Ultimo aggiornamento: 27.07.21

 

Accodare la chitarra con lo smartphone si può: abbiamo individuato le applicazioni più interessanti e meglio accolte dai chitarristi.

 

Accordare la chitarra è una delle prime cose che in assoluto bisogna imparare. Probabilmente sarebbe opportuno farlo con metodi tradizionali al fine di sviluppare la necessaria sensibilità dell’orecchio. Ciò non toglie che anche i professionisti usino la tecnologia per semplificarsi la vita, incluso utilizzano un ottimo accordatore per chitarra (i migliori modelli). Dopotutto, in particolar modo quando si registra un disco, ma anche quando ci si esibisce dal vivo, nulla può essere lasciato al caso e in questi contesti la precisione deve essere massima. 

Di accordatori in commercio ce ne sono a iosa e di tutti i prezzi ma li troviamo anche sugli store di Android e Apple. Avete capito bene, siamo parlano di app: è possibile, infatti, accordare la chitarra (e altri strumenti) con lo smartphone. Alcune di queste app sono del tutto gratuite, altre a pagamento e altre ancora sono disponibili in versione light oppure completa. Vediamo quali sono le più interessanti.

 

GuitarTuna

Iniziamo con uno degli accordatori più apprezzati: si tratta di GuitarTuna. Prima cosa da sapere, oltre alla versione gratuita potete scaricare quella Pro che prevede un abbonamento mensile. Diciamo che abbiamo voluto darvi subito la cattiva notizia ma le restanti, credeteci, sono tutte buone. Con GuitarTuna potete accordare la vostra chitarra ma anche altri strumenti a corda, dunque violino, basso, banjo, ukulele ecc. 

Non prevede la sola accordatura standard (ecco vediamo che la vostra attenzione è cresciuta di colpo) ma anche quelle particolari come Drop D, per chitarre a 7 e 12 corde, aperte e così via. Non manca il metronomo e in generale l’app è di semplice utilizzo. Oltre quanto appena descritto, troviamo altri giochi utili ad imparare gli accordi. Sono disponibili, poi, quattro basi musicali fornite di tablature. Molto interessante, poi, la funzione che elimina i rumori ambientali che potrebbero interferire durante l’accordatura.

 

 

Fender Tuner

Anche Fender ha messo a disposizione la sua app per accordare la chitarra. Caratterizzata da un’interfaccia semplice, a disposizione del chitarrista ci sono 26 tipi di accordatura. C’è una versione gratuita e una a pagamento ma non preoccupatevi, non compare la pubblicità nella versione free. Per eseguire l’accordatura ci sono quattro modalità: con la auto.tune, l’utente è guidato fino alla perfetta accordatura della corda. Se si opta per l’accordatura manuale, in questo caso, dopo aver selezionato uno degli strumenti disponibili, si tocca la corda sulla paletta virtuale. Con la modalità cromatica sono disponibili tutte le note.

 

N-track

Con N-Track potete accordare qualsiasi strumento a corda. L’utilizzo è di grande semplicità e possiamo dire che l’app è ben concepita. Anche in questo caso l’utilizzo dell’app è semplice: basta avvicinare lo smartphone alla chitarra e far vibrare la corda; in men che non si dica vedrete la nota corrispondente sullo schermo. Se gradite un tocco vintage, potete cambiare grafica e sarà una lancetta a segnalarvi la nota. Per l’accordatura manuale, invece, selezionate il diapason. Chi lo desidera può calibrare l’accordatore per le accordature speciali. Oltre la versione free c’è anche quella Pro a pagamento.

 

CoachTuner

CoachTuner è un accordatore cromatico utilizzabile con qualsiasi strumento a corde. Alla buona precisione si accompagna una grafica gradevole. Se scegliete la versione a pagamento, senza pubblicità e con più funzioni, avrete a vostra disposizione fino a 80 tipi di accordature. Dobbiamo segnalare che la pubblicità è di quelle invasive.

 

Boss Tuner

C’è qualche chitarrista che non abbia mai posseduto almeno un pedale Boss? Il famoso marchio di proprietà Roland mette a disposizione, gratuitamente, una buona app per accordare gli strumenti a corda. In pratica si tratta della riproduzione virtuale dell’accordatore a pedale Chromatic Tuner. Da segnalare che la app supporta anche lo schermo in orizzontale per una visualizzazione più ampia.

 

Pro Guitar Tuner

Altra app che ha fatto incetta di stelline sugli store è Pro Guitar Tune. Questa app altro non è che versione per smartphone già esistente per computer su guitarpo.com. Essendo un accordatore cromatico, potete usarlo per qualsiasi strumento a corde. La grafica è vintage, buona la precisione.

 

app, applicazione, accordatore chitarra, chitarra classica, chitarra acustica, chitarra elettrica

Ecco un elenco di app per accordare la chitarra particolarmente apprezzate dagli appassionati

 

Accordatore e Metronomo

Tra le app gratuite Accordatore e Metronomo è una delle più interessanti. Anche in questo caso si tratta di un accordatore cromatico che dunque torna utile per diversi strumenti, non soltanto per la chitarra. Le modalità selezionabili sono due, quella appunto cromatica e quella pitch pitch. L’app consente, inoltre, di caricare degli spartiti per esercitarsi. Come suggerisce il nome, c’è anche il metronomo, disponibile in modalità flash light nel caso in cui non dovesse essere sufficiente il volume.

 

T4A

Accordatore cromatico molto reattivo questo T4A. L’interfaccia grafica è piuttosto semplice, magari poco accattivante ma quello che conta è la sostanza. Mette a disposizione 8 tipi di accordature, a cominciare dalla Standard per passare, poi, a quella in Mi bemolle, Drop D, Drop C ecc.

 

DoubleTune

Molto soddisfacente DoubleTune che serve ad accordare svariati strumenti. Le modalità di accordatura sono diverse e comprende anche quella per la chitarra a 12 corde. Molto interessante la funzione TuneGuard che permette di accordare lo strumento in assoluta sicurezza. In pratica un segnale visivo rosso segnala quando la corda è prossima a rompersi perché la si sta tendendo troppo. Non si tratta di un’app gratuita, a parte la versione di prova per 7 giorni. Trascorso questo tempo si potrà scegliere tra un abbonamento settimanale oppure annuale e da quello che abbiamo visto dei due quest’ultimo è più conveniente.

 

 

Guitar Tuner UX

Di questo accordatore gli utenti ne hanno elogiato soprattutto la semplicità d’utilizzo, anche se dobbiamo ammettere che graficamente è una app ben poco attraente. A disposizione dell’utente ci sono la modalità manuale, quella automatica e diversi tipi di accordature. È scaricabile gratuitamente.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Le cinque migliori app per accordare chitarra e ukulele

 

Gli store di Apple e Google abbondano di app per accordare: abbiamo selezionato quelle da noi ritenute più interessanti per portarle alla vostra attenzione

 

L’accordatura è un’operazione fondamentale quando si suona uno strumento; ancor di più se si appartiene a un gruppo poiché se tutti gli strumenti non fossero identicamente accordati, verrebbe fuori un suoni inascoltabile. L’accordatura si può ottenere in diversi modi. Molto diffuso è servirsi di una nota di riferimento, questa può essere ottenuta da un altro strumento, una tastiera ad esempio perché siamo certi che non sarà scordata. Un altro metodo è quello dei diapason. 

Per fortuna la tecnologia ha fatto dei passi da gigante e così da anni sul mercato sono disponibili ottimi accordatori di vario tipo: elettronici, a clip, portatili, polifonici, a pedale e così via. Insomma, i modi per accordare la vostra chitarra oppure il vostro ukulele ma, perché no anche il basso, non mancano. 

Anzi, a dire il vero abbiamo dimenticato qualcosa. Un attimo fa abbiamo detto di come la tecnologia sia stata di grande aiuto, ma chi avrebbe mai detto che un giorno sarebbe stato possibile accordare uno strumento con lo smartphone? Avete capito bene, ci sono delle buone applicazioni che permettono di accordare l’ukulele o quello che suonate, in un attimo. Certo, è difficile pretendere la precisione massima ma il risultato finale è più che buono, senza contare che spesso si tratta di app gratuite.

 

 

Guitartune

Guitartune è una delle applicazioni più apprezzate dagli utenti: consente di accordare oltre alla chitarra e all’ukulele anche basso, violino, violoncello e banjo. Non si limita all’accordatura standard ma anche quelle in drop D, accordature aperte, abbassata di un semitono, accordatura per chitarra a sette corde e persino a dodici corde. Il suo utilizzo è molto semplice e contiene alcuni strumenti interessanti come il metronomo che permette di impostare qualsiasi tempo dando la possibilità di cambiare la velocità manualmente. 

Un gruppo di sei giochi permette di imparare gli accordi. Non è da tutti poi , mettere a disposizione quattro basi musicali con tablature. Uno dei vantaggi più interessanti, oltre quelli già citati come nel caso delle tante accordature possibili è la funzione che elimina o quantomeno limita tantissimo l’interferenza dei rumori di fondo. Questa app, nella sua versione Pro, è disponibile in abbonamento mensile.

 

Fender Tune

Fender Tune è l’app realizzata dal famoso produttore di chitarre, ma va bene anche per accordare l’ukulele. Mette a disposizione 26 accordature alternative. L’interfaccia è semplice da usare e anche la versione gratuita non contiene pubblicità. La modalità di accordatura può essere manuale, automatica, cromatica e personalizzata. 

Grazie alla modalità Auto-Tune l’app rileva la nota e guida l’utente verso l’intonazione perfetta. Nel caso dell’accordatura manuale, invece, si seleziona uno strumento e si tocca una corda della paletta interattiva. La modalità cromatica permette di accordare qualsiasi nota sulla scala. Quanto alle 26 accordature preimpostate citiamo quella standard, la drop D, la drop C e la Open G.

 

N-track

N-track è una app davvero ben fatta secondo noi. È possibile accordare qualsiasi strumento a corda. Il suo utilizzo non presenta difficoltà: si accosta lo smartphone alla chitarra e si suona la corda che viene immediatamente rilevata. L’algoritmo di riconoscimento audio funziona egregiamente e ciò è riscontrabile nella sensibilità e precisione dell’applicazione. Con l’analizzatore di spettro si visualizzano le note in riproduzione; una freccia mette in evidenza la frequenza della nota suonata.  

Per i più tradizionalisti si può scegliere un accordatore vecchio stampo con la lancetta che rileva con grande precisione la frequenza. C’è persino il diapason per l’accordatura manuale, corda per corda, servendosi di una sola nota di riferimento. L’accordatore può essere calibrato per accordature non standard. Ottima la versione gratuita, chi non si accontenta può comprare quella Pro.

 

Tunerfor Ukulele

Tunerfor Ukulele si rivolge soprattutto a quanti hanno da poco iniziato a suonare questo strumento. L’app offre più di un tipo di accordatura oltre quella standard ed è disponibile sia in versione gratuita che Pro a pagamento. L’applicazione è molto semplice da usare con gli ukulele più venduti; non presenta difficoltà fin dalla prima volta che si scarica e la si prova. Graficamente è ben curata ed è abbastanza precisa.

Certo, probabilmente è poco versatile in quanto non offre la possibilità di accordare altri strumenti ma se l’unico che suonate è l’ukulele (controllare qui la lista delle migliori offerte), non è un problema che possa riguardarvi.

 

 

CoachTuner

Altra app disponibile anche in versione gratuita che ha raccolto parecchi consensi positivi da chi l’ha scaricata e usata. È un accordatore cromatico utile tanto per la chitarra quanto per altri strumenti come il basso o l’ukulele. La grafica è ben fatta e la precisione è buona.

Nella versione a pagamento si possono usare fino a 80 tipi di accordature. L’abbonamento può essere sottoscritto settimanalmente oppure mensilmente. Precisiamo che è abbastanza caro: un mese costa 40 dollari e chi si accontenterà della versione gratuita, oltre a una serie di funzioni non accessibili dovrà fare i conti con una pubblicità abbastanza invasiva.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI