Ultimo aggiornamento: 23.08.19

 

Sfatiamo i miti e chiariamo i dubbi sulla chitarra classica con pratici consigli sui modelli più adatti per i principianti. 

 

La chitarra classica è uno strumento affascinante con il quale è possibile suonare con diversi stili ed eseguire pezzi dei generi musicali più disparati. Sebbene molti pensano che per imparare a suonare la chitarra acustica e l’elettrica occorre passare dalla classica, in realtà le cose non stanno proprio così. Diciamo che la classica può essere un buon punto di partenza in quanto il suo manico molto largo permette al musicista principiante di sviluppare l’elasticità delle mani, inoltre le corde in nylon morbide sono ideali per far formare i calli in modo naturale. 

Eh si, non pensate di potervela cavare senza un minimo di dolore! La chitarra nei primi mesi di studio può essere molto faticosa, ma non per questo dovete desistere. Con un po’ di pazienza ed esercizio costante riuscirete a chiudere i primi giri di accordi ed iniziare subito ad avere delle soddisfazioni. 

Le cose cambiano se avete intenzione di studiare lo stile classico che richiede un approccio totalmente differente e possibilmente anche un buon maestro che vi sappia guidare nella tecnica e la teoria. Se avete dei dubbi su come scegliere una chitarra classica per iniziare, eccovi una breve classifica dei modelli per principianti più venduti, alla quale aggiungiamo anche qualche utile consiglio. 

 

Music Alley MA-34-N

Una chitarra classica economica di taglia 1/2 ideale per i bambini dai 5 agli 8 anni di età proprio per le sue misure compatte che permettono ai piccoli musicisti di eseguire accordi e scale senza fare troppa fatica. È un ottimo prodotto per iniziare proprio perché economico, quindi se il piccolo non si appassiona allo strumento non si rimpiangerà la spesa. 

 

 

Navarra NV12PK 4/4 

Un set completo di chitarra classica ed accessori ideale per tutti i ragazzi e gli adulti che vogliono iniziare a studiare lo strumento. Include una chitarra classica di fattura discreta e dal design accattivante, buona per cominciare a muovere i primi passi nell’intricato, ma affascinante mondo degli accordi e delle scale. Nel prezzo sono incluse una custodia per il trasporto dello strumento, plettri, accordatore elettronico, due plettri ed un manuale con spartiti. 

 

Yamaha C40II

Yamaha è una marca leader mondiale nel mondo della musica che riesce a produrre degli strumenti musicali ‘entry level’ di ottima qualità. Questa chitarra classica esprime un suono eccellente rispetto ad altri modelli nella stessa fascia di prezzo, inoltre è realizzata con materiali leggeri, ma allo stesso tempo molto resistenti. È particolarmente consigliata per lo studio della bossa nova e del flamenco, ma va benissimo anche per iniziare studiare i brani di musica classica. 

 

Navarra NV12 4/4

Disponibile dai 1/4 ai 4/4 e quindi adatta a tutte le età, la chitarra classica Navarra è perfetta per iniziare la pratica dello strumento, senza spendere troppo. La qualità strutturale è abbastanza buona, sebbene come molte chitarre per principianti tende a scordarsi facilmente. Il trucco per aggirare il problema è cambiare immediatamente le corde di fabbrica. Il suo punto di forza sta nel design, molto piacevole a livello estetico. 

 

Alhambra Z Nature

I chitarristi intermedi o esperti che vogliono avvicinarsi allo studio del flamenco o di altri generi tipici della Spagna andalusa gradiranno questa stupenda chitarra firmata Alhambra realizzata in cedro luminoso e con tastiera in palissandro. Non la consigliamo proprio a chi non ha mai messo le mani su una chitarra, quanto più ai musicisti che amano spaziare in più generi e cercano uno strumento adatto per studiare determinate sonorità. 

 

Le corde 

La prima cosa da sapere quando si compra una nuova chitarra classica è che le corde di fabbrica solitamente sono di qualità davvero bassa. Per questo conviene procurarsi almeno un set di corde nuovo per eseguire immediatamente il cambio. I chitarristi navigati spesso portano i nuovi modelli da un liutaio per il settaggio iniziale, questo perché le impostazioni di fabbrica non sono proprio ottimali. 

I servizi di liuteria però sono abbastanza cari, quindi chi è alle prime armi si può limitare a cambiare almeno le corde per avere un suono decente ed iniziare subito a praticare. Oltre alle corde comprate anche un accordatore elettronico per essere sicuri che la chitarra sia sempre nella tonalità standard giusta E-A-D-G-B-E. 

 

Con le dita o con il plettro

La chitarra classica ha il manico più largo delle altre chitarre proprio perché lo stile ‘classico’ prevede l’utilizzo di una tecnica chiamata ‘finger picking’. Avrete sicuramente visto chitarristi classici, di flamenco o jazz eseguire arpeggi, accordi e scale con grande precisione usando le unghie della mano destra (o sinistra nel caso dei mancini) come se fossero dei plettri. L’idea di farsi la ‘manicure’ non piace a molti, ma per suonare alcuni generi musicali con la chitarra classica è assolutamente necessaria. 

Uno dei pochi generi spesso suonati in ‘finger style’ che non richiede gli ‘artigli’ è il Blues del Delta che a differenza di quello elettrico ha un ritmo molto più rilassato e non prevede funambolici assoli sulla pentatonica. 

Ma è possibile suonare la chitarra classica con il plettro? Certamente, nessuno lo vieta! Il suono prodotto però sarà un po’ ‘ovattato’ quindi dopo aver preso un po’ di dimestichezza con lo strumento, conviene passare alle chitarre acustiche che con il plettro suonano molto meglio. 

 

Amplificatore? 

Solitamente le chitarre classiche non sono amplificate, infatti spesso nei concerti si usano dei microfoni particolari per distribuire il suono. Tenete sempre conto che questo tipo di chitarra è la più ‘delicata’ a livello di sonorità tra le varie tipologie. Se siete appassionati di rock, hard rock o metal allora potete subito considerare l’acquisto di una chitarra elettrica con amplificatore, così non potrete immediatamente studiare la tecnica e la teoria per suonare i vostri generi musicali preferiti.

 

 

Taglia

Sul mercato potete trovare chitarre classiche di varie misure. Quella standard è la 4/4 e va bene dagli 11 anni di età in su, mentre per i bambini dai 5 agli 8 anni è meglio optare per modelli 3/4. Chitarre classiche 1/4 invece sono quelle più indicate per i bambini dai 3 ai 5 anni di età. La differenza tra le misure sta nelle dimensioni della cassa e nella lunghezza della tastiera che possono rendere lo strumento più maneggevole per un bambino.