Ultimo aggiornamento: 30.11.21

 

Affascinante e completo, il pianoforte è spesso considerato lo strumento per eccellenza, specialmente quando si parla di alcuni generi musicali come la classica e il jazz. 

 

In realtà il pianoforte si ritagliato un posto anche nella musica rock e pop, sbarcando anche nei generi alternativi come l’heavy metal e l’elettronica grazie alle tastiere Yamaha e di altre marche, caratterizzate dalla possibilità di scegliere tra una vasta gamma di suoni. La fusione tra generi più ‘difficili’ con il pop ha sempre affascinato molti musicisti ed appassionati, diventando particolarmente apprezzata specialmente grazie alle colonne sonore dei film. Brani di musica classica evocativi che presentavano dei temi facilmente riconoscibili grazie alle immagini, le colonne sonore hanno dato il ‘LA’ alla musica classica contemporanea. 

Nonostante si vedano poco in televisione, in Italia ci sono diversi pianisti contemporanei di altissimo livello in diversi generi musicali. Nel nostro Paese la musica popolare spesso tende a sovrastare gli altri generi, per questo molti pianisti e compositori di talento tendono a lavorare di più all’estero. Per saperne di più scoprire quali sono i più famosi e apprezzati continuate a leggere il nostro articolo. 

 

Ezio Bosso

Recentemente scomparso, Ezio Bosso è stato uno dei più grandi compositori contemporanei del Bel Paese, ma la sua fama è andata ben oltre i confini italiani. Come tutti i musicisti di formazione classica, Bosso ha studiato pianoforte al conservatorio, sebbene in gioventù suonasse anche il basso nel gruppo Statuto con il soprannome Xico. Il suo talento fu notato dal grande teorico musicale John Cage durante un esercizio eseguito proprio durante una lezione al conservatorio. La sua abilità e passione per la musica lo portarono in Francia, dove a soli sedici anni cominciò a collaborare con diverse orchestre di livello europeo. 

Dopo aver perfezionato gli studi musicali all’Accademia di Vienna, Bosso diventa un compositore solista e direttore d’orchestra di fama mondiale, arrivando ad esibirsi in tutto il mondo e a dirigere la London Symphony, la London Strings e l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Non mancano anche le collaborazioni con il mondo del cinema, infatti Ezio Bosso ha scritto le colonne sonore per tre film di Gabriele Salvatores: Io non ho paura, Quo vadis, baby? e Il Ragazzo Invisibile.

 

Ludovico Einaudi

Probabilmente il pianista italiano contemporaneo più famoso, Einaudi è un compositore di altissimo livello, capace di creare musica fruibile, ma mai banale. Capace di spaziare dal rock alla classica passando dal jazz, Einaudi sorprende l’ascoltatore con una soave pioggia di note e melodie avvolgenti, spesso rilassanti. Si può considerare Ludovico Einaudi uno dei più abili compositori di musica classica contemporanea, il suo merito è stato il saper capire i generi musicali moderni, mescolandoli però con la complessità (abilmente nascosta nelle composizioni) della musica classica.  

 

Giovanni Allevi

Allevi riprende la lezione di Einaudi, continuando l’unione tra la musica classica e il pop. In alcuni casi questo famoso pianista italiano però risulta un po’ troppo semplicistico, specialmente se paragonato ad altri contemporanei. Le sue composizioni infatti tendono a prediligere le melodie orecchiabili, mirate a un pubblico non troppo esigente. Gli appassionati di musica classica infatti tendono un po’ a ostracizzarlo, ma questo ovviamente non ha impedito a Giovanni Allevi di avere successo. Scoperto da Jovanotti grazie ad amicizie comuni, tecnicamente è un pianista di altissimo livello, capace comunque di creare dei brani piacevoli che possono allietare l’ascoltatore. Il connubio tra classica e pop è comunque sempre abbastanza rischioso, in quanto si rischia sempre di risultare ‘commerciali’ agli occhi dei critici e degli altri pianisti. 

Stefano Bollani

Considerato da molti come il miglior pianista jazz italiano, Stefano Bollani si è distinto per la sua grande versatilità, per la tecnica strumentale e anche per la grande simpatia. A differenza di molti musicisti di alto calibro, Stefano Bollani si presenta con un atteggiamento leggero e modesto che fa ancora più colpo sul pubblico quando si siede al pianoforte e mostra le sue incredibili capacità tecniche. Bollani è un talento raro, capace di passare con grande destrezza dal jazz, al pop e alla classica. Forse l’unico pianista italiano contemporaneo a saper interpretare con grande maestria la Bossa Nova, Stefano Bollani ha anche realizzato e condotto un programma televisivo per la Rai dove racconta la storia della musica in modo fruibile per il pubblico. 

 

Andrea Padova

A differenza di altri compositori italiani contemporanei, Andrea Padova ha preferito rimanere lontano dai riflettori. Musicista di formazione classica di incredibile bravura, negli anni ‘90 ha ottenuto il meritato successo grazie alle sue interpretazioni di Mozart e Bach che gli sono valse dei pareri entusiasti anche dai critici più esigenti. Il suo talento lo ha portato ad esibirsi nei migliori palcoscenici come la Scala di Milano e la Carnegie Hall di New York. Nonostante sia concentrato prevalentemente sulla musica classica, Andrea Padova non ha disdegnato le composizioni contemporanee, spesso realizzate in collaborazione con altri artisti. 

Antonio Faraò

Tra i migliori pianisti jazz contemporanei del nostro paese occorre citare anche il romano Antonio Faraò, musicista che vanta di una discografia davvero impressionante, realizzata con la collaborazione di diversi artisti jazz di livello internazionale. Il suo disco Far Out vede al sax tenore l’abilissimo Bob Berg, sassofonista che ha lavorato anche con il chitarrista fusion Mike Stern. Tra le altre collaborazioni troviamo quella con il batterista Jack DeJohnette. Un musicista aperto anche ai generi più moderni come dimostra con il disco Eklektik che vede una collaborazione con il rapper Snoop Dogg nella traccia News from. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

3 COMMENTI

Michele Landolfi

November 9, 2021 at 6:26 pm

c’è da sapere altro, ne sarei lieto grazie

Risposta
Alessandro LCF

November 10, 2021 at 2:48 pm

Salve Michele,

tra i musicisti emergenti ti possiamo consigliare Beatrice Rana e Giuseppe Andaloro. Sono due pianisti classici di grande abilità, puoi trovare alcune loro esibizioni su Youtube.

Saluti

Team LCF

Risposta
Michele Landolfi

November 9, 2021 at 6:24 pm

I grandi pianisti su menzionati in linea di massima li conosco tutti specialmente il maestro Bosso che ho seguito in modo particolare…. Landolfi Michele

Risposta