Ultimo aggiornamento: 13.10.19

 

Supporti per chitarra – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

La chitarra, che magnifico strumento! Elettrica, acustica, folk, classica, a disposizione c’è una gran varietà di suoni che permettono di esprimersi, Esatto, perché la chitarra è uno strumento d’espressione oltre che musicale. Ovvio, non tutti ci riescono, molti si fermano alla mera esecuzione di brani altrui, altri invece hanno un tocco talmente personale che si riconoscono anche ascoltandoli semplicemente, magari suonando il pezzo di un altro. Prendiamo come esempio un musicista che non sa neanche lui con quanta gente ha suonato: Carlos Santana. Se c’è un suo assolo di chitarra su un pezzo, lo si capisce al volo. Ma non siamo qui per parlare di chitarristi bensì di un accessorio che torna molto utile a quanti possiedono una o più di questi strumenti, ovvero, il miglior supporto per chitarra. Tra i modelli selezionati vi suggeriamo in particolare questi due: l’Hercules GSP39WB che assicura una buona distanza tra muro e strumento e il Neewer – Universale che secondo noi va benissimo sia per chitarra classica che elettrica.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior supporto per chitarra

 

Siete pronti per i nostri suggerimenti su quale supporto faccia maggiormente al caso vostro? Qui di seguito entriamo nello specifico del prodotto in modo da poter perfezionare un acquisto che vi soddisfi completamente.

Guida all’acquisto

 

Dove collocarlo

Ma come scegliere un buon supporto per chitarra? Beh, innanzitutto bisogna decidere se sia più conveniente uno a muro o magari uno da pavimento. I modelli a parete hanno un vantaggio da non sottovalutare, visto che permettono di recuperare spazio. Non temete, una volta fissati al muro orizzontale non c’è rischio che la chitarra possa cadere, accertatevi solo di usare buone viti e tasselli.

Ad ogni modo le chitarre non pesano tanto e oltretutto sono un bel complemento d’arredo, anche se probabilmente vostra moglie la penserà diversamente. Ciò nonostante disporre anche (dunque non solo) di un supporto a pavimento può tornare molto comodo: immaginate che state suonando e per una qualsiasi ragione siate costretti a posare la chitarra, tenendo il supporto vicino non avrete problemi.

 

Sul palco o a casa

Probabilmente non avete ancora deciso quale supporto per chitarra comprare, proviamo noi ad aiutarvi a giungere alla risposta. Generalmente chi si esibisce su un palco, anche a livello amatoriale, ha l’esigenza di disporre di almeno due chitarre, vuoi per timore che si spezzi una corda, vuoi perché ha bisogno di uno strumento con diversa accordatura o per una questione di suoni differenti.

Insomma, le ragioni possono essere tante. In un contesto live, chiaramente, dobbiamo escludere i supporti a muro. Ad un prezzo ragionevole si può prendere un supporto multiplo che permette di adagiare chitarre e bassi. Generalmente c’è lo spazio per almeno quattro strumenti ma se c’è la necessità, ce ne sono anche di più grandi. Questi supporti sono molto leggeri e pieghevoli, dunque il loro trasporto non è un problema.

Per prodotti del genere sul mercato ci sono diverse offerte interessanti come potrete vedere a breve dai nostri consigli d’acquisto.

Che sia stabile

Quale deve essere secondo voi una delle principali caratteristiche per un supporto? Che sia affidabile e stabile. Per i modelli da pavimento accertatevi sempre che abbiano la necessaria stabilità. La base deve appoggiare bene a terra. Attenzione perché non è una cosa scontata, i modelli più economici possono piegarsi in seguito a un colpo e perdere la necessaria stabilità.

Fate una comparazione tra diversi modelli e accertatevi di scegliere sempre quello più solido, per saperne di più leggete con attenzione ogni recensione vi capiti sotto mano. In questo caso affidarsi alla migliore marca del settore è una garanzia.

 

I migliori supporti per chitarra del 2019

 

Nello stilare la classifica dei migliori supporti per chitarra del 2019, abbiamo tenuto in conto di una serie di elementi come il rapporto qualità/prezzo, le opinioni pubblicate in rete che sono sempre una preziosa fonte di informazioni ma siamo anche andati a cercare i supporti più venduti online perché se tanta gente decide di affidarsi a un articolo un buon motivo ci sarà. Ora tocca a voi: leggete le nostre analisi e confrontate i prezzi.

 

Prodotti raccomandati

 

Hercules GSP39WB

 

Principale vantaggio:

Il supporto ha un sistema di bloccaggio della chitarra apprezzato da tutti, in pratica due piccole staffe si abbassano automaticamente appena si appoggia la chitarra, evitando il minimo movimento.

 

Principale svantaggio:

Piccolo, anzi, piccolissimo difetto che non riguarda strettamente il supporto bensì le viti e i tasselli in dotazione. Secondo alcuni non sono della migliore qualità e per stare più tranquilli, è preferibile sostituirli con qualcosa di meglio.

 

Verdetto 9.9/10

La nostra valutazione per il supporto Hercules non può che essere positiva. Secondo noi il prodotto è ottimo e affidabile: appendeteci la vostra chitarra senza timore.

Acquista su Amazon.it (€12,9)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Solido

Un chitarrista non affida la sua chitarra a chiunque o a qualsiasi cosa. Noi siamo certi che il supporto Hercules sia in grado di conquistare la completa fiducia anche del musicista più premuroso, di quelli che la sera rimboccano pure le coperte allo strumento, tanto per intenderci.

Perché tale convinzione? Perchè è un supporto solido e con tutte le protezioni necessarie a evitare anche il minimo graffio alla chitarra; basta guardare alle zone morbide che avvolgono letteralmente lo spazio tra la paletta e il manico.

I materiali, a  nostro avviso, sono più che ottimi e il sistema di bloccaggio è semplicemente eccezionale. Pensate; nel momento in cui si appoggia la chitarra, due piccole staffe si sollevano per abbassarsi solo quando si afferra la chitarra con un piccolo movimento verso l’alto. In questo modo è più probabile crolli la parete piuttosto che si sganci lo strumento.

Adatto anche per chitarre classiche e acustiche

Capita che questo tipo di supporti non assicuri la distanza necessaria dalla parete e dunque lo strumento può accidentalmente venire a contatto con la superficie. Chiaramente un contatto del genere può dare origine a uno o più graffi. Ma il problema è anche maggiore per chi al muro vuole mettere una chitarra classica o acustica in quanto la cassa armonica rende quasi inevitabile il contatto con il muro.

Inevitabile se non avete il supporto Hercules che offre una buona distanza dalla parete, sufficiente ad evitare il tanto temuto contatto, anche per strumenti con cassa armonica. Chiaramente in questo caso specifico è comunque richiesta un po’ di attenzione in più quando si mette e toglie lo strumento ma queste sono raccomandazioni superflue per un chitarrista che ama la sua “bimba”.

 

Tasselli poco convincenti

Trovare punti deboli in questo supporto per chitarra è impresa ardua ma c’è chi si è messo d’impegno per trovare il classico pelo nell’uovo. E state pur certo che se un chitarrista si mette d’impegno, il difetto, per quanto piccolo e trascurabile, lo trova sempre.

Cosa c’è che non va a detta di diversi utenti? I tasselli e le viti. Eccesso di prudenza? È probabile ma è nostro dovere riportare le critiche avanzate. Sebbene il supporto sia solido, anzi, solidissimo, non convincono viti e tasselli in dotazione.

Questi sono considerati di qualità inadeguata al resto dell’articolo e poco sicuri. Dunque, se volete dormire sonni tranquilli senza il timore di essere risvegliati da un preoccupante rumore, andate dalla vostra ferramenta di fiducia e fatevi dare le migliori viti e tasselli disponibili. I meno ansiosi, invece, possono tranquillamente fare affidamento sulle viti in dotazione.

 

Acquista su Amazon.it (€12,9)

 

 

 

Neewer – Universale 

 

È un supporto per chitarra da pavimento per un solo strumento. Si adatta sia alla chitarra (ma anche basso) elettrica sia a quella classica. Ha le dimensioni giuste per le due tipologie e un design davvero niente male.

L’apertura e la chiusura sono molto semplici ma non è regolabile. Tuttavia questo non dovrebbe essere un problema significativo perché, da quanto abbiamo avuto modo di capire dai commenti in rete, non si registrano problemi di incompatibilità con questo o quel modello di chitarra.

Ciò che invece non ha completamente convinto sono i materiali. Facendo fede ad alcuni commenti apparsi in rete, la struttura è piuttosto leggera e qualche colpo potrebbe anche deformare il telaio e compromettere, anche se di poco, la stabilità.

Acquista su Amazon.it (€15,49)

 

 

 

RockJam RJGS01

 

Il RockJam RJGS01, secondo noi, è tra i migliori supporti in termini di rapporto qualità/prezzo. Se cercate qualcosa di davvero economico, perché non avete voglia o possibilità di spendere molto per un prodotto di questo tipo, non possiamo fare altro che consigliarvelo. Oltretutto, sempre basandoci su alcune testimonianze che abbiamo avuto modo di leggere in rete, è adatto sia alle chitarre elettriche sia a quelle classiche.

La struttura è piuttosto leggera e i materiali non sono quanto di meglio si possa trovare in giro, ma c’era da aspettarselo visto il prezzo. Chiaramente un professionista si affiderebbe ad altro ma se si vuol spendere poco, non attendete oltre e compratelo, chiudendo un occhio su ciò che non convince appieno ma comunque non abbastanza per pregiudicarne la funzionalità.

Acquista su Amazon.it (€12,5)

 

 

 

König & Meyer 16280 Guitars holders

 

König & Meyer propone un supporto per chitarra a muro. È un oggetto abbastanza economico, lo si capisce dai materiali piuttosto ordinari ma comunque in linea con il prezzo dell’accessorio. Che dire, una volta montato la chitarra sta su e non lascia intendere che lo strumento possa cadere, anzi.

Probabilmente la distanza che intercorre tra muro è strumento non è sufficiente per una chitarra classica mentre quella elettrica non dovrebbe toccare il muro.

La cosa che più ha contrariato i clienti che hanno comprato questo modello è l’assenza delle viti e dei tasselli necessari per montare il supporto alla parete. Oltretutto, da quanto abbiamo avuto modo di capire dai commenti online il tipo di viti necessarie non sono neanche di facile reperibilità.

Acquista su Amazon.it (€6,3)

 

 

 

Mugig – in Legno

 

Particolare, così possiamo descrivere il supporto Mugig, a cui aggiungiamo anche originale ed elegante. È certamente un bell’oggetto da vedere che funge, volendo, anche da complemento d’arredo. È pensato per le chitarre classiche, almeno per come la vediamo noi. Il montaggio è semplice, visto che si tratta di incastrare due pezzi.

Il prezzo potrebbe sorprendere ma poi, osservando più da vicino i materiali, si spiega tutto. La qualità del legno è modesta, i gommini antiscivolo, come testimoniato da qualcuno, rischiano di staccarsi dopo qualche mese. Secondo noi un oggetto del genere avrebbe meritato ben altra qualità in termini di materiali, anche se questo avrebbe comportato un aumento del prezzo ma crediamo che chi desidera un oggetto con tale estetica non se ne sarebbe fatto un grosso problema.

Acquista su Amazon.it (€13,99)

 

 

 

Hercules GSP39WB

 

Hercules ha realizzato un supporto niente male. È costruito con buoni materiali ed è anche gradevole alla vista. Dà garanzie di solidità e affidabilità ma la cosa che più ci ha convinto è la distanza che intercorre tra la chitarra e la parete. Questa è tale da impedire anche il minimo contatto tra lo strumento e il muro in modo tale da prevenire qualsiasi rischio di graffio.

La distanza, inoltre, è ideale anche per chi ha una chitarra classica o acustica, notoriamente più ingombranti di uno strumento elettrico.

Il fissaggio è assicurati da tre viti con relativi tasselli compresi nella confezione. Sono di qualità sufficiente dunque, contrariamente a quanto accade per supporti più economici, non è necessario che vi rechiate dal ferramenta per comprarne di migliori. Dobbiamo dire che come supporto è un po’ caro dunque se si ha più di una chitarra da sistemare al muro, la spesa potrebbe salire vertiginosamente.

Acquista su Amazon.it (€12,9)

 

 

 

Come utilizzare un supporto per chitarra

 

Pensavate che comprata la chitarra, non vi sarebbe servito null’altro? Sbagliato, ma non è colpa vostra. I meno esperti ben presto si accorgono di dover far fronte ad altre esigenze, una serie di accessori che è sempre comodo e utile possedere.

Per esempio, quando non suonate, fosse anche solo per interrompere un attimo per fare altro. Vi sarà sicuramente capitato che, mentre siete nel bel mezzo di un assolo con il pubblico che vi osanna… sentite suonare il campanello. Purtroppo stavate sognando a occhi aperti, ai chitarristi capita; dunque, cosa fate? Dovete appoggiare da qualche parte la chitarra e avere nelle vicinanze un supporto vi risolve il problema.

 

 

 

Due possibili scelte

Quando vi accingete a scegliere il supporto, fondamentalmente avete due scelte: c’è l’opzione da pavimento e quella da parete. Entrambi reggono la chitarra ma si tratta comunque di soluzioni diverse.

 

Il supporto da parete

Il supporto da parete è una soluzione salvaspazio perché vi permette di sfruttare il muro: appendete la vostra chitarra e l’afferrate quando vi serve.

L’installazione è semplice, a patto che sappiate usare un trapano. Un consiglio, verificate bene la qualità dei tasselli e delle viti che trovate nella confezione, spesso, nel caso di supporti economici, sono di scarsa qualità ma tutto si risolve comprando qualcosa di più adatto dalla vostra ferramenta di fiducia. Accertatevi che ci sia abbastanza spazio tra la parete e lo strumento, se volete sentirvi più sicuri, potete comprare del velcro o gommini adesivi da attaccare al muro in quei punti dove pensate possano esservi maggior possibilità di contatto.

 

Il supporto da pavimento

Il supporto da pavimento non richiede alcun tipo di installazione, si apre, si chiude e si può posizionare praticamente ovunque, visto che lo si può mettere anche in un angolino della stanza.

È certamente utile per sistemare la chitarra quando non in uso ma anche nel caso si debba interrompere per qualsiasi motivo la pratica; basta averlo a portata di cavo e non avrete bisogno di scollegare la chitarra, il che comporta spegnere l’amplificatore. In questo caso sarà sufficiente abbassare il solo volume dello strumento per evitare che le corde, vibrando accidentalmente, producano un suono.

Questo, chiaramente è il caso di una chitarra elettrica o comunque amplificata mentre per gli strumenti classici o acustici la questione non si pone.

 

 

Supporto multiplo

C’è chi non si accontenta di una sola chitarra, vuoi per una mera questione di collezione, vuoi perché piace avere a disposizione strumenti in grado di regalare suoni diversi da sfruttare in base alle esigenze.

Oltretutto chi va in tour o più semplicemente si esibisce dal vivo farebbe bene ad avere sempre una seconda chitarra. In casi del genere una buona soluzione sono i supporti multipli che possono ospitare due o più chitarre e/o bassi. Supporti del genere, chiaramente, sono da pavimento.