Ultimo aggiornamento: 15.04.21

 

Affascinante, seducente e tecnicamente complessa, la Bossa Nova rappresenta la ‘saudade’ brasiliana con un incrocio tra musica popolare e jazz. 

 

Probabilmente avrete sentito almeno una volta parlare del cosiddetto jazz brasiliano, oppure vi sarà capitato di ascoltare un brano del genere e di gradire il suo ritmo rilassato, le melodie evocative e la voce soave, caratterizzata anche dalla lingua portoghese che la rende ancora più esotica. In realtà non si tratta di una canzone portoghese famosa della quale non vi viene in mente il nome, bensì della Bossa Nova. 

La Bossa Nova nasce in Brasile negli anni ‘50, periodo durante il quale il jazz godeva di grande fama in tutto il mondo. Il Brasile riceveva notevoli impulsi dagli Stati Uniti e dagli altri paesi del Sud America, quindi per le strade di Rio de Janeiro era molto facile imbattersi in locali dove la musica dal vivo era una consuetudine, specialmente nella piccola stradina del quartiere di Copacabana, chiamata Beco Das Garrafas (collo di bottiglia). Le lunghe notti venivano rese magiche dal jazz e da altri generi musicali, così come da un amore per l’arte generale che ha sempre contraddistinto i brasiliani. Fu proprio in questo quartiere che nacque la Bossa Nova. 

 

Come si distingue la Bossa Nova?

Il nome Bossa Nova si può tradurre dal gergo brasiliano di Rio con Nuovo Pallino, andando a indicare una tendenza musicale dell’epoca che veniva apprezzata e allo stesso tempo suonata da tantissimi musicisti. La Bossa Nova si distingue per il suo tempo ‘dimezzato’, infatti sebbene possa sembrare un normale 4/4 in realtà spesso si conta come un 2/4, dando vita al classico ritmo sincopato ispirato alla musica Samba

Gli accordi utilizzati sono molto simili a quelli del jazz, quindi ne troviamo di sesta, settima, nona, undicesima maggiore o minore e così via che possono subire variazioni diventando aumentati o diminuiti. Si suona solitamente con la chitarra classica, in quanto è preferibile usare le dita in modo da poter far risaltare i bassi così come gli alti e usare la tecnica della ‘batida’. Il ritmo infatti viene accompagnato da un colpo (o più) sulla cassa della chitarra. 

Come il jazz, la Bossa Nova si può strutturare su improvvisazioni libere, come anche su brani scritti con una struttura ben precisa. Sebbene possa suonare ‘immediata’, in realtà il genere richiede una grande tecnica e conoscenza, nonché un senso del ritmo particolare. Lo studio della Bossa Nova implica molto tempo, non a caso i musicisti fuori dal Brasile spesso si recano sul posto per poter approfondire e migliorare a livello tecnico e teorico. Non si tratta quindi di canzoni samba o di canzoni per il carnevale brasiliano.

 

Gli artisti più importanti

E per quanto riguarda i migliori artisti del genere? Trattandosi di un genere molto diffuso in Brasile, facendo un po’ di ricerca si possono trovare tantissimi musicisti della Bossa Nova che in qualche modo hanno contribuito allo sviluppo del genere che ha riscosso molto successo anche all’estero. Nonostante questo, negli anni ‘50 non tutti i musicisti arrivavano in studio per incidere dischi, specialmente nell’ambiente jazz e Bossa Nova, particolarmente apprezzato per le esecuzioni dal vivo. 

Bisogna pensare inoltre che a differenza dei tempi moderni dove tutti possono registrare un disco grazie alle moderne tecnologie, all’epoca la ‘discografia’ era agli albori, quindi si cercavano solo gli artisti più validi che i discografici (non solo imprenditori, ma anche grandi appassionati) andavano a scovare nei locali. Difficile quindi fare una lista dei migliori musicisti, ma proveremo a citare quelli più importanti. 

João Gilberto 

Quando si parla di Bossa Nova, quello di Gilberto è il primo nome che viene in mente, così come quello del brano Garota de Ipanema, uscito nel 1962 e riadattato anche in inglese come The Girl from Ipanema. Il brano è un vero e proprio ‘manuale’ su come scrivere e suonare la Bossa Nova, con la chitarra soave e sincopata e la voce rilassata tra il cantato e il narrato. La tristezza della canzone si unisce alla melodia rilassante, creando un suono emozionante e piacevole. 

Uno dei musicisti e cantanti brasiliani più famosi, Gilberto si distingue per brani di facile ascolto, ma allo stesso tempo complessa a livello ritmico, tecnico e teorico, La Garota de Ipanema ha riscosso un successo internazionale, ripresa anche dal famoso jazzista statunitense Stan Getz, uno dei primi a portare il genere fuori dal Brasile. Joao Gilberto è stato il ‘padre’ anche della tecnica ‘batida’ in seguito utilizzata da tutti gli altri chitarristi e in alcuni casi esportata anche in altri generi. 

 

Tom Jobim

Antonio Carlos Brasileiro de Almeida Jobim, conosciuto semplicemente come Tom è stato insieme a Gilberto uno dei padri della bossa nova. Pianista e compositore eccezionale, Jobim ha il merito di aver creato le armonie e gli arrangiamenti tipici del genere. La ricerca musicale con Jobim affonda le radici nella Samba e nella musica popolare, cosa che rende la bossa nova ‘familiare’ anche a chi l’ascolta per la prima volta. 

Famoso il brano scritto proprio con Joao Gilberto e Vinicius de Moraes, intitolato Desafinado, un vero e proprio manifesto che spiega ai ‘detrattori’ cos’è la Bossa Nova, aggiungendo che i musicisti del genere non hanno bisogno di giustificazioni. Lo stile naturale scorre come un fiume, secondo Jobim infatti è inclassificabile in uno ‘stile’, cosa che spesso i critici tendono a fare. 

Stan Getz

Sassofonista statunitense di grande gusto e tecnica, insieme a Charlie Byrd ha il merito non solo di aver contribuito alla scena jazz, ma anche di aver scoperto la Bossa Nova e averla portata fuori dal Brasile. Getz fu ammaliato dal genere brasiliano dopo che l’amico Byrd gli fece ascoltare un disco di Gilberto, preso direttamente dal Brasile durante un tour. Così Stan Getz, diventato subito un fan di Gilberto, decise di scrivere con Byrd l’album Jazz Samba, una vera e propria pietra miliare del jazz e della Bossa Nova alla quale attinsero tantissimi musicisti statunitensi e europei. 

Anche se siete appassionati di tutt’altro genere musicale e nella vostra collezione avete tutti gli album dei Dire Straits o di Vasco Rossi, ascoltando la Bossa Nova potreste scoprire sonorità capaci di conquistarvi.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments