Ultimo aggiornamento: 27.05.20

 

C’è più di un modo per acquisire il suono di un piano con il computer, perciò vediamo quali sono le alternative e come procedere.

 

Un tempo, anche chi non era professionista, aveva un solo modo per registrare la propria musica: recarsi presso uno studio di registrazione. Le cose sono cambiate e per fortuna oggi basta un computer cui collegare un pianoforte digitale e un buon software musicale. E, se fino a qualche anno fa, la procedura era più complicata oggi è tutto plug and play, perciò basta collegare lo strumento e si è pronti per registrare.

 

I cavi

Come avviene il collegamento tra il computer e lo strumento musicale? Naturalmente via cavo. Quale? Ma certo, quello USB. Oggi tutto si collega in questo modo… peccato che avete un pianoforte digitale economico privo di interfaccia USB, disdetta! Quindi che si fa? Rinunciate all’idea di incidere il vostro brano? Assolutamente no perché c’è un’alternativa. Ciò che vi serve è un cavo con due jack da 3,5. Se l’uscita delle cuffie del piano richiede un jack più grande, allora avete bisogno anche di un adattatore ma non preoccupatevi perché non costano praticamente nulla, così com il cavo. 

Allora, come si procede? Inserite un’estremità del cavo nell’ingresso cuffie del piano mentre l’altra estremità va collegata nell’ingresso microfono del vostro computer. Non spaventatevi se dalle casse integrate del vostro piano non sentite l’audio, non si è rotto nulla, semplicemente l’audio bypassa le casse proprio perché è inserito il jack nell’uscita dell cuffie pertanto dovete ascoltare la musica che suonate dalle casse del computer. 

Prima abbiamo accennato all’interfaccia USB. Rispetto alla prima soluzione la preferiamo sicuramente, pertanto se il vostro piano digitale è dotato dell’interfaccia succitata, è preferibile servirsene anche perché la qualità audio della registrazione è migliore. Il collegamento è semplicissimo, basta usare una delle porte USB libere del vostro computer. 

C’è un altro tipo di cavo che potete usare ma in questo caso vi serve anche una scheda audio con interfaccia MIDI. Il cavo in questione, lo avrete capito dal tipo di scheda audio che vi serve, è appunto quello MIDI. Cercate sul vostro piano digitale l’uscita MIDI OUT e inserite il cavo mentre l’altra estremità va collegata alla porta MIDI IN della scheda audio che naturalmente a sua volta va collegata al computer.

 

Software musicali

I software musicali hanno grandi potenzialità e permettono a un solo utente di comporre un intero brano utilizzando diversi strumenti, chiaramente non è il software a darvi le doti tecniche necessarie e tantomeno il talento ma non è questo il punto. Ad ogni modo se commettete un errore potete sempre intervenire successivamente per apportare le correzioni. 

Vediamo alcuni di questi programmi. Vorremmo cominciare con Garage Band che i possesori di computer Mac a anche iPad e iPhone trovano già installato sul loro dispositivo, dunque non c’è neanche bisogno di comprare una licenza. Questo non deve far pensare che il programma sia fatto male, anzi. Possiamo considerarlo come uno studio di registrazione racchiuso nel vostro computer. 

Per Windows è molto utilizzato Audacity. Graficamente magari non sarà molto attraente ma è abbastanza semplice da usare e, cosa da non sottovalutare, è gratis. Magari si incomincia a fare pratica con Audacity e in seguito, volendo, si può passare a qualcosa di più completo. 

Molto popolare è Cubase che negli anni ‘90 ha spopolato e che, nel corso del tempo, si è arricchito sempre più di nuove funzioni che ne hanno fatto uno dei preferiti da professionisti. Logic Pro è un altro programma che dovrebbe interessare ai possessori di Mac con la differenza che, rispetto a GarageBand, va comprato (tuttavia parliamo di un prezzo competitivo). 

Se ciò che vi interessa è la musica elettronica, la EDM, Ableton Live è il programma che fa per voi. Il software mette a disposizione tanti effetti e strumenti virtuali. Ma lo ribadiamo, prendete in considerazione Ableton solo se vi piace la musica da ballare e poco impegnativa. Reason mette a vostra completa disposizione uno studio di registrazione virtuale ed è fedele amico di molti artisti famosi.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments