Ultimo aggiornamento: 25.09.20

 

Chi sono le signore delle quattro corde? Ne parliamo nel nostro articolo mostrandovi il lato femminile del basso elettrico.

 

Diciamoci la verità, nel mondo della musica c’è una sorta di maschilismo latente e anche incosciente, soprattutto in certi generi musicali. Si parla sempre di musicisti, mai di musiciste magari l’unica eccezione si fa per le cantanti. Ecco dunque il miglior chitarrista, batterista, bassista e così via, quasi come se si desse per scontato non che non esistano brave strumentiste ma addirittura che le donne non suonino. Invece lo fanno e anche bene! 

Una cosa curiosa dobbiamo farla notare: se guardiamo alle band che hanno una sola donna in formazione, la maggior parte delle volte questa suona il basso. Chiaramente si tratta di una percezione, non siamo in possesso di dati statistici che possano confermare con certezza quanto abbiamo appena detto.

Fatto sta che il basso è donna o meglio, è anche donna, ecco perché abbiamo pensato di dedicare alle “signore delle quattro corde” un articolo. Ci teniamo a precisare che l’ordine con il quale parleremo delle bassiste assolutamente non vuole essere una classifica.

 

Enid Williams

Se sapete cosa sia la NWOBHM sicuramente conoscete la Girlschool e di conseguenza Enid Williams bassista (ex bassista in vero) e co-fondatrice della “all female band” britannica.

La sua carriera musicale è iniziata tra i banchi di scuola insieme alle amiche Kim McAuliffe e Deidre Cartwright. Ce la immaginiamo la giovane Enid imbracciare un basso elettrico economico inseguendo il suo sogno. Ecco, magari non è diventata ricca ma può dire di aver formato la formazione tutta al femminile più importante di tutta la scena heavy metal.

Melissa Auf der Maur

Melissa Auf der Maur è una grande bassista, non lo diciamo noi, lo dice, anzi, lo disse Billy Corgan leader e vocalist degli Smashing Pumpkins. L’occasione fu durante il tour di Siamese Dreamer. La data di Montreal, città natale di Melissa, fu aperta dai Tinker, band nella quale militava la bassista.

La sua performance non passò inosservata a Corgan che le disse: “Sei una grande bassista, un giorno farai parte della mia band”. Tuttavia è con le Hole che Melissa raggiunse la notorietà. Fu Billy Corgan a suggerire il nome della bassista a Courtney Love per sostituire Kristen Pfaff, deceduta in seguito a un’overdose di eroina a 27 anni.

 

Ida Kristine Nielsen

Ida Nielsen è una bassista danese dotata di una grande tecnica, ha iniziato a suonare il basso all’età di 16 anni e ben presto si è messa in luce per la sua grande abilità che l’ha portata a collaborare con diverse band. Anche Prince si accorse di lei e la chiamò alla sua corte.

 

Rhonda Smith

È evidente che Prince avesse buon occhio per le bassiste, tanto è vero che anche Rhonda Smith fu scelta dal defunto artista per la band che stava mettendo in piedi in vista dell’album Emancipation. Anche in questo caso parliamo di una musicista dotata di una tecnica grandiosa da fare invidia a chiunque.

 

Wanda Ortiz

Molti la conoscono come Steph Harris e i più attenti noteranno l’assonanza con Steve Harris. Non è un caso, Wanda Ortiz è la bassista di quella che probabilmente è la più famosa female tribute band degli Iron Maiden, The Iron Maidens appunto. Nata a Huntington Beach in California, ha iniziato a suonare il basso a 11 anni. Prima di approdare nelle The Iron Maidens, Wanda ha collaborato con diverse band e si è anche aggiudicata il premio come miglior bassista donna ai Rock City News Awards.

Mohini Dey

Impossibile escludere dalla nostra lista la bassista indiana Mohini Dey, non soltanto perché brava ma anche per la giovane età. Nata nel 1996, figlia d’arte da parte di pare (Sujoy Dey). 

Il suo nome ha cominciato a girare negli ambienti musicali indiani quando ancora era adolescente, ma ci ha messo poco a superare i confini affermandosi come uno dei nomi più interessanti in ambito bassistico, tanto è vero che si è guadagnata un endorser con la Markbass. Suggeriamo a tutti gli amanti del basso, se non la conoscono, di ascoltare suonare questa ragazza perché resteranno strabiliati.

 

Tal Wilkenfeld

Chi ascolta fusion è probabile che conosca Tal Wilkenfeld, bassista (e cantante) australiana che tra gli altri ha collaborato anche con il noto chitarrista Jeff Beck. Il suo debut album Love Remains è del 2019. Se siete curiosi, dategli un ascolto.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments