Ultimo aggiornamento: 25.01.21

 

Band rock/pop di riferimento degli anni ‘80, i Dire Straits hanno saputo creare il loro stile e comporre brani di grande impatto.

 

Quando si pensa ai britannici Dire Straits, viene subito in mente il chitarrista Mark Knopfler, considerato uno dei migliori della musica rock. Con il suo stile in fingerpicking riconoscibile dal tocco unico, capace di sprigionare melodia ed energia, Mark Knopfler si è distinto anche al microfono con una voce calorosa, magari non la più bella in circolazione, ma sicuramente adatta allo stile della band. 

In realtà però i Dire Straits non sono solo lui, bisogna tenere conto anche del fratello David Knopfler, del bassista John Illsley e dal batterista Pick Withers. Mark Knopfler resta comunque la mente creativa, circondato da questi ottimi musicisti che hanno contribuito al successo della band. Il nome Dire Straits deriva da una situazione che la band ha davvero vissuto ovvero la mancanza di fondi. La possibile traduzione di Dire Straits è ‘ristrettezze disperate’. Ma perché una band del genere non riusciva a guadagnare con la sua musica? Il motivo sta proprio nello stile all’epoca ritenuto un po’ ‘vecchio’ che andava controtendenza. 

Gli album dei Dire Straits infatti si ispiravano al rock e al blues degli anni ‘60, ‘70, specialmente a quello chitarristico di B.B. King e Jimi Hendrix, punti di riferimento per Mark Knopfler. Chiaramente negli anni ‘80 si stava vivendo un periodo di rivoluzione musicale inglese con il punk, la new wave e l’heavy metal, generi che stavano spopolando anche negli Stati Uniti e in Europa. L’incredibile tecnica dei Dire Straits non bastava a catturare l’attenzione del pubblico, ma lentamente sono riusciti a farsi apprezzare grazie alle loro composizioni di ottimo livello, al carisma di Mark Knopfler alla chitarra e ai testi a volte satirici, a volte romantici. 

Nella loro discografia i Dire Straits vantano ottimi lavori come Brothers in Arms, Tunnel Of Love, Love over Gold e On every street  sui quali troviamo le loro canzoni migliori che andiamo qui a descrivere in una breve rassegna. Per ascoltare i brani e i dischi dei Dire Straits al meglio, vi consigliamo di utilizzare un buon sintoamplificatore grazie al quale potrete amplificare il volume e regolare le frequenze del vostro lettore CD o giradischi. 

 

Sultans of Swing

Il brano più famoso dei Dire Straits che rappresenta lo stile della band. Lo stile del brano è proprio un rock ‘swing’ molto amato da Knopfler con accordi melodici e un ritmo incalzante. Un brano che unisce talento compositivo ad una grande tecnica, con uno degli assoli di chitarra più conosciuti della musica ‘pop’. Qui Mark Knopfler mette in mostra le sue grandi capacità, dove la chitarra si distingue dallo ‘shredding’ funambolico dei chitarristi hard rock e heavy metal per allietare l’ascoltatore con un gran gusto per le note e per la melodia. Il testo evocativo narra di una band di amatori che si riunisce la sera per suonare, descrivendo anche alcuni dei personaggi e le reazioni del pubblico. Una sorta di brano quasi autobiografico dei Dire Straits che all’epoca non erano proprio apprezzati per il loro stile. 


Brothers in Arms

La title track del disco più famoso dei Dire Straits, Brothers in Arms è una bellissima ballad composta da note riflessive che infondono nostalgia e tristezza. Ovviamente protagonista è la chitarra di Knopfler, quasi un lamento che descrive la desolazione della guerra. Più specificamente, il brano è stato ispirato dalla brutale guerra nelle isole Falkland tra Argentina e Inghilterra. Il brano è stato rilasciato come singolo in formato CD e ha venduto moltissime copie, portando ovviamente anche all’acquisto dell’intero album

Money for Nothing

Scritta da Mark Knopfler e da Sting, sempre presente su Brothers in Arms. I due musicisti britannici uniscono le loro menti creative per creare un brano con un riff di chitarra memorabile, con un attacco che ormai è entrato nella storia della musica. Il testo è una sorta di critica verso i musicisti dell’epoca ai quali bastava un singolo brano e un video su MTV per diventare ricchi e famosi, mentre c’è gente che si rompe la schiena a lavoro per due spiccioli. Viene evidenziato il punto di vista di alcuni impiegati in una ditta di trasporti che commentano la ‘furbizia’ dei musicisti. Paradossalmente per Money For Nothing fu realizzato un video che andò dritto in cima… alle classifiche di MTV.

 

Walk of Life 

I Dire Straits sono stati capaci di passare dalle ballad introspettive al rock satirico per tornare comunque al loro rock’n’roll più classico. È l’esempio di Walk of Life, un brano che trasmette un’allegria unica che fa da contrappeso alle tonalità decisamente più riflessive e a volte malinconiche dell’album Brothers in Arms. Tastiere, coretti e un ritmo da ballare rendono Walk of Life un pezzo quasi da festa, al punto che la band e i produttori furono in dubbio se inserirlo nella tracklist. 

Romeo and Juliet

Ballad per eccellenza che tutti gli innamorati (e i cuori spezzati) avranno ascoltato almeno una volta nella vita, Romeo and Juliet prende una piega diversa dall’opera di Shakespeare. Qui infatti il buon Romeo non viene corrisposto da Giulietta e si trova a vivere le pene dell’amore. Toccante brano con un ritornello di grande impatto, Romeo and Juliet è probabilmente uno dei brani più amati dei Dire Straits, entrato di pieno diritto nelle classifiche delle migliori love song mai scritte.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments