Ultimo aggiornamento: 02.03.21

 

Il passaggio dagli anni ‘80 ai ‘90 ha visto cambiamenti radicali nel modo di concepire il rock e il metal, vediamo quali sono i gruppi più importanti.

 

Di questi tempi molti appassionati di musica vivono un po’ di nostalgia, in quanto effettivamente a livello commerciale sono poche le proposte in grado di entusiasmare. Certo, la musica è davvero cambiata e ormai sembra quasi alla mercé di un consumismo veloce e immediato, dove i dischi sono stati sostituiti con rapidi click sui singoli brani in una playlist o sul video. La fruizione si è modificata ed è adattata alle necessità delle nuove generazioni sempre connesse al web con PC, smartphone, tablet e console di gioco. 

C’è da dire però che ogni generazione ha la sua musica e gli artisti che più rappresentano il momento storico. I gruppi rock famosi si sono alternati nei diversi decenni, con cambi di direzione che in qualche modo sono sempre esistiti. Anche se adesso molti si lamentano della musica trap e del nuovo pop, molti dei ragazzi cresciuti con i gruppi rock degli ‘80 avrebbero volentieri messo alla gogna tutte le nuove leve arrivate nel decennio successivo. Tralasciando superflui campanilismi, la musica degli anni ‘90 ha saputo proporre ottime band rock e metal, vediamo quali sono. 

 

Nirvana

Il filone del grunge è stato probabilmente l’emblema della musica anni ‘90. Tra le band più famose di quel decennio occorre citare i Nirvana. La band di Kurt Cobain è stata capace di narrare il disagio di una nuova generazione lasciata allo sbando dopo il boom e l’entusiasmo degli anni ‘80.

Il rock pesante con forti distorsioni e la voce quasi strozzata di Cobain contribuiscono a creare un nuovo fenomeno musicale, gettando le basi per il post rock e il nuovo filone rock e metal statunitense. L’avventura dei Nirvana finisce purtroppo con il tragico suicidio del frontman, con il batterista Dave Grohl come unico membro della band a continuare con successo la carriera nella musica, fondando i suoi Foo Fighters. 

 

Rage Against The Machine

La band che più di ogni altra ha saputo dare voce al dissenso politico e mostrare un lato degli Stati Uniti che non fosse solo successo e soldi. Espliciti e aggressivi, i RATM sono stati una delle band più importanti e originali degli anni ‘90. Con un connubio tra il rap dei Public Enemy e riff metal, il loro primo album è una miscela di pura potenza e grinta. La voce caustica di Zach de la Rocha infetta il microfono e racconta in rima verità scomode, mentre il chitarrista Tom Morello sfrutta tutti i suoni della sua pedaliera per chitarra per cementare ritmiche urbane e simulare lo scratch di un turntable. 

Pantera

I Pantera dei compianti fratelli Abbott e di Phil Anselmo sono stati probabilmente il gruppo metal che più di tutti ha cambiato il volto al genere negli anni ‘90. Partiti come gruppo glam negli anni ‘80 con dischi tutto sommato godibili, ma non proprio personalissimi, i Pantera si trasformano negli anni ‘90 in una band thrash di alto livello con Cowboys From Hell. Con questo disco il chitarrista Darrell ‘Dimebag’ Darrell rivoluzione il concetto di ‘breakdown’, alternando ritmiche velocissime ad altre cadenzate, riempiendole di assoli di grandissima tecnica e gusto. La voce di Anselmo si trasforma dal falsetto tipico del glam in un cantato graffiante e allo stesso tempo potente. Con il successivo disco Vulgar Display of Power i Pantera finiscono di rivoluzionare il metal, con brani dai suoni ancora più pieni e potenti. Dopo le performance devastanti dei Pantera, i roadie sul palco dovevano usare vari tipi di scope per rimettere tutto in ordine. 

 

Pearl Jam

Uno dei migliori gruppi rock ancora in circolazione, i Pearl Jam sono nati dal filone grunge di Seattle, ma si sono distinti con sonorità decisamente più leggere rispetto ai ‘colleghi’. Distorsioni più controllate e composizioni vicine al folk rock piuttosto che al metal hanno reso i Pearl Jam uno dei gruppi musicali più famosi degli anni ‘90. Dischi come Ten e Vs. colpiscono per la grande maturità compositiva della band, resa unica dalla voce inconfondibile di Eddie Vedder. Ancora oggi i Pearl Jam riempiono gli stadi e riescono ad appassionare i giovani amanti del rock, merito anche del grande carisma di Eddie Vedder che, anche da solista, mostra un grande gusto per le composizioni. 

Korn

I cantanti rock degli anni ‘90 si sono distinti per la loro voce particolare e per il loro talento. Tra questi bisogna citare Jonathan Davis dei Korn, una sorta di Kurt Cobain in versione disturbata e ancora più disagiata. Odiatissimi dai metallari più oltranzisti, i Korn mettono in musica la realtà dei giovani disadattati nelle scuole americane, dei bullizzati e degli emarginati, attraverso riff tellurici evocati dalle chitarre 7 corde e dallo slap del basso. I contenuti delle canzoni dei Korn non sono proprio per i deboli di cuore, specialmente nei primi dischi, così come il suono della produzione, potente ma allo stesso tempo cavernoso. 

 

Radiohead

Uno dei gruppi musicali inglesi più amati e che è stato in grado di fondere diversi generi per creare un sound unico. I Radiohead sono partiti come una band pop-rock di puro stampo britannico per poi evolversi in qualcosa di più complesso, con chiare influenze elettroniche.

Nonostante le composizioni più ricercate, la band inglese è riuscita comunque a mantenere invariato il suo stile riconoscibile e soprattutto a creare comunque brani orecchiabili. Il disco Ok Computer ha coronato il loro successo a livello internazionale, seguito poi dall’ottimo Kid A. La voce di Thom Yorke ha influenzato una larga parte dei gruppi rock a venire, basta pensare ai Muse e ai Coldplay.  

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments