Ultimo aggiornamento: 27.09.21

 

Flauto Traverso – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

L’argomento scelto per la nostra guida interesserà soprattutto gli appassionati di musica classica ma non solo, visto che il flauto traverso ha saputo mettersi al servizio anche di altri generi musicali. Pensiamo, per esempio, al grande Ian Anderson e ai suoi Jethro Tull. Vogliamo essere chiari fin da subito, se state pensando di imparare a suonare questo strumento sappiate che dovrete metterci molto impegno e dedizione; dovrete esercitarvi quotidianamente, per diverse ore, se non volete restare dei semplici strimpellatori. Siamo quasi giunti al momento di scoprire quali sono per noi i migliori flauti traversi del 2021. Abbiamo organizzato gli strumenti selezionati secondo una classifica e scritto una recensione per ognuno tenendo conto dei pareri espressi dagli utenti che hanno commentato il loro acquisto. Nella nostra selezione non mancano flauti venduti online a prezzi bassi, dunque fate una comparazione tra le nostre proposte, confrontate i prezzi e decidete con calma. Se non vi siete già spaventati per la mole di lavoro che vi aspetta, date uno sguardo a questi due aerofoni: lo Yamaha YFL-221 e il Jupiter FL-511S, entrambi con una ottima intonazione e buonissime meccaniche.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 Migliori Flauti Traversi – Classifica 2021

 

 

Flauto traverso Yamaha

 

1. Yamaha YFL-221 Flauto da Studio

 

Il prezzo potrebbe far pensare il contrario ma questo è un flauto da studio, dunque destinato ai principianti, anche se armati di buone e serie intenzioni considerato lo sforzo economico richiesto. Le chiavi sono chiuse e non in linea. Vogliamo subito mettere in risalto una differenza rispetto al modello YFL 212 poiché il lettore potrebbe facilmente confondersi vista la somiglianza della sigla.

Il 221, rispetto al 212 non ha il Mi snodato. L’intonazione è molto buona, il suono è dolce e l’emissione non presenta alcuna difficoltà. Tali caratteristiche sono una manna dal cielo per lo studente che può servirsi delle viti per eseguire la regolazione delle chiavette.

La presenza delle frecce, poi, indica allo studente il modo giusto per assemblare lo strumento. Testata, corpo e chiavi sono alpacca argentata. Le meccaniche del flauto traverso Yamaha sono delicate, silenziose e precise. La custodia è di buona qualità e protegge a dovere lo strumento.

 

Pro

Intonazione: Il flauto Yamaha si è messo in luce, tra le altre cose, per l’ottima intonazione, una dote fondamentale non solo per i professionisti ma anche per gli studenti.

Emissione semplice: Lo studente non avrà nessuna difficoltà con l’emissione che è molto semplice e ciò certifica la buona qualità dello strumento.

Qualità del suono: Il flauto produce un suono dolce, bello e con un’ottima proiezione. Tale caratteristica è stata parecchio apprezzata dagli studenti ma anche ai loro professori che hanno avallato l’acquisto del flauto.

 

Contro

Costo: Questo flauto non presenta particolari difetti ma dobbiamo sottolineare come abbia un prezzo abbastanza alto che potrebbe rappresentare un ostacolo per il principiante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Flauto traverso Jupiter

 

2. Jupiter FL-511S Flauto Traverso

 

Il modello FL-511S è un flauto traverso in DO entry level con chiavi chiuse non allineate; si rivolge agli studenti. Attenzione a non farsi trarre in inganno dal termine “entry level” che assolutamente non deve essere visto come un modo per sminuire la qualità del flauto. Al tempo stesso non deve far credere che si tratti di uno strumento economico. 

Ciò detto, per chi si avvicina allo studio del flauto in modo serio è un’ottima soluzione e spieghiamo subito il perché: l’intonazione è molto buona, già da questo dettaglio non da poco si capisce di essere al cospetto di un buono strumento. 

Il secondo punto di forza, a nostro avviso, è rappresentato dalle meccaniche. È leggero e molto comodo da tenere tra le mani. Fin da subito lo studente o chi per esso ha la precisa sensazione di avere un flauto affidabile sotto tutti i punti di vista e che rende meno arduo suonarlo grazie alla buona qualità costruttiva.

 

Pro

Ottima intonazione: L’intonazione è una caratteristica fondamentale non solo per il flauto ma per tutti gli strumenti musicali, in questo caso è molto buona.

Meccaniche: Impossibile non elogiare quelle di questo flauto, che sono affidabili, precise, persino fluide se ci lasciate passare il termine.

Qualità costruttiva: Anche dal punto di vista costruttivo la qualità è tanta. Questo flauto non è un giocattolo e lo si capisce al primo sguardo.

 

Contro

Prezzo: Pur non essendo venduto a una cifra proibitiva, di certo non è un flauto economico ma chi vuol studiare seriamente deve necessariamente spendere una cifra del genere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Flauto traverso in legno

 

3. Flauto Indian Bansuri, in Bambù, Traverso

 

Questo è un flauto traverso in legno e quindi diverso da quelli visti fino ad ora. Il Bansuri è uno strumento indiano e dunque si rivolge a chi magari vuole dare un tocco esotico alla sua musica. Non è particolarmente lavorato ed è ricavato da una canna di bambù. Il suo costo è irrisorio ma precisiamo che è destinato principalmente ai dilettanti.

L’aspetto è un po’ vissuto e potrebbe non piacere a tutti. È leggero e maneggevole e l’emissione non richiede particolare sforzo.

Chiaramente non è adatto agli studenti del tradizionale flauto traverso ma può comunque rientrare nella strumentazione di quanti amano sperimentare con la musica perché sempre in cerca di nuove idee e soluzioni originali.

 

Pro

Costo: L’acquisto del flauto Bansuri non richiede un esborso economico di rilievo, anche se doveste stancarvi in fretta di suonarlo, non vi farà male alla tasca.

Semplice da suonare: L’emissione non richiede sforzi, il musicista ne apprezzerà la facilità. Inoltre il flauto è molto leggero e comodo da maneggiare.

 

Contro

Non adatto agli studenti: Il Bansuri non è adatto a chi vuole imparare il flauto traverso tradizionale e dunque non lo consigliamo per tale scopo.

Design: L’estetica di questo flauto è fin troppo semplice, anonima perfino. Oltretutto ha un aspetto un po’ vissuto, cosa che non piace a tutti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Flauto traverso per iniziare

 

4. Ammoon Flauto 16 Fori C Chiave Occidentale

 

Il nuovo strumento in chiave di Do che vi presentiamo lo abbiamo scelto per il suo rapporto qualità prezzo. Lo diciamo subito; è un flauto traverso per iniziare, da mettere nelle mani di un ragazzino che magari fa lezione di musica a scuola ma non va bene per lo studente che ha già ben chiaro di diventare un bravo flautista. I materiali, pur essendo coerenti con il prezzo, sono modesti.

Il suono è certamente adatto all’identikit di suonatore appena descritto. Le meccaniche sono discrete, sempre paragonandole a quelle che potete trovare su altri strumenti della stessa fascia di prezzo.

Buona la dotazione degli accessori con l’immancabile, oltre che indispensabile, custodia rigida, un kit per la pulizia che comprende anche un paio di guanti e un cacciavite.

 

Pro

Prezzo: Il flauto è abbastanza economico e secondo noi ha un buon rapporto tra la qualità e il prezzo che certamente invoglierà all’acquisto parecchie persone.

Accessori: Nonostante il prezzo davvero basso, il flauto è corredato da una serie di accessori: tra questi citiamo la custodia che è ben fatta.

 

Contro

Materiali: La qualità dei materiali non soddisfa, anche se con tutta onestà non si può pretendere di meglio da uno strumento che costa così poco.

Inadatto allo studente ambizioso: Il flauto non può assolutamente fare al caso a chi vuole davvero diventare un flautista professionista.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Flauto traverso Alysée

 

5. Alysée FL-510SE Flauto

 

Questo flauto traverso Alysée può essere un’ottima soluzione per quegli studenti che non avendo la possibilità di spendere molti soldi hanno comunque la necessità di avere tra le mani uno strumento di buon livello che permetta loro di iniziare a studiare con una certa serietà il flauto.

A nostro avviso il rapporto qualità/prezzo è buono e crediamo che a queste cifre difficilmente si possa trovare di meglio. L’intonazione è soddisfacente così come le meccaniche lavorano bene e non tradiscono. Non serve sforzarsi più del dovuto con il fiato. Alla qualità dei materiali possiamo dare una sufficienza piena. Chiaramente non manca l’astuccio per proteggere il flauto.

Se il vostro budget ve lo consente, vi consigliamo altro? Certamente, ma in caso contrario fiondatevi senza timore sull’Alysée che è anche bello esteticamente.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Siamo rimasti molto stupiti della qualità dello strumento confrontandola con il prezzo. Riteniamo che a queste cifre sia davvero difficile trovare di meglio.

Buone meccaniche: La buona qualità del flauto si riscontra anche nelle sue meccaniche che lavorano bene; lo strumento è ben intonato.

Gradevole: L’estetica del flauto Alysée è davvero bella, almeno noi siamo rimasti parecchio soddisfatti del suo aspetto.

 

Contro

Non professionale: Questo flauto, pur avendo delle buone caratteristiche, non può far fronte alle esigenze del flautista professionista.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Flauto traverso Grassi

 

6. Grassi SFL 290 Flauto Traverso a Meccanica

 

Il flauto traverso Grassi si rivolge ai giovanissimi studenti che hanno a disposizione un budget modesto. Il prodotto è comunque molto performante per la sua fascia di prezzo e a nostro avviso è tra i migliori strumenti economici. Anche per questo risulta essere tra i più venduti.

Vediamo particolarmente bene il flauto per i ragazzi che ancora frequentano le scuole medie e hanno un buon programma di musica. Lo SFL 290 è a meccanica chiusa con Mi snodato. L’intonazione è buona o comunque lo è per uno strumento di tale fascia di prezzo.

Stesso discorso per la qualità delle meccaniche dei materiali. A proposito, il flauto è realizzato in alpacca, una lega di rame, zinco e nichel. La custodia e il kit di pulizia sono compresi.

 

Pro

Prezzo: La somma necessaria per l’acquisto del flauto Grassi è molto allettante il ché ne fa un’ottima soluzione per quanti hanno un piccolo budget.

Suono: La qualità del suono non ha deluso, certo, non parliamo di qualcosa paragonabile a flauti ben più costosi ma come inizio può andar bene.

 

Contro

Per dilettanti: Pur non negando le buone qualità del flauto, resta comunque uno strumento destinato a un uso dilettantistico e nulla di più.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Flauto traverso Andoer

 

7. Andoer Flauto Concerto 16 Fori C

 

Il flauto di Andoer è un ottimo modello, che si presenta con un design molto piacevole da vedere. Il prezzo è leggermente più alto rispetto ad altri strumenti a fiato ‘entry level’, sebbene il suono su alcune note possa risultare un po’ ottavato. Nonostante questo, il flauto si rivela ideale sia per le esercitarsi con un maestro privato sia per le lezioni a scuola. 

Se avete già una buona dimestichezza con lo strumento, questo modello è una valida riserva da usare per le prove. La pratica custodia imbottita vi permette di portarlo ovunque, tenendolo protetto da urti, cadute e dalla polvere. 

All’interno della custodia troverete cacciavite, guanti e un panno per la pulizia, indispensabili per tenere lo strumento pulito dopo ogni utilizzo. Le chiavi sono molto leggere, quindi si adattano alle dita di bambini e ragazzi che potranno premerle senza fare troppa fatica. 

 

Pro

Per principianti: Un buon modello che potrete regalare a bambini e ragazzi per le loro lezioni di musica a scuola o con un maestro privato. Lo strumento si rivela anche una buona riserva da utilizzare per le prove. 

Custodia: Comoda e dotata di maniglia vi consente di portare il flauto ovunque e di tenerlo protetto dalla polvere quando non lo usate.

Dotazione: Nella confezione troverete tutto il necessario per la pulizia del flauto e la manutenzione. 

 

Contro

Prezzo: Il costo del modello è un po’ troppo alto, specialmente se paragonato alla qualità del suono che su alcune note gravi lascia a desiderare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Accessori

 

Spartiti per flauto traverso

 

Ultimate Movie Instrumental Solos

 

È una raccolta di spartiti che ripropongono le colonne sonore di famosi film.

Gli arrangiamenti sono pensati non solo per il flauto ma anche per altri strumenti a fiato, pensiamo al clarinetto, al sassofono e così via.

Sebbene i brani non siano di difficile esecuzione, è bene avere una conoscenza basilare dello strumento.

In allegato c’è un CD con un accompagnamento orchestrale per ogni brano (in totale sono 60). Precisiamo che si tratta di file MP3.

 

 

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accordatore per flauto traverso

 

Korg Accordatore Cromatico Digitale CA-2

 

È un accordatore essenziale ma preciso e abbastanza veloce nel rilevare le note. È molto versatile perché utile tanto per accordare gli strumenti a fiato come il flauto traverso quanto quelli a corde.

Il display è sufficientemente ampio, anche se privo di colori.

Il dispositivo è semplice da usare e la batteria può durare fino a 200 ore. Le dimensioni sono molto compatte, può tranquillamente stare in una tasca. Il costo è accessibile.

La qualità dei materiali ci pare modesta ma comunque in linea con il prezzo di vendita.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere un buon flauto traverso?

 

La cosa migliore da fare, anche prima di pensare a quale flauto traverso comprare, sarebbe scegliere un buon maestro, cosa tutt’altro che semplice, vuoi perché non ce ne sono nelle vicinanze o più semplicemente perché non si sa dove trovarne uno. Il maestro funge da guida anche nella scelta dello strumento. Se chiederete a lui come scegliere un buon flauto traverso, come prima cosa è molto probabile che vi sconsiglierà tutti quelli che costano meno di 300 euro perché potrebbero presentare problemi alle meccaniche, di intonazioni e rendere difficile l’emissione.

Questo è il consiglio che vi darebbe l’esperto ma purtroppo non tutti sono nelle condizioni di spendere diverse centinaia di euro per comprare il miglior flauto traverso, almeno all’inizio, e dunque bisogna mettersi a caccia delle offerte sul mercato e ripiegare sullo strumento più economico e non della migliore marca.

Una famiglia grande

Ci sono alcune cose da sapere sul flauto traverso, tra queste c’è la composizione della famiglia. Non entreremo nel dettaglio anche perché non tutti sono di uso comune. Della famiglia del flauto traverso fanno parte l’ottavino, il flauto soprano, il tenore, il contralto, il basso, il contrabbasso, il subcontrabbasso e l’iperbasso.

Oltre al flauto ordinario quelli più comunemente usati sono il contralto, l’ottavino e il basso, anche se quest’ultimo trova meno impiego rispetto ai succitati. Perché gli altri membri della famiglia non sono diffusi? Perché innanzitutto trovano impiego solo nelle grandi orchestre, oltretutto sono molto costosi e l’intonazione è sempre problematica. Infine, alcuni sono davvero ingombranti, pensiamo al flauto iperbasso la cui lunghezza supera gli 8 metri.

 

Le caratteristiche di un flauto per principianti

In precedenza abbiamo sottolineato come bisognerebbe evitare di comprare una flauto traverso troppo economico perché nasconde delle insidie, sempre a patto di essere nelle condizioni economiche per poter affrontare una spesa maggiore. Tuttavia ciò non significa che dobbiate comprare un flauto per professionisti se non lo siete. La spesa sarebbe spropositata ed è una cosa che sconsigliamo. Per passare a uno strumento di livello superiore c’è sempre tempo; prima bisogna imparare, studiare. Dunque cercate dove acquistare un flauto progettato per i principianti.

Ma quali caratteristiche deve avere uno strumento del genere? Semplice da suonare, resistente ma al tempo stesso leggero. Iniziare con un flauto pensato per i beginner non è solo una questione di prezzo: quelli per professionisti sono più difficili da suonare e più pesanti.

 

 

Il flauto non si svaluta

Un flauto traverso di buona marca, anche se per principianti, non tende a svalutarsi. Questo è importante saperlo perché il principiante, una volta diventato bravo potrebbe voler disfarsi del vecchio strumento per finanziare almeno in parte l’acquisto del nuovo.

L’importante e avere cura del flauto e non meravigliatevi se un giorno riusciste a venderlo a un prezzo superiore rispetto a quanto lo avete pagato anni prima; perché è già successo. Ciò si deve, in particolare, all’aumento del costo del metallo. Aggiungiamo, inoltre, che a volte basta una piccola modifica per migliorare lo strumento. Nel caso di alcuni flauti per principianti è sufficiente sostituire la testata, magari con una d’argento fatta a mano, per migliorare lo strumento.

 

 

 

Domande frequenti

 

A che età si può cominciare a suonare il flauto traverso?

È una domanda che si pongono molti genitori. Tenete presente che un bimbo molto piccolo potrebbe faticare a sostenere lo strumento e posizionare le dita. Per tale ragione i maestri ritengono che l’età giusta per cominciare sia tra gli otto e i dieci anni. Poi è chiaro, dipende anche dalla struttura fisica del bimbo. Non esistono limiti derivanti dalla conformazione della bocca ma purtroppo chi usa apparecchi per l’ortodonzia fissi, non può suonare. Nel caso di quelli mobili, invece, basta toglierli.

 

Quanto costa un flauto traverso?

La fascia di prezzi è abbastanza ampia, se ne trovano anche a meno di 100 euro. Va detto che uno studente che vuole seriamente imparare a suonare dovrebbe scartare tutti i flauti al di sotto dei 300 euro mentre uno strumento per i professionisti va dai 1.000 euro a salire.

 

Come pulire il flauto traverso?

Per seguire la pulizia dello strumento è necessario smontarlo ma prima procuratevi un kit ad hoc che senza dubbio includerà sia diversi panni, sia una stecca, entrambi elementi utili per agire all’interno del flauto. Per la pulizia dell’esterno servitevi di un altro panno in modo tale da non trasferire sulla superficie i residui dello sporco che si trovava all’interno. Pulite un pezzo per volta e quindi sistemate sempre lo strumento nella custodia.

 

Come soffiare nel flauto traverso?

Innanzitutto evitate l’errore di usare le guance come sacca per l’aria, anzi, tenetele rilassate. Respirate con il diaframma. A seconda di come si soffia si ottengono ottave diverse pur tenendo la stessa diteggiatura. Nel caso della prima ottava il foro è più aperto e la direzione dell’aria va decisamente verso il basso. Per la seconda ottava il foro si restringe e si solleva la direzione dell’aria. Per la terza ottava il foro è ancora meno aperto e la direzione dell’aria si alza ulteriormente.

 

 

 

Come utilizzare il flauto traverso

 

Possedere un flauto non significa limitarsi a suonarlo. Ci sono diversi aspetti e accorgimenti da conoscere per utilizzarlo al meglio. Essendo dei principianti è probabile che non sappiate alcune cose che sono comunque basilari ma non preoccupatevi, ci pensiamo noi a darvi tutte le informazioni del caso.

 

 

Il montaggio

Lasciare lo strumento montato è certamente comodo ma sappiate che vi toccherà montarlo e smontarlo tantissime volte, anche solo per metterlo nella sua custodia. Non si tratta di un’operazione complicata; vediamo come procedere. Afferrate la parte centrale con una mano dalla parte superiore dove c’è il bariletto. Non esercitate pressione. A questo punto tocca al piede (la parte più corta dello strumento).

Questo va unito al pezzo centrale spingendo lentamente e ruotando, alternando i sensi. La testata va inserita nel corpo centrale dal lato del bariletto. Anche in questo caso va spinto lentamente preoccupandosi di ruotare in un senso e nell’altro il pezzo. Attenzione a non esercitare pressione sul pezzo. A questo punto verificate che il foro di insufflazione sia ben allineato con la tastiera

 

La postura corretta

È importante impostare correttamente fin dall’inizio la postura per suonare il flauto, il corpo e il visto devono stare rilassati. In questa fase è molto importante il supporto del maestro che, oltre alla sua esperienza, trovandosi nel ruolo di osservatore può, meglio del musicista, osservare un atteggiamento scorretto.

 

Come produrre il suono

Adesso vediamo come si produce il suono. Ciò avviene grazie all’emissione del flusso d’aria attraverso il foro di insufflazione. In tal modo la colonna d’aria interna al tubo dà il via alle vibrazioni sonore. L’emissione delle note avviene mediante la chiusura dei fori che si ottiene agendo sulle chiavi.

 

 

Gli effetti

Tecniche come il legato e lo steccato si ottengono occludendo il flusso d’aria con la lingua. Alternando la consonante “T” con la “K” si ottengono il doppio e triplo staccato. C’è poi il cosiddetto effetto frullato che per eseguirla bisogna soffiare pronunciando in contemporanea “TR”, “DR” oppure “VR”.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Cherrystone Flauto Traverso per Bambini, Tonalità di DO

 

 

Siamo in presenza di un flauto traverso per bambini. Il sistema a colori aiuta a riconoscere e memorizzare le note. Il bocchino è curvo e lo strumento è realizzato in ottone. La qualità costruttiva è buona e lo strumento è adatto alle mani piccole.

Il Cherrystone è venduto insieme a una bella custodia con maniglia e tracolla, dunque è molto comodo da trasportare.

Dobbiamo però dire che trattandosi di uno strumento per bambini, il prezzo ci sembra un po’ alto. È probabile che i genitori ci penseranno su parecchio tempo prima di decidere se valga la pena mettere tra le mani di un bimbo uno strumento di tale valore.

 

Pro

Colorazioni differenti: Il flauto traverso è dotato di un sistema a colori che aiuta il piccolo flautista a riconoscere e memorizzare le note.

Qualità costruttiva: Il flauto è ben costruito, dà una confortevole sensazione di solidità e non potrebbe essere diversamente visto che finirà tra le mani di un bimbo.

 

Contro

Prezzo: Il costo del flauto ci sembra alto, soprattutto considerando che lo strumento è destinato ai bambini. Bisogna riflettere bene sull’acquisto.

 

I migliori marchi di flauto traverso

 

La resa sonora di un flauto dipende dalla qualità dello strumento, che deve essere costruito da mani sapienti: scopriamo i marchi più prestigiosi.

 

La scelta del flauto traverso non è cosa semplice. Certo, quando si è agli inizi si possono prendere in considerazione anche produttori meno blasonati. Attenzione perché non stiamo dicendo di comprare flauti economici, tenete presente che per iniziare a studiare seriamente lo strumento e avere tra le mani qualcosa di decente dovreste spendere tra i 400 e i 600 euro. 

Quando però diventerete davvero bravi, magari dei professionisti, dei musicisti affermati, avrete bisogno del miglior flauto traverso. A quel punto anche la marca, il produttore, giocheranno un ruolo fondamentale anche perché presentarvi al pubblico con un flauto realizzato da un marchio non conosciuto non è un buon biglietto da visita. Vi proponiamo dieci marchi affermati tra i quali scegliere il vostro prossimo flauto.

 

Muramatsu Flute

La compagnia fu fondata da Koichi Muramatsu. È tra i produttori più antichi presenti sul mercato. La Muramatsu, infatti, realizza flauti fin dal 1923. Si tratta di strumenti esclusivi e molto ambiti dai grandi musicisti e fatti a mano da bravissimi artigiani. I materiali utilizzati sono di prim’ordine: si va dall’argento al platino passando per l’oro di diversa caratura. 

Per capire lo spirito di questo marchio è interessante riportare una frase celebre del fondatore, Koichi Muramatsu, che era solito dire che durante le pause in fabbrica bisognava esercitarsi suonando il flauto. Soltanto facendo così – riteneva l’abile artigiano – è possibile comprendere le richieste di tutti i flautisti. Muramatsu dai suoi collaboratori non prentende soltanto che siano ottimi artigiani ma anche ottimi flautisti. La ricerca e lo sviluppo per nuovi prototipi è un’opera costante al fine di produrre il miglior flauto possibile.

 

Miyazawa

Nel 1969 Masashi Miyazawa fondò l‘azienda che porta il suo nome (o cognome, se preferite). L’obiettivo fin dall’inizio è stato di trovare il perfetto punto d’incontro tra l’artigianato tradizionale e le nuove tecnologie. Fondamentale la collaborazione negli anni ‘70 con il flautista P.L. West che permise di adattare i flauti Miyazawa alle esigenze dei flautisti nordamericani: il risultato è stato l’impiego di nuove leghe, una nuova e ampia collezione di testate e la scala migliorata. Oggi flautisti di fama internazionale si affidano a questo marchio. Qualche esempio? Christian Artmann, Clare Southworth, Yanami Sakahashi e molti altri.

 

Haynes

Hynes realizza i suoi flauti secondo un metodo artigiano. Le sue tecniche e metodi di costruzione sono diventati veri e propri paradigmi cui poi hanno fatto riferimento altri produttori. Il marchio ha alle spalle una tradizione vecchia oltre 130 anni, quindi l’esperienza è davvero tanta. I flauti sono realizzati su commissione e naturalmente tutti fatti a mano con materiali di prim’ordine. Il suono dei flauti Haynes è unico e apprezzato da grandissimi flautisti di tutto il mondo.

 

Pearl Flute

Il Giappone era uscito con le ossa rotte dalla Seconda Guerra Mondiale, nonostante ciò nel 1946 stava prendendo vita un’azienda che presto avrebbe fatto parlare di sé: la Pearl Flute. Dietro questo importante marchio c’era Katsumi Yanagisawa. All’inizio l’azienda produceva supporti e accessori per gli strumenti musicali. Nel 1969 la Pearl realizzò il suo primo flauto. Da quel momento c’è stata una costante opera di ricerca nel realizzare strumenti dal meccanismo perfetto. Un perfezione che ha conquistato flautisti del calibro di Ned McGowan, Daniela Koch, Patricia de No, Herve Hotier e Juan Jesus Silguero, tra gli altri.

 

Azumi

I Flauti Azumi si caratterizzano per il suono aperto e brillante. Sono realizzati dall’artigiano giapponese Shuichi Tanaka che si avvale dell’aiuto di pochi ma fidati collaboratori. Si è formato presso i grandi maestri giapponesi: ha fatto esperienza presso la Muramatsu, per poi passare alla Miyazawa dove ha ricoperto un ruolo manageriale e infine alla Takumi prima di realizzare la sua personale azienda.

 

Altus

C’è uno stretto legame tra Altus e Azuni anche se possiamo parlare di due marchi distinti o se preferite, possiamo parlare di due gamme. Altus nasce dalla proficua collaborazione tra Shuichi Tanaka e il flautista William Bennet. I flauti Altus sono fatti a mano, realizzati con tecniche moderne hanno però un look vintage. L’intonazione è eccellente, ottimi gli armonici e il registro è bilanciato.

 

Yamaha

Indubbiamente Yamaha è un marchio più commerciale di quelli visti fino a questo momento, tuttavia ha una linea di flauti traversi (e strumenti a fiato) professionali di tutto rispetto. I più esigenti possono guardare con fiducia alla serie handmade, molto apprezzata anche da noti artisti. 

 

Gemeinhardt

Si tratta di uno dei marchi storici in fatto di strumenti a fiato. Le intenzioni erano quelle di una produzione contenuta: pochi flauti fatti a mano, in argento ma vista la bontà degli strumenti, nel 1951 la fabbrica si spostò in un luogo più grande per aumentare la produzione. Nel catalogo, oltre a flauti per professionisti, ce ne sono anche per principianti e musicisti di livello medio. 

 

 

Jupiter JFL700EC -CBOX Flauto Traverso

 

La serie 700 dei flauti Jupiter si rivolge agli studenti in cerca di un buono strumento che non abbia un costo eccessivo. Sia chiaro, la somma richiesta non è di quelle che si spendono a cuor leggero ma scendere al disotto di questi prezzi vuol dire portare a casa un flauto che darà più dolori che gioie per tutta una serie di problemi che riguardano l’intonazione, l’emissione e le meccaniche.

Ebbene, come prevedevamo, in questo caso i succitati problemi non ci sono o sono quantomeno trascurabili per chi è agli inizi ma vuole comunque studiare con impegno. Non male la qualità dei materiali, lo strumento è solido affidabile.

Ci è piaciuta l’idea di aggiungere oltre alla custodia rigida una borsa all’interno della quale si può mettere la custodia stessa così da portare il flauto traverso Jupiter in spalla. Come detto in apertura il prezzo è alto ma non per questo sconveniente. Diciamo che è in linea con quanto dovrebbe costare un buon flauto da studio.

 

Pro

Intonazione: Il flauto Jupiter non difetta in intonazione, ciò è un indice della sua buona qualità e lo designa come un buon primo strumento per i giovani studenti.

Meccaniche: Meritano di essere citate tra i punti di forza del flauto Jupiter, vitso che sono precise e affidabili.

Accessori: Oltre alla custodia rigida, ben fatta e resistente, c’è anche una borsa che permette di portare la custodia stessa in spalla.

 

Contro

Prezzo: Un buon flauto per studenti difficilmente costa di meno, tuttavia ciò non toglie che il costo possa essere proibitivo per parecchie persone.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

2 COMMENTI

hhbvf

March 19, 2021 at 12:07 pm

ciao sto cercando un flauto discendente al do a fori aperti per prinncipianti

Risposta
PManager

March 24, 2021 at 4:31 pm

Ciao,

abbiamo trovato questi due modelli:

Easter EFL – 2 ( https://www.amazon.it/Eastar-EB016-MK-UK-flauto-Silver/dp/B07HL9JW8D/ref=sr_1_28?dchild=1&keywords=flauto+traverso&qid=1616582022&sr=8-28 ) – abbastanza economico e con un buon suono, viene venduto con una buona dotazione di accessori.

Flauto Opera (https://www.amazon.it/Flauto-traverso-fori-aperti-principianti/dp/B08YNTLSW8/ref=sr_1_32?dchild=1&keywords=flauto+traverso&qid=1616582022&sr=8-32) – di livello un filo più alto e per questo più costoso, si presenta con una comoda custodia per il trasporto e per la protezione dello strumento.

Saluti

Team LCF

Risposta