Ultimo aggiornamento: 10.05.21

 

Sotto le loro apparenze da duri e ribelli, i rocker hanno un cuore tenero, d’altronde di canzoni d’amore rock ne sono piene le playlist. Andiamo a vedere quali sono le più famose. 

 

La musica rock ha recentemente visto una sorta di rinascita grazie a band come i Greta Van Fleet e i nostrani Maneskin, recenti vincitori dell’ultima edizione del Festival di Sanremo con un brano di rock granitico. Chiaro, i ‘rocker’ della vecchia guardia non nutrono grandi simpatie per la formazione romana ma bisogna comunque rendere loro atto per aver ridestato un po’ di interesse in un genere genuino che sembrava dover essere completamente sopraffatto dall’elettronica e dalla trap. 

Intendiamoci, i Maneskin non hanno rivoluzionato nulla, ma ben venga un gruppo di giovani che può portare un po’ di musica autentica all’attenzione delle nuove generazioni che magari non conoscono mostri sacri come Led Zeppelin o The Who. 

Sebbene il rock, l’hard rock e il metal siano solitamente composti da sonorità decisamente più dure rispetto al pop, nei generi e nei loro derivati non sono mancate canzoni d’amore, spesso diventate delle vere e proprie hit. Vediamo quali sono le più ascoltate. 

 

Extreme – More Than Words

Nuno Bettencourt, eccellente chitarrista di bella presenza si è guadagnato un posto nel cuore di molti ascoltatori per la sua lunga carriera con gli Extreme, una band hard rock statunitense che con il disco Pornograffiti ha saputo dimostrare grande versatilità, sfociando anche in generi alternativi come il funk. Il disco viene spesso ricordato per il brano More Than Words, una ballad acustica tra le più romantiche mai composte da una formazione hard rock, spesso usato per matrimoni e anniversari. All’epoca dell’uscita del disco (l’ormai lontano 1991), Bettencourt dichiarò che la parola ‘amore’ veniva spesso abusata e che il vero sentimento andava oltre la classica frase ‘ti amo’, spesso detta senza alcuna convinzione. Tra le canzoni d’amore straniere, More Than Words è largamente conosciuta, anche da chi non ha la più pallida idea di chi siano gli Extreme. 

Dire Straits – Romeo & Juliet

La formazione britannica dei fratelli Knopfler è riuscita a ottenere un grande successo con una proposta ritenuta ‘antiquata’ all’epoca del loro esordio. Il rock legato allo swing e a composizioni più leggere era contrapposto alle nuove mode inglesi come l’heavy metal e il punk, ma grazie alle loro capacità di musicisti e all’estro chitarristico di Mark Knopfler. Una delle canzoni romantiche più amate dai fan della band e del rock in generale, Romeo and Juliet si presenta nella tracklist del disco Making Movies pubblicato nel 1980, opera di consacrazione definitiva dei Dire Straits. Il brano viene portato avanti dalla voce struggente di Knopfler che racconta di un Romeo vittima del mal d’amore, accompagnato da una melodia che avvolge l’ascoltatore. Non manca l’assolo realizzato con la sua fedele Fender Stratocaster che si distingue come sempre per il gran gusto nella scelta delle note e il tipico finger picking. 

 

Guns’n’Roses – Patience 

Cosa ne può sapere un gruppo di ribelli glam metal d’amore? Impegnati in scorribande di ogni tipo, persi tra plotoni di groupies e fiumi di alcool, sembra strano che i Guns’n’Roses abbiano scritto così tante power ballad. Dall’aggressività di You Could Be Mine e Welcome To The Jungle, passiamo a brani come Don’t Cry e November Rain, oppure la meno conosciuta Patience. Questa bellissima ballata parla dei rapporti personali, dove a volte occorre mostrare un po’ di tranquillità e lasciare che le cose si sistemino da sole. Brano rilassante con una chitarra acustica piacevole che accompagna la voce di Axl Roses sulla strofa efficace e sul toccante ritornello. Il brano conclude con un ottimo crescendo, costruito con grande perizia compositiva dalle chitarre di Slash e Izzy Stradlin e all’uso della sovrapposizione della voce. Non c’è traccia di chitarra elettrica, una dimostrazione delle abilità dei tre musicisti che riescono ad esprimersi benissimo anche in acustico. 

Queen – Love of My Life

La più famosa delle canzoni d’amore dei Queen, presente nel disco A Night at the Opera del 1975, è Love of My Life composta da Freddie Mercury e dedicato alla sua grande amica Mary Austin. Un brano dove Mercury mostra nuovamente le sue abilità canore e compositive, accompagnato solo dal pianoforte e dall’arpa che Brian May poi sostituì poi dal vivo con una chitarra acustica per praticità. Love of My Life è stato uno dei cavalli di battaglia della leggendaria band inglese e una delle più belle canzoni d’amore rock mai scritte. Verrà ricordata a lungo dai fan, in quanto legata alla sfera sentimentale di Freddie Mercury. 

 

Pearl Jam – Elderly Woman Behind the Counter in a small town

Eddie Vedder e i Pearl Jam sono l’unica formazione rimasta in piedi della corrente ‘grunge’ nata a Seattle negli anni ‘90. Nel corso della loro lunga carriera si sono districati con grande abilità tra canzoni più dure e brani con chiare sfumature neo-folk, spesso ispirati al lavoro di Springsteen e Neil Young. Tra questi ultimi troviamo la bellissima ballad Elderly Woman Behind the Counter in a small town, dove Eddie Vedder muove le corde del cuore con la sua voce genuina.

Si differenzia come canzone d’amore per il testo molto ispirato: una signora anziana di un paesino vede entrare nel suo negozio una vecchia fiamma, un uomo che non vedeva da tempo e che aveva abbandonato il paese. All’inizio non lo riconosce, ma dopo un po’ ha un ricordo di loro e imbarazzata non riesce neanche a salutarlo. Un brano molto toccante, come solo i Pearl Jam sanno fare. 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments