morbido vi permette di custodire tutto il vostro equipaggiamento da DJ senza preoccuparvi che urti o scossoni possano rovinarlo.

Pratica: La piattaforma scorrevole vi permette di preparare la postazione da DJ senza neanche tirare fuori la console dalla custodia.

 

Contro

Prezzo: Piuttosto costosa per essere una custodia, contando che non è un oggetto indispensabile a meno che non vi esibite in giro per locali con una certa frequenza.

Compatibilità: Consigliata solo se possedete una console Pioneer DDJ-SR o DDJ-RR.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Gator – G-Tour Controller DJ Custodia con piattaforma 

 

Non proprio il prodotto da DJ più conveniente sulla piazza, il modello di Gator si presenta con un prezzo piuttosto proibitivo se paragonato all’offerta. Si tratta infatti di una custodia compatibile con la console Pioneer DDJSX e DDJSX 2, dove potrete sistemare anche il vostro portatile per avere tutto l’occorrente a portata di mano quando suonate fuori. 

I materiali sono altamente resistenti, all’esterno si rivelano molto solidi, mentre all’interno l’imbottitura tiene al sicuro il contenuto da scossoni e urti. Grazie all’apertura scorrevole, potrete aprire la custodia e trovare subito la console pronto all’uso, posizionando il laptop sull’apposita piattaforma. 

In questo modo potrete ottimizzare lo spazio sulla postazione e avere tutto a portata di mano. Chiaramente vi consigliamo l’acquisto di questo prodotto solo se avete già avviato la vostra attività da DJ e siete soliti viaggiare spesso con il vostro equipaggiamento. 

 

Pro

Resistente: I materiali della custodia sono davvero solidi. All’esterno potranno proteggere il contenuto dagli urti, dalle cadute, dalla polvere e dagli schizzi in modo efficace, mentre l’interno imbottito tiene il vostro equipaggiamento al sicuro dagli scossoni. 

Pratica: L’apertura scorrevole vi consente di trovare subito la vostra console DJ e usarla immediatamente, inoltre sulla piattaforma potrete sistemare il laptop o altri oggetti. 

 

Contro

Costosa: Per essere una custodia da DJ, la Gator si presenta con un prezzo forse un po’ troppo alto che risulta proibitivo se avete un budget ridotto a disposizione. 

Compatibilità: Si può usare solo con console Pioneer DDJSX e DDJSX 2, perciò tenetene conto nelle vostre valutazioni d’acquisto. 

Acquista su Amazon.it (€269)

 

 

 

7. Hercules DJ Control Compact Console per DJ

 

Se non sapete quale console DJ comprare e state cercando un modello economico dalle dimensioni compatte, allora questo modello di Hercules può fare al caso vostro. Viene venduto ad un costo davvero molto conveniente, ideale per cominciare a praticare il DJing, ma che potrete apprezzare anche se avete già un po’ di esperienza. 

La Hercules infatti si propone come ottima console di riserva, per allenarsi o per partecipare a qualche serata in locali dove non c’è molto spazio per creare una postazione completa. Il layout semplice ha tutto il necessario per il missaggio base, compreso il cross fader per il passaggio da un canale all’altro e le jog wheels per la gestione delle tracce. 

Nel prezzo è inclusa una versione di DJUCED 18, un software da DJ per la creazione e la gestione delle playlist. Chiaramente non aspettatevi chissà quale qualità dei materiali, si tratta pur sempre di una console portatile e non di un modello professionale. 

 

Pro

Pratica: Le dimensioni davvero compatte vi permettono di portarla ovunque andiate, una soluzione ideale per divertirvi e suonare sia a casa sia nei locali di pochi metri quadri.

Per principianti: Il layout basilare è ideale per imparare le basi del DJing con il crossfader, le jog wheels e i pad. Anche i DJ navigati potranno apprezzare il prodotto, magari tenendolo come console di riserva. 

DJUCED: Nella confezione troverete il software da DJ per la programmazione delle playlist, indispensabile per poter suonare e allenarsi. 

 

Contro

Materiali: I componenti della console lasciano a desiderare, quindi dovrete trattarla con una certa cura se vorrete farla durare nel tempo. 

Acquista su Amazon.it (€47)

 

 

 

8. Hercules DJ Starter Kit: il kit completo per iniziare

 

Tra le migliori console DJ del 2020 abbiamo scelto anche questo modello di Hercules presentato in un pratico kit. Una soluzione ideale se volete provare a mixare, ma non avete voglia di cercare tutti i singoli componenti per poter creare la vostra postazione. 

Complessivamente possiamo ritenere il prezzo abbastanza conveniente, considerato il fatto che oltre alla console Hercules troverete due casse amplificate, un paio di cuffie ed una versione del software lite di Serato DJ. Per quanto riguarda la console, ci troviamo davanti ad un modello per principianti che dispone di cross fader per il passaggio da un canale all’altro, Jog Wheels per la gestione delle tracce, il pad per il cue e altre funzioni base. 

Le casse Hercules da 15 watt RMS sono poco potenti, sufficienti al mixaggio in ambiente domestico. Se non sapete dove acquistare questo kit nuovo e a prezzi bassi, cliccate pure sul link del negozio online qui di seguito.

 

Pro

Prezzo: Questo kit include una console da DJ, delle cuffie e due casse amplificate, il tutto venduto ad un costo davvero molto basso. 

Per principianti: La console DJ Hercules inclusa nel kit si presta molto bene per cominciare ad effettuare i primi missaggi grazie ad un layout semplificato. 

Serato DJ: Nella confezione troverete anche un paio di cuffie e una versione lite del programma, che vi permetterà di creare e gestire le vostre playlist. 

 

Contro

Qualità: Le casse e la console incluse nel kit non sono di altissima qualità, infatti sono sufficienti per allenarsi a casa, ma non di più. 

Acquista su Amazon.it (€178)

 

 

 

Come scegliere una buona console DJ 

 

Dopo aver fatto una comparazione tra i vari modelli, potreste avere ancora qualche dubbio su come scegliere una buona console DJ. In effetti la quantità di funzioni possono portare un po’ di confusione, senza contare i vari software inclusi che possono presentarsi in versioni ‘demo’ o ‘lite’. 

In questa parte della nostra guida proviamo ad identificare quali sono le caratteristiche fondamentali di cui tenere conto, in modo da aiutarvi a scegliere il modello giusto per le vostre esigenze. In generale è consigliabile puntare su un modello dal buon rapporto qualità-prezzo, specialmente se siete alle prime armi. Non conviene infatti spendere troppo per una console DJ con un layout molto complesso che potrebbe confondervi, meglio risparmiare e procurarsi un modello economico con il quale iniziare a fare pratica. 

Il layout della console

Sebbene in molti pensano che il DJing sia un’arte immediata e intuitiva, in realtà imparare le basi è tutt’altro che semplice. Si tratta pur sempre di musica, quindi il missaggio dei brani deve sottostare a delle regole ben precise, soprattutto per quanto riguarda il tempo. Saper maneggiare una console da DJ infatti non solo richiede una buona precisione sul metronomo, ma anche la conoscenza di tutti gli strumenti a disposizione. Per questo motivo i controller per principianti dispongono di una serie di aiuti visivi e automatismi che vi permettono di imparare ad eseguire semplici mix, utilizzando gli strumenti base. 

Il layout base delle console DJ per principianti consiste in due canali sui quali sarà possibile gestire la playlist per il missaggio delle tracce. Su ogni canale verrà caricata una traccia, quindi potrete mixare fino a due brani contemporaneamente. Per farlo avrete a disposizione un cross fader e il tasto per il ‘cue’, oltre alle jog wheels (una per canale) con le quali sarà possibile gestire le tracce della playlist. Avrete a disposizione anche le manopole per il volume e i pad per impostare loop ed effetti che vi potranno servire per divertirvi quando avrete imparato le basi. 

Una delle caratteristiche più importanti da cercare nella vostra prima console DJ sono le funzioni automatizzate, spesso inserite dai produttori per aiutare i principianti. Questi comandi vi consentono di mettere a tempo le tracce automaticamente oppure di regolare con facilità il volume per il missaggio. In questo modo potrete usare il cross fader più facilmente per passare da una traccia all’altra, senza preoccuparvi di altro. 

Gradualmente, una volta imparate le basi del DJing e sviluppato un buon senso del ritmo, potrete disattivare questi ‘aiuti’. In generale, per cominciare non vi consigliamo di comprare una console DJ con più di due canali o con un layout troppo complesso. Puntate sulla semplicità, poi potete sempre passare a controller più complessi una volta che vi sentite più sicuri delle vostre capacità.

 

Dimensioni

Le console DJ si possono presentare in misure diverse a seconda della quantità di funzioni presenti e dei canali. In linea di massima, i modelli da due canali sono molto compatti e leggeri, ideali per un utilizzo domestico, ma idonei anche per suonare nei locali. La portabilità delle console DJ è un vantaggio da non sottovalutare, in quanto potrete facilmente portarle in uno zaino o in una custodia. 

Per quanto riguarda le custodie, queste non sono incluse nel prezzo dei vari controller e sarà necessario trovare quelle apposite, comprandole separatamente. In realtà se siete alle prime armi potete evitare di spendere i vostri risparmi per una nuova custodia, un acquisto consigliato solo ai DJ che hanno cominciato la loro attività dal vivo.  

Sul mercato potrete anche trovare dei mini controller a prezzi davvero convenienti, una soluzione ideale se avete davvero poco spazio in casa, ma volete comunque divertirvi a mixare brani. Chiaramente questi modelli lasciano un po’ a desiderare a livello di suono e materiali, ma per cominciare vanno più che bene. 

Il software 

Per poter usare la console DJ dovrete collegarla ad un PC o MAC e a degli speaker che si occuperanno della diffusione sonora. Il software è indispensabile, in quanto vi permetterà di creare una playlist per canale, in modo da poter gestire le tracce per il missaggio. La maggior parte dei controller venduti online mettono a disposizione un programma da installare nel vostro PC o MAC, quindi non dovrete preoccuparvi di procurarvelo separatamente. 

Il software incluso spesso è una versione demo o ‘lite’, quindi potrebbe avere delle funzioni accessibili solo a pagamento. Queste funzioni però non sono strettamente necessarie per la creazione delle playlist, il più delle volte infatti si tratta di opzioni avanzate oppure per la composizione di brani musicali. 

I controller più moderni danno l’opportunità di collegarsi a smartphone e tablet tramite Bluetooth per poter gestire alcune opzioni di missaggio tramite alcune app dedicate. Per iniziare però è sempre meglio usare il software PC, in quanto spesso queste app sono poco esaustive e alquanto complicate da usare se non si hanno già delle buone basi nel DJing. 

 

 

 

Come funziona una console da DJ

 

Le console o controller sono lo strumento del mestiere principale dei DJ. Il DJing è stato per molto tempo relegato ai vinili e alle ‘turntables’ che vengono ancora usate in alcuni generi, specialmente nel rap. Con lo sviluppo della tecnologia e la digitalizzazione della musica, sono nate le moderne console che permettono di gestire le playlist su file musicali MP3 e mixarli. 

Sebbene non abbiano lo stesso fascino del turntable, questi controller sono molto pratici, in quanto occupano poco spazio e permettono a tutti di cimentarsi nel DJing, grazie anche a prezzi più bassi. 

Gli elementi aggiuntivi

Per poter funzionare le console da DJ necessitano di altri tre componenti fondamentali: un PC\MAC, almeno due casse amplificate e un paio di cuffie. Fondamentalmente, la console andrà collegata tramite cavo USB al PC\MAC sul quale installerete il software in dotazione (o uno a vostra scelta) con il quale creerete le playlist e gestirete la riproduzione delle tracce. 

Il software comunicherà direttamente con la console, permettendovi di controllare il missaggio usando tutti gli strumenti che avete a disposizione. 

Per quanto riguarda le casse, se la console DJ dispone di una scheda sonora integrata, allora potrete collegarle direttamente alle uscite presenti sul retro, altrimenti dovrete usare un sistema diverso. Quello più comune è collegarle al PC\MAC, metodo usato specialmente con i diffusori attivi, mentre nel caso siano passivi sarà necessario utilizzare un mixer. Al mixer si dovrà collegare anche il PC (o la console DJ nel caso abbia una scheda sonora integrata) e in seguito regolare il volume dei vari canali. Allo stesso modo, il mixer potrà tornare utile per impostare il volume in uscita (quello delle casse) e quello in entrata (nelle cuffie). 

Le cuffie sono molto importanti, in quanto vi permetteranno di sentire chiaramente i brani ed effettuare missaggi precisi. L’audio in cuffia vi consente inoltre di programmare il mix delle tracce senza però inficiare la riproduzione delle tracce nelle casse. In assenza del mixer, le cuffie si possono collegare anche alla console, usando l’apposita entrata jack. 

 

 

 

Domande frequenti

 

È difficile usare una console da DJ?

Il DJing è più complesso di quanto si possa immaginare, ma per imparare le basi si possono utilizzare diversi automatismi inseriti nelle console DJ per principianti. Questi vi permettono di eseguire mix precisi mettendo a tempo le tracce e regolando automaticamente il volume dei due canali. La difficoltà sta nell’orientarsi nel layout ma, proprio per questo, i modelli base sono solitamente semplificati e dispongono di solo due canali. 

 

Il software DJ è gratuito?

La maggior parte dei software per il DJing sono gratuiti e inclusi nel prezzo del controller. Queste versioni però sono quelle ‘lite’, quindi non mettono a disposizione tutte le funzioni di quelle complete da acquistare separatamente. Con le versioni gratuite potrete però creare le vostre playlist per i primi missaggi e utilizzarle anche per suonare a delle serate dal vivo. Non potrete accedere ai tool per la programmazione o la composizione di loop e brani, ma all’inizio non vi serviranno. 

 

Quanto è grande una console da DJ?

I controller a due canali si presentano con dimensioni abbastanza ridotte, quindi potrete tranquillamente sistemarli e usarli sulla scrivania del vostro appartamento o in un piccolo studio di registrazione. Vi basterà collegarle ad un PC e a delle buone casse attive per poter cominciare subito a praticare. I modelli a quattro canali invece occupano molto spazio, infatti sono consigliati per i DJ intermedi o avanzati che hanno già le idee chiare su come usare le console. Se avete davvero poco spazio a disposizione, potete puntare su console economiche dalle misure ultracompatte, sebbene queste abbiano delle funzioni davvero limitate. 

 

Quanto costa una console da DJ?

Le console da DJ a due canali per principianti possono costare dai 60 ai 140 € a seconda della qualità del suono, dei materiali e delle funzioni offerte. Diciamo che per cominciare è consigliabile puntare su un modello da almeno 100 €, un buon compromesso tra qualità e prezzo. I prodotti ‘entry level’ più costosi possono arrivare ad un prezzo di 250 o 300 €, mentre le console a quattro canali arrivano persino ai 1000 € di spesa. 

 

Dove comprare una console da DJ?

Potete acquistare le console in qualsiasi negozio di strumenti musicali che abbia una sezione dedicata alla strumentazione da DJ. In alternativa potete cercare sul negozio online, approfittando di diverse offerte e di prezzi scontati. 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments