Ultimo aggiornamento: 15.04.21

 

La musica in formato liquido è probabilmente la più diffusa, in quanto vi permette di ascoltare i vostri artisti preferiti ovunque vi troviate e senza alcun ingombro. Vediamo quali sono le app più utilizzate. 

 

Sebbene gli appassionati di musica preferiscano ancora i formati fisici come CD e vinile, la praticità della musica liquida è innegabile. D’altronde fa comodo a tutti poter ascoltare immediatamente un brano o un artista, premendo semplicemente play sul lettore dei propri dispositivi. 

Ormai la musica in streaming è molto diffusa e ci sono tantissime app con le quali potrete creare intere playlist senza dover neanche occupare la memoria dello smartphone, del PC o del tablet. Oltretutto, gli artisti di ogni genere musicale rilasciano i loro singoli sotto forma di video o su varie piattaforme, quindi spesso per tenersi aggiornati è necessario conoscere almeno due o tre app utili. Qui di seguito vi illustreremo come scaricare musica utilizzando app per leggere mp3 o per la musica in streaming. 

iTunes

App esclusiva di Apple per il download di mp3 e la creazione di playlist musicali, iTunes vi permette di scaricare musica sui vostri dispositivi portatili, direttamente dallo store dell’app. Potrete trovare tantissimi artisti, da quelli più famosi ai meno conosciuti, in modo da poter arricchire la vostra playlist e scoprire sempre musica nuova. Gli mp3 dei singoli e dei dischi sono a pagamento, quindi non potrete trovare alcun brano gratuito, a meno che non ci siano offerte particolari. L’unico svantaggio di iTunes è la sua interfaccia poco intuitiva, specialmente per quanto riguarda l’app su MAC o PC. Oltretutto se volete trasferire dei file mp3 da PC al vostro iPhone o iPod dovrete necessariamente usare iTunes. Se possedete dispositivi Android potrete usare l’estensione della stessa app chiamata iMusic che vi permette di creare playlist e trasferire brani. 

Spotify

Spotify è probabilmente una delle app più utilizzate per ascoltare musica in streaming. Con una quantità incredibile di artisti e generi musicali, questa app vi permette di creare le vostre playlist personali e di avere un catalogo sempre aggiornato. L’interfaccia intuitiva e la possibilità di interagire con le playlist di altri utenti sono solo alcuni dei suoi vantaggi. La versione gratuita presenta qualche limite, ad esempio tra un brano e l’altro verrete interrotti dalla pubblicità, che sarà rimossa solo con la versione a pagamento. Questa versione vi permette anche di effettuare il download, basta cliccare sull’icona scarica mp3 (o download). 

 

Amazon Music

Amazon ha ampliato i suoi servizi agli utenti con Prime Video e Music, entrambi accessibili pagando un abbonamento. Amazon Music non ha nulla da invidiare a Spotify per quanto riguarda la varietà di artisti e generi, d’altronde sono presenti tutti quelli che vendono dischi tramite il famoso negozio online. Con l’abbonamento potrete scaricare musica gratis per un totale di 40 ore al mese, cosa che rende il servizio una buona soluzione per trovare brani musicali in formato liquido. 

YouTube Music

YouTube è ancora la piattaforma più utilizzata per vedere video musicali, in quanto ormai per presentare un CD ancora prima della sua uscita, gli artisti tendono a far uscire i videoclip di più tracce proprio sul portale. Per questo è stata creata l’app Youtube Music che permette di ascoltare musica in streaming, proprio come su Spotify o Amazon Prime. A differenza di Youtube, potrete ascoltare musica anche con lo schermo del dispositivo spento e di scaricare musica gratis in MP3.

 

TinyTunes

Un programma per scaricare musica leggero e facile da usare. Questa app vi permette di effettuare il download di singoli brani sul vostro smartphone, l’unico inconveniente è che non la troverete su Google Play Store e dovrete effettuare l’installazione manuale. 

Tubemate

Se vi state chiedendo come scaricare musica gratis da Youtube, la risposta è proprio questo programma, disponibile solo per dispositivi Android. Tubemate vi permette di effettuare il download di video da Youtube, quindi anche dei vari dischi o brani che vengono postati dagli utenti. Chiaro che trattandosi di un’app particolare, dovrete installarla manualmente passando attraverso una procedura ben precisa. Una volta scaricata potrete andare su Youtube, scegliere il video ed effettuare il download sul vostro dispositivo. Chiaramente il formato del file sarà ultracompresso, quindi non aspettatevi chissà quale qualità audio. 

RockmyRun

Non proprio una delle app più utili per l’ascolto di MP3, ma sicuramente apprezzata dagli amanti dello sport. Dispone di tutte le funzioni di un normale lettore multimediale, alle quali se ne aggiunge una molto particolare che potrete sfruttare se avete un bracciale fitness. Il RockMyRun infatti è in grado di cambiare automaticamente musica a seconda del vostro battito cardiaco, adattandosi agli esercizi in modo da darvi la carica o farvi rilassare. 

 

Deezer

Diretto avversario di Spotify, Deezer è la seconda app più conosciuta per l’ascolto della musica in streaming, sebbene nonostante abbia moltissimi artisti tra i quali scegliere per creare le playlist, non è possibile usarla per scaricare musica. Per il download degli MP3 infatti sarà necessario sfruttare altre app ritenute illegali e ovviamente non proprio consigliate. 

Bandcamp

Bandcamp non è proprio un app, quanto più un sito web dove poter trovare musica alternativa. È uno dei più utilizzati dalle etichette underground e dalle band emergenti, in quanto permette di creare facilmente una pagina dove caricare i propri singoli o interi CD. Tramite le varie pagine degli artisti è possibile ascoltare i brani in streaming tramite il comodo player, oppure decidere di comprare il disco o il singolo brano in digitale per supportare la band. Magari non troverete gli album dei Pink Floyd, ma se c’è qualche artista underground che vi incuriosisce, allora Bandcamp è il posto giusto. 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments