Ultimo aggiornamento: 27.05.20

 

Tamburello – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Uno strumento divertente e alla portata di tutti è il tamburello. Ne esistono sia in forma di giocattolo sia da esposizione, oltre naturalmente a quelli da usare a livello professionale. Si tratta di un prodotto che quindi non va assolutamente sottovalutato, anche perché ha saputo suscitare l’interesse di musicisti di fama mondiale come Gluck e Mozart, senza dimenticare la sua centralità in certa musica tradizionale, a cominciare da quella dell’Italia meridionale. Tenete presente che il tamburello ha origini ben più remote della tarantella e musiche simili, si ritiene esistesse già intorno all’anno 1000 a.C. e che fosse presente tra civiltà quali sumeri, ittiti, ebrei ed egizi. A questo punto crediamo si sia capito che stiamo parlando di uno strumento “serio” e meritevole della vostra e nostra attenzione. Se state pensando di comprarne uno ma non sapete quale, ve ne suggeriamo alcuni, a cominciare da questi due: il Gewa 841574 ha un volume niente male e un buon rapporto tra qualità e prezzo, mentre se cercate un suono ricco senza spendere troppi soldi, provate con il Tiger Tam98-10.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori tamburelli – Classifica 2020

 

Come da nostra consuetudine abbiamo stilato una classifica degli articoli selezionati. Vi preghiamo di leggere la recensione scritta per ciascun tamburello perché solo in questo modo vi possono essere chiare le caratteristiche, i pregi e i difetti. A vostra disposizione ci sono anche dei link che vi suggeriscono dove acquistare a prezzi bassi i tamburelli da noi scelti. Confrontate i prezzi e  fate la vostra scelta.

 

 

1. Gewa 841574 Tamburelli Mezzaluna, 20 Piattini, Nero

 

È un tamburello piuttosto economico ma con non poca sorpresa abbiamo avuto modo di riscontrare un buon rapporto qualità/prezzo. Questa è sicuramente l’aspetto più vantaggioso unitamente al volume che contraddistingue lo strumento, è perfetto per piccole esibizioni unplugged insieme ad altri strumenti. 

È realizzato in plastica, privo di membrana, in sostanza suonate soltanto i 20 cimbalini. Ha la forma a mezzaluna, la presa non è molto comoda a dire il vero, sarebbe dovuta essere più ergonomica secondo noi soprattutto pensando a chi suona questo tamburello per diverso tempo. Consigliato per un uso professionale può comunque regalare un bel po’ di divertimento. 

Ottima la disponibilità in termini di colore così da venire un po’ incontro ai gusti di tutti. Avvertiamo i lettori di non aspettarsi chissà quali materiali, come detto in apertura, si tratta di uno strumento economico.

 

Pro

Prezzo: Con una piccola spesa si può comprare uno strumento divertente  e poco complicato da suonare.

Volume: Sebbene sia uno strumento di fascia bassa ha un volume che non ti aspetti, molto presente e chiaramente udibile anche se si suona in una band.

 

Contro

Membrana: Questo modello ne è privo, ci sono soltanto i cimbali ed è chiaro che è un po’ limitato e non adeguato a chi ha bisogno di percuotere la pelle.

Impugnatura: Dall’analisi delle recensioni è emerso in più occasioni quando l’impugnatura sia deficiente in comodità, sarebbe dovuto essere meglio progettata per un utilizzo prolungato nel tempo del tamburello.

Acquista su Amazon.it (€15,82)

 

 

 

2. Tiger Tam98-10 tamburello con cornice di legno pelle naturale

 

Ha un bel suono il tamburello da 25 centimetri Tiger Tam, buono anche per i balli e apprezzato da quanti si dedicano alla pizzica etc. Non stiamo parlando di uno strumento professionale non fosse altro che per la pelle che da molti è giudicata troppo sottile e poco adatta a un uso intensivo, oltretutto tende anche ad allentarsi. 

Il telaio è in legno e questo ci ha dato nuove garanzie essendo ben lavorato, non c’è il pericolo di pungersi con una scheggia, giusto per intenderci. Le due file di cimbali rendono il suono più ricco, dunque si ottengono buoni risultati non solo quando il tamburello è percosso ma anche quando viene scosso. 

Secondo noi il rapporto qualità/prezzo è buono, grazie alla piccola spesa richiesta si può fare anche un regalo per bambini che così possono fare baccano in modo creativo. Resta comunque uno strumento valido per chi frequenta una scuola di danza, si dedica al teatro e per tutti quelli che si riuniscono con un gruppo di amici per suonare musica popolare.

 

Pro

Telaio: La fattura è buona e ben curata, realizzato in legno non ci sono schegge che possano provocare piccole e fastidiose ferite alle mani.

Costo: Il rapporto tra la qualità e il prezzo e sicuramente buono, non lo diciamo solo noi ma anche tanti clienti soddisfatti.

Cimbali: Il tamburello ha ben due fila di cimbali che per il costo dello strumento suonano molto bene rendendo il sound più ricco.

 

Contro

Pelle: Meno convincente è la pelle, per due motivi, forse anche correlati tra loro: innanzitutto è troppo sottile e quindi non sappiamo quanto potrebbe reggere a un uso intensivo, secondo, si allenta dopo un po’.

Acquista su Amazon.it (€16,53)

 

 

 

3. Ammoon Tamburello Tenuto in Mano 10 Pollici

 

Se cercate un tamburello utile più che altro per fare scena piuttosto che per essere suonato, dovreste osservare con attenzione lo ammoon. Ma cosa vogliamo dire con “per fare scena”? Ci riferiamo a quanti, ad esempio devono mettere in piedi una rappresentazione teatrale, un saggio di danza e così via. 

È uno strumento per dilettanti, non ci piove e la somma richiesta per l’acquisto non è esorbitante pertanto se cercate un tamburello napoletano giusto per farvi una idea e poi eventualmente in futuro acquistare qualcosa di qualitativamente migliore, è certamente una buona opzione. 

Realizzato in pelle di agnello, questa è piuttosto sottile. Il telaio ci ha deluso, dobbiamo dirlo: troppo fragile, delicato e ad alcuni acquirenti è capitato che si rompesse. C’è una sola fila di cimbali ma la loro presenza si avverte subito, il suono è brillante. Non discutiamo il fatto che per la stessa cifra si possa trovare anche qualcosina di meglio ma, a parte ciò riteniamo che il tamburello meriti comunque di essere preso in considerazione da quanti cercano uno strumento economico, magari anche per far giocare i bambini o perché no, da usare come oggetto decorativo.

 

Pro

Cimbali: Pur avendo una sola fila di cimbalini, questi si fanno sentire a dovere, il loro suono è piacevolmente brillante.

Versatile: Si presta a svariati usi, dalle rappresentazioni teatrali ai saggi di danza, senza escludere di poterlo usare anche come elemento decorativo.

 

Contro

Telaio: Un grosso dubbio lo abbiamo sul telaio, questo è realmente troppo fragile e neanche ben rifinito, ad alcuni è capitato si rompesse poco dopo.

Pelle: Di agnello, non sintetica, quindi se siete vegetariani o vegani questo è un difetto non da poco, ciò detto è troppo sottile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Tiger TAM91-12 Tamburello in legno con pelle naturale, 30,5 cm

 

Pur non essendo professionale siamo certi che non resterete delusi da questo tamburello che ha evidentemente nel telaio ben rifinito e nel volume i suoi principali punti di forza. Sia chiaro, suonarlo con una certa intensità nel tempo non è qualcosa che invitiamo a fare, perciò chi ha questo tipo di esigenze dovrebbe orientarsi su modelli più costosi ma tutti gli altri difficilmente resteranno delusi dall’acquisto. 

La pelle è un po’ sottile, quanto ai cimbali disposti su una sola fila, suonano bene e sono perfettamente udibili. È uno strumento che può tranquillamente messo nelle mani di un bambino così come può essere usato a mo di ornamento per la vostra casa. 

In definitiva il rapporto qualità/prezzo è a vantaggio della prima e Tiger si conferma un produttore affidabile per i tamburelli di fascia economica bassa.

 

Pro

Volume: Ci ha ben impressionato il volume del tamburello che è molto presente, ideale per essere suonato in spazi aperti.

Telaio: Per essere uno strumento così economico, è ben realizzato e ottimamente rifinito. Non c’è pericolo di schegge sulle mani.

Costo: Crediamo di poter dire che il prezzo sia buono, si spende poco e ci si diverte sia da soli sia in compagnia.

 

Contro

Pelle: Riteniamo lo spessore della pelle insufficiente, ciò ci fa temere per una durata limitata nel tempo soprattutto se si suona il tamburello siciliano con una certa frequenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Small Foot tamburello per bambini, 10721

 

Per i vostri bambini abbiamo pensato di proporvi un tamburello appositamente pensato per i più piccoli e ciò è vero non solo per le dimensioni ridotte ma anche per le vivaci decorazioni che, ne siamo certi, non mancheranno di affascinare i vostri piccoli. 

In questo modo i più giovani possono allenare e sviluppare il senso del tatto ma soprattutto del ritmo. È importante precisare che questo giocattolo è adatto per i bimbi da tre anni in su. È uno strumento sicuro, le quattro coppie di cimbali sono ben fissate e non c’è pericolo che possano staccarsi, chiaramente il buonsenso ci dice di sorvegliare sempre i bimbi quando giocano. Non è resistentissimo, soprattutto considerato che i bambini non hanno la necessaria cura per gli oggetti.

 

Pro

Colorato: Il tamburello presenta disegni realizzati con colori vivaci, questi si richiamano al mondo animale e alla natura, non mancheranno di attirare l’attenzione dei piccoli.

Didattico: Grazie all’uso del tamburello i bambini si allenano e sviluppano il tatto ma soprattutto il senso del ritmo.

Sicuro: Premesso che il giocattolo è adatto solo per bambini dai 3 anni in su, è molto sicuro. Se a preoccuparvi sono i cimbali, sappiate che sono ben fissati.

 

Contro

Poco resistente: Il tamburello non è molto solido, una caratteristica ancora più importante nel caso di oggetti destinati ai bambini che come noto, non sempre usano la necessaria delicatezza e cautela.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Tebery legno Tamburello con pelle naturale 5 coppie Jingles

 

Tamburello per dilettanti ma non per questo privo di aspetti interessanti. Vogliamo cominciare subito dal telaio perché secondo noi è stato realizzato con grande cura e attenzione. Si vede immediatamente che è ben rifinito, lavorato. 

Si afferra con la mano senza conseguenze nel senso che non ci sono l classiche schegge che invece capitano quando lo strumento pecca sulle rifiniture. Buono è anche il volume sia della parte battente, ossia, la pelle che però secondo noi è troppo sottile e destinata a vita breve, sia dei dimbali con il loro suono brillante. 

Che dire del prezzo? Che siamo nella media per strumenti di questo tipo. Va bene per delle rappresentazioni, pensiamo a quanti si dedicano al teatro ma anche per la danza popolare.

 

Pro

Telaio: Tra gli aspetti che maggiormente ci hanno impressionato positivamente c’è il telaio che ben rifinito, si nota una certa cura.

Volume: Davvero notevole il volume di cui è capace questo tamburello, è perfettamente udibile anche se si suona all’aperto.

Cimbali: Il tamburello è dotato di cinque coppie di cimbali che si mettono in luce per un suono brillante e chiaro, anche in questo caso ben udibile. 

 

Contro

Pelle: Secondo noi quella del tamburello avrebbe dovuto avere un maggior spessore, in queste condizioni è difficile prevedere una lunga durata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. A-Star AP3213 Tamburello senza Testa, 10 Pollici

 

Lo A-Star è un tamburello privo di membrana quindi l’unica cosa che potete suonare sono i cimbali, a riguardo li trovate a coppia di sei. I cimbali, buono il loro suono, sono sorretti da un buon telaio secondo noi. 

Ne abbiamo apprezzato la rifinitura, è ben lavorato e arrotondato nei punti giusti, non c’è pericolo di ritrovarvi del fastidiose schegge tra le mani. Lo strumento che che vi presentiamo è da 10 pollici tuttavia informiamo i lettori interessati che sono disponibili anche le misure da 8 e 6 pollici. 

È uno strumento che costa poco, per non dire pochissimo ma chiaramente non è destinato ad un utilizzo professionale. L’assenza della membrana è un po’ limitante a nostro avviso.

 

Pro

Telaio: Vi invitiamo a toccare con mano il telaio, ne apprezzerete la qualità della rifinitura, è comodo da reggere e non pesa nulla.

Cimbali: Non crediamo che resterete delusi dal suono dei cimbali, basta scuotere leggermente il tamburello per udirli immediatamente.

Prezzo: Innegabilmente il costo del tamburello è uno dei punti di forza più evidenti, dire che è irrisorio è poco, lo comprate con pochi spiccioli.

 

Contro

Membrana: Questo modello è di quelli privi di pelle, indubbiamente ciò rappresenta un limite per chi cerca uno strumento da percuotere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Bontempi Cembalo, Colore Pelle, TMW 18.2

 

Tra gli strumenti dedicati ai bambini Bontempi non poteva far mancare all’interno del suo cospicuo catalogo un cembalo. In particolare il modello che presentiamo è adatto per piccoli con età superiore ai 3 anni. Possiamo ritenerci soddisfatti per il suono ma nel farlo abbiamo naturalmente tenuto conto che si tratta di un tamburello per bambini, altrimenti avremmo dovuto considerare questo aspetto con minor magnanimità. 

La costruzione è solida per quanto riguarda il telaio ma pessima, a nostro avviso per quanto concerne la pelle la quale è molto sottile e non sono pochi gli episodi riferiti dagli utenti dove questa si è rotta, magari anche per un uso maldestro ma chi fa giocattoli dovrebbe sapere che devono essere in grado di resistere a qualche colpo brusco. 

Ma ad essere sinceri non è neanche questo l’aspetto che più ci ha deluso quanto la totale assenza di decorazioni che in qualche modo possano attirare i bambini. È tutto così anonimo e triste, l’unica nota di colore è rappresentata da una striscia di nylon intorno al tamburello.

 

Pro

Suono: Il tamburello crediamo possa soddisfare tutti per la qualità del suono, sicuramente sufficiente per uno strumento destinato ai bambini.

Telaio: Possiamo giudicare più che positivamente il telaio, comodo da impugnare e ben rifinito, non ci sono schegge.

 

Contro

Pelle: Una grossa delusione è la pelle, questa è fin troppo sottile e non tien conto della irruenza di certi bambini, infatti è capitato si rompesse poco dopo l’acquisto.

Design: È incomprensibile la scelta di non prevedere la minima decorazione per un tamburello destinato ai bambini, è tutto molto grigio, anonimo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere un buon tamburello

 

Se tammurriate e tarantelle sono la vostra passione, prendetevi un attimo di tempo per considerare le offerte che abbiamo trovato per voi sul mercato, frutto di una comparazione tra le tante disponibili e se vi state domandando come scegliere un buon tamburello, vi aiutiamo noi con i nostri pareri sugli articoli selezionati. 

Abbiamo scelto tra i tamburelli della migliore marca ma anche tra quelli più venduti online. Avete pochi soldi da spendere, non preoccupatevi perché qualche nuovo modello più economico da proporvi ce lo abbiamo. Ad ogni modo come prima cosa ci interessa aiutarvi a individuare in totale autonomia i migliori tamburelli del 2020 ma affinché ciò sia possibile è importante che facciate vostre alcune informazioni che vi indicheremo di seguito, solo così capirete quale tamburello comprare.

 

Com’è fatto

Come prima cosa cerchiamo di capire com’è fatto il miglior tamburello. C’è una corona di legno e su questa è ben tesa una membrana che può essere di pelle o materiale sintetico. Per arricchire il suono, lungo la circonferenza del telaio, sono inseriti di cimbali. È chiaro che non tutti i tamburelli suonano allo stesso modo, come per tutti gli strumenti ci sono quelli che lo fanno bene e quelli che lo fanno male. 

È importante valutare la qualità dei materiali i quali incidono anche sulla durata e la resistenza dello strumento. Valutate con attenzione il budget da spendere anche se in generale non è uno strumento che possa arrivare a costare cifre astronomiche.

 

Le varianti del tamburello

Non esiste un solo tipo di tamburello pertanto nel fare la vostra scelta dovete tener conto anche di alcune caratteristiche, vediamo quali sono le varianti. Il tamburello più semplice di tutti è quello a mano. Qui si nota immediatamente l’assenza dei cimbali, quindi per certi versi abbiamo un suono più povero. 

Cimbalini assenti anche nel tamburello a battente. Il nome ci suggerisce la caratteristica principale di questo strumento, ovvero, è suonato percuotendolo con un battente. Il tamburello basco è quello con i cimbalini. La Tammorra è tipica della musica tradizionale campana, ricorda molto il tamburello basco ma si differenzia per le dimensioni più generose. 

Infine c’è il tamburello del male che ha due membrane, quindi parliamo di un tamburello chiuso ma non sono finite qui le particolarità, infatti, all’interno ci sono dei pallini che possono essere di piombo, ceramica, oppure di plastica negli strumenti più economici.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come si suona il tamburello?

Non c’è un unico modo per suonare il tamburello, ci sono differenze dovute agli stili e alle tradizioni delle musiche popolari quindi avremo, per esempio, delle differenze tra il tamburello salentino e quello calabrese giusto per citarne un paio. Nonostante ciò possiamo fare un discorso generale per poi rimandare alle specifiche varianti. Il tamburello si regge con la mano sinistra mentre la pelle va percorsa con la destra. Per percuotere lo strumento si usa gran parte della mana, a cominciare dalle dita ma arrivando anche al palmo e persino al polso.

 

Come costruire un tamburello?

Per la realizzazione di un tamburello avete bisogno come prima cosa della pelle, questa può essere di capra, agnello ecc. Per prima cosa si togli il pelo grazie a un bagno di acqua e cenere, si elimina il grasso fin quando la pelle non diventa quasi trasparente. Successivamente la pelle va lavata con acqua e si lascia ad asciugare ma evitando un’esposizione diretta alla luce del sole. Quando la pelle è ben asciutta si monta sulla cornice, vediamo come procedere. 

Stendete la pelle su un tavolo e quindi appoggiatevi sopra la cornice. Con una matita tracciate la circonferenza interna. Lasciate la pelle in acqua affinché diventi abbastanza elastica. Nel frattempo realizzate le finestre alla cornice per alloggiare i sonagli. Stendete della colla vinilica per circa un centimetro e lungo tutta la circonferenza esterna della cornice. Adagiate la pelle in modo che il suo centro corrisponda con quello della cornice e tenetela stretta con del fil di ferro. 

Per i sonagli si possono usare ottone, lamiere e possono essere ricavati anche da latte di cibo inscatolato. Tagliate la lamiera con forma circolare. Inserite i sonagli ottenuti all’interno delle finestre della cornice. Puntellate la pelle con dei chiodi.

 

Come tendere la pelle del tamburello?

Con il tempo capita che la pelle del tamburello si allenti ma c’è un modo per renderla, anzi, in vero più di uno ma il più pratico ed efficace è riscaldare i bordi con un phon. Se poi non ne avete uno a disposizione, potete provare con fonti di calore di fortuna, per esempio avvicinando la fiamma di un accendino, naturalmente tra la fiamma e il tamburello non deve esserci contatto.

 

Che cos’è la pizzica?

La pizzica salentina è una danza popolare del salento in particolare, ma comunque diffusa anche nel resto della puglia. La sua origine risale alla fine del 1700. Il tamburello salentino è uno degli strumenti più rappresentativi della musica che si accompagna al ballo.

 

 

 

Come utilizzare il tamburello

 

Il tamburello è uno strumento diffusissimo, spesso si è soliti comprarli ai bambini per farli giocare ma non dimentichiamoci anche la sua importanza all’interno di molta musica popolare, in particolare nel centro sud della penisola. Oltretutto ci sono autentici maestri che si dedicano alla costruzione di questo strumento tradizionale. Insomma, quello che vogliamo dire è che il tamburello è una cosa seria.

La scelta dei materiali

I tipi di materiali nonché la loro qualità incide sulle caratteristiche dello strumento, in primis il suono; ecco perché bisogna avere chiaro il tipo di tamburello che si desidera e in particolare il suono che si cerca. 

Principalmente sono tre i legni che si utilizzano per il telaio, ovvero, ciliegio, faggio e acero. Anche la pelle ha la sua importanza, ad esempio per un suono cupo va bene quella di capretto mentre se si ha bisogno di qualcosa più squillante, per così dire, è meglio quella di capra. Per un suono profondo è preferibile usare pelle di agnello. C’è anche chi usa quella di coniglio perché magari interessato ad avere un suono chiuso.

 

Alcuni accorgimenti

Per il tamburello non esiste una manutenzione vera e propria, certo è che è necessario prendere alcuni accorgimenti per la conservazione dello strumento. Innanzitutto la pelle è soggetta a variazioni di tensione provocate dalla temperatura e dall’umidità; è dunque buona norma tenere il tamburo lontano da fonti di calore dirette, questo significa che non va lasciato vicino a un camino acceso o magari un termosifone e non va neanche abbandonato in auto, sotto al sole. 

Questi accorgimenti evitano inconvenienti quali il distacco della pelle o la curvatura del telaio. Ad ogni modo questi problemi riguardano soprattutto i tamburi in pelle vera mentre quelli fatti con pelle sintetica sono meno sensibili.

Tendere la pelle

Magari non lo sapevate e non avete seguito gli accorgimenti sopra elencati oppure vuoi per una ragione vuoi per un’altra la pelle ha perso tensione rendendo il tamburello insuonabile. Non fatevi prendere dal panico perché un rimedio c’è anche se all’apparenza è in contraddizione con le precedenti raccomandazioni ma state tranquilli perché in caso di perdita di tensione il metodo che vi stiamo per spiegare va benissimo. Con un phon indirizzare l’aria calda sui bordi del tamburello, dove c’è la pelle. Fate questo lavoro su tutta la circonferenza fin quando non ottiene la tensione desiderata.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments